GB, scoperto fossile di millepiedi gigante grande quanto un’auto

Scienze

 Ad effettuare il rinvenimento in una spiaggia a nord del Paese sono stati i ricercatori dell'Università di Cambridge ed i loro risultati sono riportati nel Journal of the Geological Society

Il più grande fossile mai visto di un gigantesco millepiedi, grande quanto un'auto, è stato trovato su una spiaggia nel nord dell'Inghilterra. Ad effettuare la scoperta sono stati i ricercatori dell'Università di Cambridge ed i loro risultati sono riportati nel Journal of the Geological Society. Il fossile, i resti di una creatura chiamata Arthropleura, risale al periodo Carbonifero, cioè a circa 326 milioni di anni fa, oltre 100 milioni di anni prima dell'era dei dinosauri. Il fossile rivela che l'Arthropleura potrebbe essere l'animale invertebrato più grande di tutti i tempi, più grande degli antichi scorpioni di mare, che erano i precedenti detentori del record. 

Il rinvenimento nei pressi di Newcastle

approfondimento

Cina, trovato fossile dinosauro rannicchiato in uovo come un pulcino

 

L'esemplare, trovato su una spiaggia del Northumberland a circa 40 miglia a nord di Newcastle, è costituito da più segmenti di esoscheletro articolati, sostanzialmente simili nella forma ai moderni millepiedi. E' solo il terzo fossile del genere mai trovato. E' anche il più antico e il piu' grande: il segmento è lungo circa 75 centimetri, mentre si stima che la creatura originaria misurasse circa 2,7 metri di lunghezza e pesasse circa 50 chilogrammi. "E' stata una scoperta completamente casuale - ha detto Neil Davies del Dipartimento di Scienze della Terra di Cambridge e autore principale dell'articolo - il modo in cui il masso era caduto, si era spaccato e ha esposto perfettamente il fossile, che uno dei nostri ex studenti di dottorato ha notato mentre passava". A differenza del clima fresco e umido associato oggi alla regione, il Northumberland aveva un clima più tropicale nel periodo Carbonifero, quando la Gran Bretagna si trovava vicino all'Equatore. Gli invertebrati e i primi anfibi vivevano della vegetazione sparsa intorno a una serie di torrenti e fiumi. L'esemplare identificato dai ricercatori e' stato ritrovato in un canale fluviale fossilizzato: si trattava probabilmente di un segmento molato dell'esoscheletro dell'Arthropleura che si è riempito di sabbia, conservandolo per centinaia di milioni di anni. Le grandi dimensioni di Arthropleura sono state precedentemente attribuite a un picco dell'ossigeno atmosferico durante il tardo Carbonifero e il Permiano, ma poiche' il nuovo fossile proviene da rocce depositate prima di questo picco, mostra che l'ossigeno non puo' essere l'unica spiegazione.

Scienze: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24