Cervello, le aree essenziali e le loro funzioni

Scienze

Costudito dalla scatola cranica è uno degli organi più grandi e complessi dell’essere umano. Ecco nel dettaglio le principali strutture che lo compongono e le loro funzioni 

Il cervello si trova all’interno della scatola cranica la cui funzione è quella di proteggerlo. Si tratta di uno degli organi più grandi e complessi dell’essere umano, al cui interno, come spiega nel dettaglio il portale ufficiale dell'Humanitas, rinomato polo ospedaliero nel Milanese, sono presenti varie strutture e miliardi di nervi che comunicano tra loro attraverso le sinapsi che permettono il passaggio dell’impulso nervoso. Prima di addentrarci nelle diverse aree che lo compongono e nelle sue molteplici funzioni, dal controllo del respiro alla generazione di pensieri ed emozioni, è opportuno localizzare la sua posizione e il suo ruolo all’interno del corpo umano. Il cervello è diviso in due diversi emisferi uniti dal corpo calloso, che tramite il tronco encefalo comunica con il midollo spinale. Il suo strato più esterno è la corteccia cerebrale, mentre al suo centro sono presenti i gangli basali e alla base, sulla parte posteriore c’è il cervelletto. Ecco nel dettaglio le principali strutture che compongono il cervello e loro funzioni.

Cervelletto

Il cervelletto situato alla base del cervello, appena sopra al tronco cerebrale, rappresenta circa il 10% del suo volume totale. Formato da due emisferi nei quali sono presenti oltre il 50% dei neuroni totali del cervello, è la sede del controllo dei movimenti e contribuisce una lunga serie di funzioni associate al movimento. Fondamentale per impostare la postura e rimanere in equilibrio, il cervelletto gestisce i movimenti volontari e gioca un ruolo importante anche nella gestione delle funzioni cognitive, quali nella capacità del linguaggio.

Corteccia cerebrale e lobi

La corteccia cerebrare, conosciuta anche come “materia grigia”, è l’area del cervello in cui nascono i pensieri e che contribuisce alla gestione dei movimenti volontari. Anche i diversi lobi da cui è composta hanno funzioni differenti tra loro. I frontali sono responsabili della capacità di risolvere i problemi, della capacità di giudizio e delle funzioni motorie. I lobi parietali controllano le sensazioni, la capacità di scrivere a mano e la posizione del corpo. Quelli temporali partecipano alla memoria e all'udito. Il lobo occipitale, invece, è in grado di processare le immagini.

L’ipotalamo, l’amigdala e l’ippocampo e le loro funzioni

Nel cervello troviamo anche l’ipotalamo. Si tratta di una struttura che gestisce i dati che provengono dal sistema nervoso autonomo. Il suo ruolo contribuisce alla regolazione di diversi funzioni, quali l'alimentazione, il comportamento sessuale, il riposo, il controllo della temperatura corporea, la produzione di ormoni e il movimento. L’amigdala, invece, è l’area responsabile dei comportamenti aggressivi, mentre l’ippocampo gioca un ruolo fondamentale nell’apprendimento e nell’acquisizione di nuove informazioni. L’ippotalamo, l’amigdala e l’ippocampo insieme costituiscono il sistema libico, che controlla le emozioni.

L’epifisi e ipofisi

Nel cervello sono presenti anche l’epifisi e l’ipofisi. La funzione della prima è ancora oggi in parte sconosciuta. Stando alle informazioni emerse dalla ricerca finora sembra essere coinvolta nella maturazione sessuale. L’ipofisi gioca un ruolo fondamentale nella produzione di ormoni, tramite i quali gestisce la crescita, lo sviluppo e la funzione di vari organi e ghiandole. 

Scienze: I più letti