Sanremo 2020: chi è Vittorio Grigolo, il tenore toscano tra gli ospiti del Festival

Spettacolo

Nato ad Arezzo, il classe 1977, voluto personalmente da Amadeus per l’ultima serata del Festival, nel 2000 diventa il più giovane tenore di sempre a cantare alla Scala di Milano

È uno dei tenori più famosi al mondo ed è anche uno degli ospiti della serata conclusiva del Festival di Sanremo 2020. Vittorio Grigolo, nato ad Arezzo nel 1977, è stato anche al centro di polemiche per via di una presunta molestia nei confronti di una ballerina nel 2019. Per questa ragione è stato sospeso sia dalla Royal Opera House che dal Metropolitan Opera House, dove avrebbe dovuto cantare i ruoli principali rispettivamente in “Lucia di Lammermoor” e “La traviata nel 2020”. “Si è trattato di un malinteso. Non c’è nessuna denuncia. Un malinteso non può chiudere le porte a una carriera pulita, costruita con tanto sacrificio e sudore”, ha detto recentemente Grigolo commentando l’accaduto. "Personalmente conosco Grigolo per le sue qualità vocali e per quello che ho avuto modo di vedere sul palco e nulla altro. Questa è l'unica considerazione che ho fatto", ha ribadito Amadeus parlando del suo ospite. (LO SPECIALE - IL LIVEBLOG -LA SCALETTA DELLA FINALE)

La carriera di Grigolo

Nato ad Arezzo e cresciuto a Roma, Grigolo studia canto alla Schola Puerorum cantorum della Cappella Sistina. Successivamente, sotto la direzione del Maestro Domenico Bartolucci, partecipa nel 1989 alla Tournee concerti negli Stati Uniti. Con il coro della Cappella Sistina, ha cantato nei Teatri e University di Tempe, Arizona- PalmDesert, Los Angeles, San Diego, Glendora, CostaMesa SantaBarbara, Visalia, SanFrancisco, Portland, California, Victoria, Vancouver, Canada. Nel 1990, a soli tredici anni, fa il suo debutto nel mondo dell'opera nel ruolo del pastorello in Tosca, in scena al Teatro dell'Opera di Roma con Luciano Pavarotti, mentre nel 2000 a soli 23 anni, è il più giovane tenore nella storia italiana a cantare al Teatro alla Scala per il concerto di apertura dell’anno Verdiano, con la direzione del maestro Riccardo Muti. Nel 2003 comincia a girare il mondo, dall'America al Giappone, diventando un punto di riferimento a livello internazionale e pubblicando diversi album.  (BUGO E MORGAN IN CONFERENZA DOPO LA SQUALIFICA - LEO GASSMANN VINCE TRA LE NUOVE PROPOSTE).

Spettacolo: Per te

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24