Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video

Riprodotto il profumo utilizzato da Cleopatra: era a base di mirra

I titoli delle 8 di Sky TG24 del 22/08

2' di lettura

La fragranza, ricreata dai ricercatori dell’Università delle Hawaii di Manoa, potrà essere annusata da tutte le persone che visiteranno la mostra ‘Queen of Egypt’ del National Geographic Museum entro il 15 settembre 

Che profumo utilizzava Cleopatra? Secondo una ricostruzione realizzata dai ricercatori dell’Università delle Hawaii di Manoa era speziato, muschiato e aveva una base di mirra che, unita ad altri ingredienti e aromi (come l’olio d’oliva e la cannella), dava vita a una fragranza unica nel suo genere. Il percorso che ha portato gli esperti a giungere a questa conclusione è iniziato durante gli scavi condotti nel sito di Tell Timai. Un tempo, questa antica città egizia era la patria dei più famosi profumi dell’antichità, ossia Mendesian e Metopian. Nel 2012, il gruppo guidato da Robert Littman e Jay Silverstein ha trovato una casa vicino alle fornaci usate in passato per realizzare le bottiglie di profumo: al suo interno erano presenti una riserva di monete d’argento e vari gioielli. Ciò ha indotto gli archeologi a pensare che quell'abitazione appartenesse a un mercante di profumi.

La ricreazione del profumo

Gli esperti hanno deciso di condurre un’analisi chimica dei contenitori trovati nei pressi dell’abitazione per verificare l’eventuale presenza di tracce dei liquidi un tempo presenti al loro interno. Hanno così scoperto che gli egizi utilizzavano dell’argilla importata per produrre delle raffinate bottiglie di profumi. Inoltre, grazie alla collaborazione con gli esperti Dora Goldsmith e Sean Coughlin sono riusciti a rielaborare la ricetta alla base delle antiche fragranze, basandosi su degli antichi testi greci riguardanti proprio Mendesian e Metopian. Per riprodurre il profumo utilizzato da Cleopatra, gli studiosi hanno aggiunto alla mirra altri oli e ingredienti naturali. "Il Mendesian ha una base di mirra e un odore molto piacevole, simile a quello di un incenso leggero, mentre il Metopian sa molto più di muschio ed è maggiormente penetrante”, spiega Jay Silverstein. "Cleopatra che era un'appassionata di profumi, potrebbe aver apprezzato il Mendesian, secondo quanto suggeriscono i testi", conclude l’esperto. Fino al 15 settembre i visitatori della mostra ‘Queen of Egypt’ del National Geographic Museum (a Washington) potranno annusare la ricostruzione della fragranza utilizzata da Cleopatra.

Leggi tutto
Prossimo articolo
Segui Sky TG24 sui social:

SCELTI PER TE

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Schermata Home"

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Home"