Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video

Una pioggia di meteoriti ha forgiato la crosta terrestre, lo dice una ricerca

Foto di archivio (Getty Images)
1' di lettura

Studiando le più antiche formazioni rocciose presenti sulla Terra, un gruppo di geologi ha ipotizzato che solo il calore provocato da un bombardamento di materiale extraterrestre avrebbe causato la fusione delle rocce presenti sul pianeta 4 miliardi di anni fa 

Le più antiche formazioni rocciose sulla Terra nacquero quando una pioggia di meteoriti impattò con il suolo del pianeta più di quattro miliardi di anni fa. A sostenerlo, è uno studio pubblicato sulla rivista Nature Geoscience e condotto da un gruppo di scienziati della Curtin University di Perth (Australia). I risultati della ricerca sono stati presentati per la prima volta durante la conferenza Goldschmidt a Boston, una delle più importanti nel settore della geochimica.
I geologi hanno condotto delle analisi su dei campioni di rocce felsiche, contenenti grandi concentrazioni di silice e rinvenuti nel fiume Acasta vicino al Grande Lago degli Orsi, il più vasto specchio d’acqua dolce del Canada. Le pietre sono note come gli gneiss di Idiwhaa nella lingua Dogrib parlata dai Tlicho, un gruppo indigeno del Canada del nord.
Si stima che queste rocce abbiano circa 4.02 miliardi di anni, a giudicare dalla datazione uranio-piombo effettuata sui piccoli cristalli di zircone presenti al loro interno. I ricercatori hanno modellato il processo di formazione delle pietre osservandone la composizione chimica e misurando il punto di fusione dei vari minerali che le compongono.

Punto di fusione

L’autore dello studio, Tim Johnson della Curtin University, spiega che i risultati ottenuti dimostrano che le rocce del fiume Acasta derivano dalla fusione di pietre basaltiche ricche di ferro, preesistenti, note come anfiboliti, le quali si formarono sui livelli superiori della crosta terrestre primitiva. Per causare lo scioglimento di queste formazioni rocciose è necessaria una temperatura di 900° C, ottenibile solo in circostanze estreme. Con ogni probabilità, fu l’intenso calore generato da una pioggia di meteoriti a causare la fusione delle anfiboliti.

L’origine della crosta terrestre

L’impatto con i meteoriti non solo sciolse le rocce, ma causò anche la loro fusione con la crosta continentale per almeno tre chilometri di profondità. Si può dunque affermare che fu proprio l’impatto con il materiale extraterrestre a forgiare la parte più superficiale della litosfera.
Le rocce felsiche rinvenute dagli scienziati in Canada dovevano essere molto comuni quattro miliardi di anni fa, ma lo scorrere del tempo e lo sviluppo delle placche tettoniche le hanno rese una rarità.

Leggi tutto
Prossimo articolo
Segui Sky TG24 sui social:

SCELTI PER TE

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Schermata Home"

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Home"