Covid, impennata di casi in Francia: da oggi green pass obbligatorio per cinema e musei

Salute e Benessere
©Getty

Sono 21mila i contagi registrati nel Paese nelle ultime 24 ore, con un "aumento dei ricoveri e diverse centinaia di persone vulnerabili". Lo ha annunciato il ministro della Salute Olivier Véran. Il green pass sanitario, oppure un test anti-Covid negativo, sarà obbligatorio nei luoghi di cultura o di svago, come gli impianti sportivi, in cui siano presenti oltre 50 persone, rispetto alle 1.000 considerate in precedenza

 

 

Continua l'impennata dei casi di coronavirus in Francia. Sono 21mila i nuovi contagi registrati nel Paese nelle ultime 24 ore, con un "aumento dei ricoveri e diverse centinaia di persone vulnerabili". Lo ha annunciato il ministro della Salute Olivier Véran nel corso di un intervento all'Assemblea Nazionale.
Da questa mattina in Francia è obbligatorio il green pass sanitario oppure un test anti-Covid negativo per avere accesso a cinema, musei o impianti sportivi, come deciso dalle autorità d’Oltralpe. Con un provvedimento che poi, da inizio agosto, potrebbe essere esteso anche per caffè, ristoranti, treni e bus.

I motivi legati alle nuove restrizioni

approfondimento

Covid Francia, +150% di casi in una settimana: "Aumento mai visto"

La decisione, come confermato anche dal ministro della Salute Olivier Véran, è giunta dopo giorni di relativa calma, ma con i recenti nuovi casi di contagio da coronavirus che stanno esplodendo anche a causa, in particolare, della diffusione della variante Delta, rilevata nel Paese in forte progressione. In una settimana, in Francia, si è passati infatti da meno di 7.000 nuovi contagi a circa 18.000. Una situazione “mai vista”, ha riferito Véran, che sta spingendo l'esecutivo francese ad accelerare al massimo contro questo nemico invisibile. Intanto, il portavoce del governo, Gabriel Attal ha parlato ormai di “quarta ondata”, con il presidente Emmanuel Macron impegnato nel presiedere un consiglio di Difesa sanitario, presso l'Eliseo, con l’obiettivo di fare il punto della situazione. E, a breve, il premier Jean Castex sarà atteso in tv per illustrare le nuove misure anti-Covid alla popolazione francese. Tra le specifiche comunicate da governo transalpino, quella per cui da oggi il pass sanitario sarà obbligatorio nei luoghi di cultura o di svago, come gli impianti sportivi, in cui siano presenti oltre 50 persone, rispetto alle 1.000 considerate in precedenza. E proprio Castex potrebbe annunciare nuove restrizioni a livello locale, con l'Assemblea Nazionale che valuterà nelle prossime ore il progetto di legge per cui, da inizio agosto, il Green Pass potrebbe riguardare l’accesso anche a caffè, ristoranti, treni o bus di lunga percorrenza.

Costa: “In Italia, Green Pass può ampliare capienza di cinema e trasporti”

Il tema legato al Green Pass sta tenendo banco anche nel nostro Paese. “Dobbiamo affrontare queste settimane con tanta prudenza ma non dobbiamo trasformare la prudenza in paura. Da questo punto di vista la Carta verde, o Green Pass, va vista come un'opportunità”, ha detto Andrea Costa, sottosegretario alla Salute, intervenendo su Rai Radio1 e in merito ai provvedimenti che potrebbe varare a breve il Consiglio dei ministri sul documento, che a suo avviso dovranno essere “graduali”. Nel nostro Paese, ha proseguito Costa, “in cinema e teatri abbiamo una limitazione di capienza del 50% senza Carta verde. In questi casi potrebbe essere una opportunità per ampliarla, così come per i trasporti a lunga percorrenza”, ha poi aggiunto.

Salute e benessere: Più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24