Covid, Zaia: "Non è più il virus di prima"

Salute e Benessere
©Ansa

Lo ha dichiarato il presidente del Veneto, Luca Zaia, commentando il calo di nuovi casi registrato in Veneto rispetto alle scorse settimane

 

ascolta articolo

Iscriviti alla nostra newsletter per restare sempre aggiornato

 

Il Sars-CoV-2 responsabile del Covid-19 "di certo, non è più il virus di prima: si sta endemizzando e ospedalizza di gran lunga di meno". Lo ha dichiarato il presidente del Veneto, Luca Zaia, commentando l'andamento della pandemia di Covid-19 in Italia e nella Regione. (COVID: LE ULTIME NOTIZIE IN DIRETTA - VACCINO COVID: DATI E GRAFICI SULLE SOMMINISTRAZIONI IN ITALIA, REGIONE PER REGIONE)

Zaia: "Curve rispettano l'andamento che avevamo previsto"

vedi anche

Tutti i video sulla pandemia di Covid-19

Sempre in riferimento al calo di nuovi casi registrato in Veneto rispetto alle scorse settimane, Zaia ha poi sottolineato: "Le curve ci dicono che abbiamo rispecchiato l'andamento che avevamo dal punto di vista previsionale, rispetto al Portogallo". "Ci aspettavamo il picco verso fine luglio per poi andare in "atterraggio morbido", ed è ciò che sta succedendo", ha aggiunto, per poi sottolineare che alla luce dei dati, "non servono restrizioni, nemmeno a livello scolastico". "Ci stiamo comunque preparando per l'autunno con la doppia vaccinazione da mettere a disposizione dei cittadini", ha proseguito il presidente del Veneto.  

Zaia: "Serve Governo per affrontare disavanzi sanità Regioni"

"Speriamo di avere un governo, quello che uscirà dalle urne, con cui confrontarci sui dossier, prima quello dell'Autonomia ma anche il grande tema del disavanzo delle spese sanitarie che come regioni dobbiamo affrontare", ha poi dichiarato Zaia, preannunciando l'approvazione in Giunta regionale della Legge di Bilancio per il 2023. "Siamo in una situazione non facile che condivido con i colleghi presidenti. Il post Covid ha massacrato i bilanci, la congiuntura economica è in difficoltà e siamo preoccupati per l'autunno. In Veneto abbiamo speso oltre 1,5 miliardi per il Covid, e come per tutti i miei colleghi abbiamo la necessità che a livello nazionale ci sia riconosciuta questa necessità", ha concluso.

Salute e benessere: Più letti