Covid, Crisanti: "Superato il picco? Lo capiremo nei prossimi giorni"

Salute e Benessere
©Ansa

Secondo il virologo Andrea Crisanti, direttore del Dipartimento di medicina molecolare dell'università di Padova, quella in corso sarà la settimana decisiva per capire se siamo arrivati al plateau della curva di Omicron o se ci sarà una piccola ricrescita dei casi legata alla ripresa delle lezioni

L'andamento dell'epidemia di Omicron in Italia e i possibili effetti della riapertura delle scuole sulla curva epidemiologica. Sono i temi affrontati da Andrea Crisanti, direttore del Dipartimento di medicina molecolare dell'università di Padova, in un'intervista all'Adnkronos Salute.
Secondo il virologo, quella in corso sarà la settimana decisiva per capire se "abbiamo superato il picco" o se ci sarà una piccola ricrescita dei casi Covid legata alla ripresa delle lezioni dopo le festività natalizie.(COVID: LE ULTIME NOTIZIE IN DIRETTA - VACCINO COVID: DATI E GRAFICI SULLE SOMMINISTRAZIONI IN ITALIA, REGIONE PER REGIONE)

"Penso che siamo arrivati al plateau della curva Omicron"

approfondimento

Covid in Italia e nel mondo, ultime notizie di oggi 26 gennaio

Siamo arrivati al plateau della curva di Omicron in Italia? "Insomma. Ieri ci sono stati dei segni di aumento dei casi, ma comunque penso di sì", ha risposto il Crisanti, ribadendo che nei prossimi giorni si potrà capire se l'ultima ondata di Covid-19, alimentata dalla diffusione della variante Omicron del coronavirus Sars-CoV-2, "ha preso la direzione sperata, quella che porta alla fine".

 

 

"Quarta dose? Siamo nella totale confusione, mancano i dati"

 

Sulla quarta dose del vaccino anti-Covid "siamo nella totale confusione e la colpa è delle ditte che non rilasciano i dati. Ad oggi non si sa se servirà o meno. Brancoliamo nel buio", ha aggiunto il virologo. Anche se sia controproducente la strategia di troppi richiami ripetuti e ravvicinati, "non lo sa nessuno. Brancoliamo nel buio in questo momento", ha ribadito. Commentando poi la durata del stato di emergenza, in scadenza il 31 marzo, secondo Crisanti è il arrivato il momento che si esca da questa fase. "Sarebbe pure ora che finisse. Perché anche il prolungamento dello stato di emergenza è una manifestazione del fatto che non ci si è adattati all'emergenza", ha dichiarato.

 

 

"Via mascherine all'aperto con importante calo dei contagi"

 

Sempre in riferimento agli ultimi numeri della pandemia di Covid-19, in un recente intervento a Rai Radio1, ospite di Un Giorno da Pecora, il professor Crisanti ha riferito che l'Italia al momento è "in una situazione transitoria ma meno peggio di quanto credevamo due mesi fa". Dalle prossime settimane, secondo il virologo, "ci sarà un importante calo della curva dei contagi: quello sarà il momento di liberare tutto, di togliere le mascherine all'aperto, tenendole solo sui mezzi di trasporto e negli assembramenti, e di eliminare gran parte delle restrizioni".

Salute e benessere: Più letti