Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video

Dinosauri, a portarli all’estinzione contribuirono anche i vulcani

I titoli di Sky Tg24 delle 8 del 22/2

2' di lettura

Due nuovi studi aprono scenari inediti riguardanti l’estinzioni di questi grandi rettili. Ad annientarli, infatti, contribuì in maniera decisiva un’intensa attività vulcanica che modificò l’ecosistema 

Si apre un nuovo scenario sulla possibile causa che ha portato all’estinzione i dinosauri: secondo due diversi studi pubblicati sulla rivista Science dalle università di Berkeley e Princeton, non sarebbe stato solo l’impatto di un asteroide ad annientare questi grandi rettili, ma sarebbe intervenuta anche un’intensa attività vulcanica, verificatasi nella zona dei Trappi del Deccan, in India.

Eruzioni contemporanee all’estinzione

Da tempo, gli esperti stanno discutendo sulla possibilità che oltre alla caduta dell’asteroide che ha lasciato il cratere di Chicxulub, in Messico, ad annientare i dinosauri sia stata anche un’ampia attività vulcanica. Per trovare una conferma a questa tesi, gli scienziati dell’Università californiana di Berkeley hanno studiato in modo accurato le eruzioni avvenute nei Trappi del Deccan, scoprendo che toccarono il picco proprio in coincidenza della fine del Cretaceo, probabilmente come conseguenza della caduta sulla superficie terrestre dell’oggetto celeste. "Le eruzioni si sono verificate circa 150 milioni di anni fa, mentre l'impatto dell'asteroide 60 milioni di anni fa", spiega Paul Renne, autore dello studio. “È una conferma importante del fatto che l'impatto dell'asteroide ha ravvivato i flussi di lava”, conclude.

Nuove conclusioni

Dai rilievi degli studiosi è emerso che la lava sarebbe fluita per circa un milione di anni, ma quasi i tre quarti del materiale lavico sarebbe stato eruttato solo in seguito all’impatto, che avrebbe causato dei potenti terremoti e la conseguente esplosione del sistema vulcanico indiano, situato quasi esattamente dalla parte opposta del cratere messicano. I gas vulcanici, come metano e anidride carbonica, uniti alle polveri sollevate dall’asteroide si sarebbero quindi diffusi nell’atmosfera, creando una spessa coltre che ha bloccato i raggi solari, raffreddando la Terra.
A questo risultato, si agganciano le conclusioni del gruppo di ricerca di Princeton, secondo il quale ci furono quattro grandi eventi vulcanici, ognuno dei quali ha rilasciato quantità di magma e gas serra tali da modificare l’ecosistema dell’intero pianeta, dando inizio alle estinzioni di massa prima dell'arrivo dell'asteroide, che sarebbe avvenuto decine di migliaia di anni dopo.

Leggi tutto
Prossimo articolo
Segui Sky TG24 sui social:

SCELTI PER TE

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Schermata Home"

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Home"