Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video

SpaceX, la capsula cargo Dragon non partirà prima del 3 maggio

I titoli di Sky Tg24 delle 8 del 2/5

2' di lettura

Il motivo è un guasto al sistema di alimentazione della Stazione orbitante. Si tratta del terzo rinvio per la missione che porterà all’equipaggio della Iss circa 2,5 tonnellate fra rifornimenti e materiali di ricambio  

La capsula Dragon della SpaceX, che porterà in orbita rifornimenti destinati alla Stazione Spaziale Internazionale (Iss), non partirà prima di venerdì 3 maggio. La decisione di posticipare nuovamente il lancio è stata presa di comune accordo tra l’agenzia spaziale di Elon Musk e la Nasa, in attesa di risolvere un problema al sistema di alimentazione della stazione orbitante. Inizialmente previsto per il 26 aprile, il lancio del razzo vettore Falcon 9, su cui è montata la Dragon, è stato rimandato una prima volta al 30 aprile, per poi subire un ulteriore rinvio di 24 ore. Una volta ottenuta l’autorizzazione, il cargo partirà da Cape Canaveral (Florida) e consegnerà all'equipaggio in orbita circa 2,5 tonnellate fra rifornimenti, materiali di ricambio e strumenti per esperimenti scientifici.

Nessun pericolo per l’equipaggio

Tramite un comunicato, la Nasa ha fatto sapere che al momento l’equipaggio non corre alcun pericolo: "I team stanno lavorando a un piano per sostituire con un robot l'unità guasta e ripristinare la piena potenza del sistema di alimentazione della stazione”.
Nel frattempo, SpaceX ha già condotto i controlli di routine e i test antincendio sul Falcon 9, attività standard che precedono ogni lancio. La missione che porterà in orbita il cargo Dragon sarà il diciassettesimo volo di consegna che l’azienda di Musk compirà per la Nasa.

Il primo lancio commerciale del Falcon Heavy

Lo scorso 12 aprile SpaceX ha completato con successo il primo lancio commerciale del razzo Falcon Heavy, che ha rilasciato in un'orbita geostazionaria il satellite per le telecomunicazioni Arabsat-6A. I tre booster del razzo sono atterrati perfettamente sulle piattaforme appositamente predisposte, il che li rende riutilizzabili in breve tempo per nuove missioni, aprendo così una nuova era nell’ambito dei lanci commerciali, caratterizzata da un notevole calo delle spese, Con i suoi 27 propulsori, il Falcon Heavy è il razzo più potente al mondo, come ha affermato Musk in persona, ed è in grado di trasportare in orbita bassa (tra i 160 e i 2mila chilometri dalla Terra) un carico di oltre 54 tonnellate.

Leggi tutto
Prossimo articolo
Segui Sky TG24 sui social:

SCELTI PER TE

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Schermata Home"

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Home"