Mandelli (Fofi): "È necessario investire sul personale e sulla sanità"

Salute e Benessere
©LaPresse

Per Mandelli, è necessario "investire di più in sanità, potenziando la prossimità e puntando su quei professionisti, come medici di medicina generale, farmacisti e infermieri, che già oggi sono il punto di riferimento dei cittadini"

ascolta articolo

Iscriviti alla nostra newsletter per restare sempre aggiornato

 

Dopo l’intervento sulla decisione della Consulta - che ha respinto i ricorsi contro l'obbligo vaccinale per i professionisti sanitari - il presidente della Federazione degli Ordini dei Farmacisti Italiani (Fofi), Andrea Mandelli, è intervenuto ai microfoni di Sky TG24 per ribadire il peso del contributo dei professionisti sanitari durante la pandemia, e l’importanza di investire nuovi fondi nella sanità. "È tempo di investire di più in sanità, potenziando la prossimità e puntando su quei professionisti, come medici di medicina generale, farmacisti e infermieri, che già oggi sono il punto di riferimento dei cittadini e che collaborano all'interno di quella rete multiprofessionale indicata dalla riforma dell'assistenza territoriale", ha affermato.

Le parole di Mandelli

approfondimento

Obbligo vaccinale sanitari, Fofi: "Consulta conferma valore vaccini"

 

Secondo Mandelli, "il contributo dei professionisti sanitari durante la pandemia è stato straordinario: ora è indispensabile investire sul personale sanitario per aumentare il numero dei professionisti e garantire una retribuzione economica adeguata all'impegno profuso quotidianamente al servizio della salute degli italiani". Secondo il presidente, intervenuto anche per parlare del Pnrr, "piuttosto che creare nuove infrastrutture che presentano numerose criticità per una efficace implementazione, sarebbe opportuno rafforzare quelle strutture che già funzionano, a partire dai farmacisti e dalle farmacie di comunità. Proprio ieri, in Lombardia abbiamo raggiunto un milione di dosi di vaccino anti-Covid somministrate nelle farmacie, con punte di oltre settemila vaccinazioni al giorno. E stiamo contribuendo in maniera determinante alla campagna antinfluenzale che in Lombardia è gratuita per tutta la popolazione", ha infine concluso.

L'intervento sui vaccini

 

Sulla decisione della Consulta che ha respinto i ricorsi contro l'obbligo vaccinale per i professionisti sanitari, Mandelli si era mostrato soddisfatto al momento della decisione. "Al di là di ciò che la legge impone, sottoporsi alla vaccinazione significa avere fiducia nella scienza che è il faro che guida la nostra attività professionale. Per questo, proseguiremo nel nostro impegno di sensibilizzare i cittadini sulla validità delle vaccinazioni. Oggi c'è bisogno di recuperare terreno sulla quarta dose di vaccino anti-Covid per i fragili e di aumentare le coperture per l’influenza", aveva dichiarato. 

Salute e benessere: Più letti