Massimo Troisi e Pino Daniele: l'amicizia tra due simboli di Napoli

Spettacolo

Il 4 giugno del 1994, a soli 41 anni, se ne andava l'attore partenopeo, candidato all'Oscar per la sua interpretazione nel film "Il Postino". A distanza di 26 anni da quella data, ripercorriamo la sua amicizia con un altro simbolo del rinascimento napoletano

Massimo Troisi: I suoi migliori fllm (FOTO)

 

Non solo simboli del "rinascimento" napoletano degli anni Ottanta, ma anche profondi amici. Massimo Troisi e Pino Daniele hanno condiviso una parte importante delle proprie vite anche lontano dalle luci dei riflettori. Si incontrarono per la prima volta durante la trasmissione televisiva "No Stop" e fu amore a prima vista. Nacque un feeling che andava ben oltre la semplice collaborazione professionale, una sorta di comunione spirituale e artistica.

Due grandi artisti, due amici

Terreno privilegiato del loro incontro fu la musica. Pino Daniele mise la firma sulla colonna sonora di tre film di Troisi. Massimo ricambiò mettendo a disposizione la musicalità della sua voce e quella sensibilità quasi impacciata tipica della sua penna. L'attore offrì infatti la voce al cantautore per una nuova versione di "Saglie saglie", brano classico pubblicato per la prima volta nell'album di debutto "Terra mia". Nella nuova versione, contenuta all'interno del disco "Sotto o' Sole" (1991), Troisi fece addirittura da controcanto al cantautore in una parte del ritornello. Nello stesso disco, inoltre, compare anche la bellissima “O ssaje comme fa ‘o core”, il cui testo è proprio una poesia dell'attore sul tema dell'amore e della tirannia del cuore, argomento centrale anche in tanti dei suoi film.

I film insieme

Massimo e Pino collaborarono in tre film: “Ricomincio da tre”(1981), “Le vie del signore sono finite” (1987) e “Pensavo fosse amore, invece era un calesse” (1991). Per quell’ultimo, Pino regalò a Massimo il brano “Quando”, una delle canzoni più belle della sua intera discografia. Molto più che una semplice colonna sonora, un classico della musica partenopea. Lo stesso Troisi aiutò Daniele a sistemare qualche frase del testo definitivo. La loro amicizia arriva ai giorni nostri anche grazie ad un video, circolato qualche anno fa sul web e tratto da un documentario su Troisi di Anna Praderio. Nel filmato si vedono i due artisti insieme, Pino sta candando “Quando” mentre l'attore lo ascolta rapito. Del loro legame rimane anche una storica intervista televisiva con Gianni Minà, in cui Troisi cominciò a improvvisare e Daniele non riusciva a trattenersi dal ridere

Destino comune

La loro collaborazione si interruppe per via della prematura morte di Troisi, un lutto che colpì profondamente l'amico Pino Daniele. I due nella tragedia sono accomunati anche da un destino comune. Entrambi traditi dal cuore, entrambi a conoscenza di essere appesi a un filo. Entrambi mancano tanto

Spettacolo: Per te

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24