Covid, l'Ema valuta l'autorizzazione del vaccino di Novavax

Salute e Benessere
©Ansa

Il parere è atteso nel giro di poche settimane.  Lo ha comunicato l'agenzia europea del farmaco in una nota

L'agenzia europea del farmaco (Ema) ha avviato la valutazione di una richiesta di autorizzazione all'immissione in commercio condizionata per il vaccino anti-Covid messo a punto da Novavax, Nuvaxovid. Lo ha comunicato la stessa Ema in una nota, precisando che la valutazione procederà in tempi accelerati e un parere "potrebbe essere rilasciato entro settimane se i dati presentati sono sufficientemente solidi e completi per dimostrare l'efficacia, la sicurezza e la qualità del vaccino". (COVID: LE ULTIME NOTIZIE IN DIRETTA - VACCINO COVID: DATI E GRAFICI SULLE SOMMINISTRAZIONI IN ITALIA, REGIONE PER REGIONE)

L'annuncio dell'Ema

approfondimento

Covid in Italia e nel mondo: le ultime notizie del 17 novembre

Come spiegato nella nota, se "i benefici di Nuvaxovid superano i suoi rischi nella protezione contro il Covid-19, verrà concessa un'autorizzazione all'immissione in commercio condizionata per tutti i paesi Ue e dello Spazio economico europeo del preparato". Una decisione in merito potrebbe arrivare in pochi giorni. Un lasso di tempo così breve è possibile solo perché l'Ema ha già esaminato una parte sostanziale dei dati sul vaccino durante una revisione continua.

Come funziona il vaccino

Il vaccino messo a punto da Novavax si basa su una diversa tecnologia rispetto a quelli finora autorizzati in Ue. Prevede due dosi e può essere conservato in frigorifero. Nuvaxovid contiene minuscole particelle ricavate da una versione di una proteina trovata sulla superficie di Sars-Cov-2 (la proteina spike), che è stata prodotta in laboratorio, e un "adiuvante", una sostanza che aiuta a rafforzare le risposte immunitarie al vaccino.
Come spiegato dall'Ema, quando a una persona viene somministrato il vaccino, il suo sistema immunitario identificherà le particelle proteiche come estranee e produrrà difese naturali - anticorpi e cellule T - contro di esse. Se, in seguito, la persona vaccinata entra in contatto con il virus Sars-Cov-2, il suo sistema immunitario riconoscerà la proteina spike sul virus e sarà pronto ad attaccarla. Al momento, Nuvaxovid è stato autorizzato per l'uso di emergenza solo in Indonesia.

Salute e benessere: Più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24