La Notte della Luna, telescopi puntati verso il satellite della Terra

Scienze

La notte del 5 ottobre è l’International Observe the Moon Night (InOMN): in tutto il mondo sono in programma vari eventi dedicati all'osservazione lunare 

La notte del 5 ottobre è l’International Observe the Moon Night (InOMN), un’iniziativa della Nasa che dal 2010 promuove l’esplorazione lunare e l’osservazione celeste.
Per l’occasione sono in programma in tutto il mondo una lunga serie di iniziative che terranno milioni di persone con gli occhi puntati verso il cielo, pronti ad ammirare la Luna in tutta il suo splendore.
La Notte della Luna cade ogni anno tra settembre e ottobre, quando il satellite è intorno al primo trimestre.

Perché si festeggia la Notte della Luna

L’InOMN, come spiega la nasa sul sito dedicato, è un’iniziativa nata dieci anni fa, "sull'onda dell'entusiasmo generato dall'ingresso nell'orbita lunare delle missioni Lunar Reconnaissance Orbiter (LRO) e Lunar Crater Observation and Sensing Satellite (LCROSS). scrive la Nasa.
Con il tempo sempre più Paesi hanno deciso di aderire all’iniziativa, che è ormai diventata di rilevanza internazionale: la festeggiano anche sulla Stazione Spaziale Internazionale.

Telescopi puntati verso la Luna: eventi in programma

In tutto il mondo per l’occasione sono in programma 1529 eventi.
In Italia, la Notte della Luna è promossa dall'Istituto Nazionale di Astrofisica (Inaf) e dall'Unione Astrofili Italiani (Uai).
"È un'opportunità per avvicinare il grande pubblico all'astronomia", ha spiegato Giuseppe Cutispoto, astronomo dell'Osservatorio di Catania dell'Inaf. Per l’occasione proprio questa sera verrà aperto l'osservatorio di Serra La Nave, ai piedi dell'Etna.
"Il nostro satellite è al suo primo quarto e l'osservazione è più favorevole, perché è possibile vedere la linea di confine tra la parte illuminata e quella al buio, il cosiddetto terminatore, dove le ombre sono più lunghe e si ha l'impressione di una visione in 3D", spiega Pasqua Gandolfi, dell'Uai. "A rendere la Notte della Luna ancora più suggestiva c'è la congiunzione con Saturno".
Gianluca Masi, responsabile del Virtual Telescope ,ha annunciato che per l’occasione verrà installata la strumentazione professionale sulla torretta del complesso monumentale di Santo Spirito in Sassia, lungo il Tevere.
"Dai tempi più remoti la Luna è parte essenziale della nostra cultura e vita sociale. Questa notte è una buona occasione per ammirarla più in dettaglio, a partire dal luogo dello sbarco dell'Apollo 11: il Mare della Tranquillità”, ha dichiarato l’esperto.  

Scienze: I più letti