George Clooney e Amal, donazione da 100.000 dollari per le vittime del Libano

Spettacolo

Con un comunicato stampa, George e Amal hanno elencato le associazioni benefiche oggetto della donazione (e hanno invitato tutti ad unirsi alla causa)

Quando si tratta di beneficenza, George Clooney e Amal Alamuddin sono sempre in prima linea.

L’ultima causa ad averli coinvolti è stata la strage di Beirut: a seguito delle esplosioni che hanno devastato il porto e la città, sono morte oltre 150 persone (ad oggi). Migliaia i feriti, e centinaia di migliaia gli sfollati. George e Amal si sono subito messi in contatto con alcune ong, effettuando una donazione di 100.000 dollari.

La donazione di George e Amal

È proprio in Libano, che Amal è nata. “Siamo entrambi profondamente preoccupati per il popolo di Beirut e per la devastazione che ha dovuto affrontare negli ultimi giorni. Abbiamo individuato tre organizzazioni benefiche che stanno fornendo soccorsi essenziali sul campo: la Croce Rossa libanese, Impact Lebanon e Baytna Baytak” si legge in un comunicato stampa diffuso dalla coppia. L’attore e l’avvocatessa hanno deciso di supportare quelle realtà, e hanno chiesto di unirsi a loro a chiunque abbia la possibilità di farlo.

Amal, a Beirut, è nata e ha vissuto fino ai due anni di età. Fino a quando la sua famiglia ha lasciato il Paese per via della Guerra Civile. Ha raggiunto l’Inghilterra, ha studiato alla Oxford University, è diventata avvocato. Ha conosciuto George Clooney, l’ha sposato, e da lui ha avuto due gemelli. Le sue origini non le ha però dimenticate, e ha più spesso parlato di quella terra splendida e martoriata.

I vip chiedono aiuto per il Libano

approfondimento

Esplosioni Beirut, Mika su Twitter: "E' straziante, il mio cuore è lì"

Sono molti i vip che hanno manifestato la loro vicinanza al popolo libanese, invitando tutti a donare. Su tutti, il cantante di origini libanesi Mika. Che così ha twittato dopo la tragedia: “Il mio cuore è con Beirut e il Libano. Quattro anni fa proprio oggi in cui mi esibivo a Baalbek in Libano. Ho trascorso la mattinata a guardare le foto di quella sera. Concludo la giornata guardando queste terribili immagini di Beirut che mi fanno venire i brividi”.

Anche Lenny Kravitz ha espresso la sua solidarietà. “Mando preghiere di amore e di guarigione a chiunque si trovi a Beirut”, ha scritto su Twitter. “Pray for Lebanon” è invece la scritta che compare in una foto della bandiera del Paese, accompagnata da un cuore spezzato, condivisa dall’attaccante del Liverpool Mohamed Salah. “I miei pensieri, le mie preghiere e il mio amore vanno al popolo del Libano e alle loro famiglie” ha scritto Naomi Campbell. E poi i post di Dua Lipa, di DJ Khaled, di Priyanka Chopra. E le mani giunte su sfondo nero che celebrities e influencer di ogni angolo del mondo hanno condiviso sulle loro bacheche e nelle loro Stories.

Perché, quando c’è da fare fronte comune, i vip sanno farlo. Come è successo col Coronavirus (GLI AGGIORNAMENTI - LO SPECIALE), e le sue milionarie donazioni.

Spettacolo: Per te