Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video

Gli otto luoghi a Milano sulle tracce di Leonardo Da Vinci. FOTO

In occasione dei 500 anni dalla morte dello scienziato, artista e inventore del Rinascimento ecco l'itinerario nel capoluogo lombardo alla scoperta delle opere del genio: dal "Cenacolo" al "Codice atlantico", passando per il museo che porta il suo nome. LA FOTOGALLERY
  • ©Fotogramma
    In questo 2019 corre l'anniversario numero 500 dalla morte di Leonardo Da Vinci. Per l'occasione, ecco un itinerario a Milano alla scoperta dei luoghi e delle opere del genio toscano - Leonardo da Vinci, le 10 invenzioni più curiose
  • ©Fotogramma
    "Il Cenacolo" è considerato uno dei capolavori assoluti del panorama artistico italiano. Custodito nel Refettorio di Santa Maria delle Grazie, venne realizzato con una tecnica sperimentale, stendendo il colore sull’intonaco asciutto. Il complesso di Santa Maria delle Grazie, inoltre, dal 1980 è inserito nella lista del Patrimonio Unesco - Alla scoperta degli itinerari migliori
  • ©Fotogramma
    Il "Codice Atlantico" rappresenta la più vasta raccolta al mondo di disegni e scritti autografi di Leonardo Da Vinci, che vanno dall'anatomia alla matematica, passando per la geografia e l'architettura. L'opera è conservata sin dal 1637 a Milano presso la Veneranda Biblioteca Ambrosiana, a pochi passi dal Duomo - La vita di Leonardo da Vinci a teatro, per i 500 anni dalla morte
  • ©Fotogramma
    Alla Pinacoteca Ambrosiana di Milano è conservato anche "Il Ritratto di musico", dipinto a olio su tavola del 1485 - Scuderie del Quirinale, Leonardo da Vinci in mostra a 500 anni dalla morte
  • ©Fotogramma
    Sul retro della Casa degli Atellani (corso Magenta) si trova invece la Vigna di Leonardo che Ludovico il Moro avrebbe donato all'artista in segno di riconoscenza per "Il Cenacolo" - Il genio di Leonardo da Vinci in mostra a Roma
  • ©Fotogramma
    Un'altra testimonianza della presenza di Leonardo a Milano si trova all'interno del Castello Sforzesco: si tratta della Sala delle Asse, decorata nel 1498 da Leonardo con un finto pergolato, dove i rami intrecciati formano l'emblema vinciano del nodo che forma un cerchio che inscrive una doppia croce. La Sala dell'Asse sarà aperta di nuovo al pubblico a partire dal 16 maggio 2019 - Per i 500 anni di Leonardo a Milano la fermata Cordusio cambia nome
  • ©Fotogramma
    La Conca dell'Incoronata, l'unico resto del Naviglio della Martesana all'interno della cerchia delle mura spagnole di Milano, testimonia la genialità di Leonardo anche nel campo dell'ingegneria idraulica. Già dal 1482, infatti, come dimostrano gli scritti del "Codice Atlantico", lo scienziato aveva fatto studi in proposito. La Conca venne costruita nel 1496 durante il ducato di Ludovico il Moro - Milano, apre il laboratorio interattivo dedicato a Leonardo da Vinci
  • ©Fotogramma
    Il Museo Nazionale Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci custodisce la più importante collezione al mondo di modelli leonardeschi, realizzati tra il 1952 e il 1956 e frutto di un lavoro di interpretazione dei disegni di Leonardo da Vinci. La raccolta è costituita da più di 130 modelli che si collegano ai diversi campi di studio di Leonardo, dal volo all’ingegneria militare, dall'architettura alle macchine da lavoro - Leonardo da Vinci, lo strabismo causa della profondità nei dipinti
  • ©Getty Images
    All'ingresso del Piazzale dello Sport, vicino allo stadio Giuseppe Meazza di San siro, si trova una delle statue equestri più grandi al mondo: il Cavallo di Leonardo. Realizzata dalla scultrice statunitense Nina Akamu, è ispirata ai disegni originali di Leonardo da Vinci. L'opera originale fu concepita nel 1482 dal genio toscano su commissione di Ludovico il Moro, che voleva dedicare l'opera alla memoria del padre Francesco - New York, all'asta "Salvator Mundi" di Leonardo da Vinci
  • VEDI ANCHE

    Il genio di Leonardo da Vinci in mostra a Roma. FOTO

    Sfoglia la gallery >

    Oppure

    VAI ALLA SEZIONE FOTO

SCELTI PER TE