Covid, Oms: "Troppo presto per dichiarare vittoria"

Salute e Benessere
©IPA/Fotogramma

È il monito lanciato dal direttore generale dell'Organizzazione mondiale della sanità, Tedros Adhanom Ghebreyesus, durante un briefing da Ginevra

ascolta articolo

Durante il consueto briefing da Ginevra, il direttore generale dell'Organizzazione mondiale della sanità (Oms), Tedros Adhanom Ghebreyesus ha fatto il punto sulla situazione Covid nel mondo. "È incoraggiante vedere che i morti per Covid-19 sono ora in calo nella maggior parte delle regioni" del mondo e "fa piacere vedere che alcuni Paesi sono in grado di allentare le restrizioni, senza che i loro sistemi sanitari siano sopraffatti", ma "è troppo presto per dichiarare la vittoria su Covid-19", ha dichiarato, invitando tutti i Paesi alla prudenza. (COVID: LE ULTIME NOTIZIE IN DIRETTA - VACCINO COVID: DATI E GRAFICI SULLE SOMMINISTRAZIONI IN ITALIA, REGIONE PER REGIONE)

Oms: "La minaccia di una nuova variante rimane reale"

approfondimento

Covid in Italia e nel mondo: le ultime notizie del 2 marzo. LIVE

Il direttore dell'Oms ha poi sottolineato che il coronavirus continua a correre in molti Paesi, mettendo sotto pressione i loro sistemi sanitari. "Ci sono ancora molti Paesi con alti tassi di ospedalizzazione e morte e bassi tassi di copertura vaccinale. E, con un'elevata trasmissione di Sars-CoV-2, la minaccia di una nuova e più pericolosa variante rimane molto reale", ha avvertito Tedros Adhanom Ghebreyesus. "Continuiamo quindi a esortare tutte le persone in tutti i Paesi a prestare attenzione" al rischio contagio, ha aggiunto, "e invitiamo tutti i Governi ad aiutare le loro popolazioni" nella missione di "proteggere se stessi e gli altri" dal virus.

Salute e benessere: Più letti