Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video

Farmaci, allerta Aifa: potrebbero circolare confezioni false

I titoli di Sky Tg24 delle 13 del 12/07

2' di lettura

A diffondere l’allarme è l’Agenzia Italiana del Farmaco, che in un rapid alert internazionale invita gli operatori a controllare con attenzione le forniture di Neupro, Vimpat, Clexane e Spiriva 

In Italia potrebbero circolare confezioni di quattro medicinali sprovviste del bollino identificativo, un chiaro segnale della loro probabile dubbia provenienza. A diffondere l’allarme è l’Aifa, che in un rapid alert internazionale invita gli operatori a controllare con attenzione le forniture di Neupro, Vimpat, Clexane e Spiriva. La diramazione dell’alert da parte dell’Agenzia Italiana del Farmaco arriva dopo una segnalazione delle autorità britanniche, avvenuta in seguito al ritrovamento di scatole di farmaci contraffatte.

I farmaci coinvolti: quali sono e a cosa servono

I farmaci con confezioni che potrebbero essere di provenienza illecita o falsa sono Neupro, Vimpat, Clexane e Spiriva.
Neupro è un medicinale comunemente somministrato ai pazienti affetti dal Parkinson. Vimpat serve, invece, per combattere le crisi epilettiche. Clexane è un farmaco che agisce come anticoagulante. Per quanto riguarda Spiriva, si tratta di un farmaco destinato al trattamento della Bpco, la broncopneumopatia cronica ostruttiva.

La nota di Federfarma

Nel rapid alert l’Agenzia Italiana del Farmaco ha elencato tutti i marchi e i lotti che potrebbero avere confezioni non in regola, invitando tutti gli operatori ad assicurarsi dell’integrità dei medicinali e a segnalare eventuali anomalie.
"Al fine di evitare l'ingresso di medicinali contraffatti nella catena di fornitura legale e per consentire alle autorità competenti i dovuti controlli finalizzati a identificare eventuali confezioni sospette, l'AIFA invita gli operatori a segnalare agli indirizzi: medicrime@aifa.gov.it e d.digiorgio@aifa.gov.it ogni anomalia in caso di rinvenimento di confezioni con caratteristiche non conformi o eventuali offerte di acquisto dei prodotti menzionati nella lista”, si legge in una nota di Federfarma che continua: "L'allerta rapida diffusa riguardava la specifica anomalia di farmaci privi di bollino ottico. Pertanto, qualora le confezioni presenti in farmacia non presentino elementi di criticità ma siano complete di bollino ottico, e regolarmente acquistate presso il proprio fornitore abituale, sono regolarmente vendibili”.

Leggi tutto
Prossimo articolo
Segui Sky TG24 sui social:

SCELTI PER TE

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Schermata Home"

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Home"