SpaceX, razzo fuori controllo in rotta di collisione con la Luna

Scienze
©IPA/Fotogramma
Largest full moon of the year - The perfect shaped moon called Supermoon is seen in the night sky of Calvi, CORSICA, FRANCE on April 7, 2020. La plus grande super lune de 2020, bien qu'elle soit appelée la Super Lune Rose, n'a pas de couleur différente et peut être vue entre le 7 et le 9 avril 2020. Ici a Calvi en Corse. Le 7 Avril 2020

Il razzo dovrebbe scontrarsi con la Luna a una velocità di circa 2,58 km/s nel giro di poche settimane. L'impatto non avrà però conseguenze particolari

Un razzo SpaceX è in rotta di collisione con la Luna dopo aver trascorso quasi sette anni nello spazio. Secondo gli esperti contattati dal Guardian,  il secondo stadio del Falcon 9  dovrebbe scontrarsi con la Luna a una velocità di circa 2,58 km/s nel giro di poche settimane. Bill Gray, sviluppatore software per tracciare oggetti vicini alla Terra, asteroidi, pianeti minori e comete, ha affermato che il razzo molto probabilmente colpirà il lato vicino all'equatore il 4 marzo. 

Primo impatto lunare accidentale

approfondimento

Spazio, la Cina contro Elon Musk: “Rischio collisioni con Space X”

L'evento non dovrebbe avere particolari conseguenze, ma potrebbe diventare il primo impatto lunare accidentalmente provocato da un lanciatore finito fuori controllo al termine della sua missione. Il razzo è stato originariamente lanciato dalla Florida nel febbraio 2015 come parte di una missione interplanetaria per inviare un satellite meteorologico spaziale in un viaggio di un milione di miglia. Dopo aver completato una lunga combustione dei suoi motori e aver inviato il Deep Space Climate Observatory della NOAA - l'agenzia federale Usa che si occupa di clima, oceani e meteo - verso il punto di Lagrange, il secondo stadio staccatosi dal satellite ha però iniziato a seguire un'orbita piuttosto caotica e fuori controllo. Questo sarebbe avvenuto perché il razzo era rimasto con una quantità di carburante non sufficiente a tornare verso l'atmosfera terrestre e non poteva contare su una spinta che gli permettesse di sfuggire alla gravità del sistema Terra-Luna. 

Scienze: I più letti