Acqua nelle orecchie: i rimedi per liberare i condotti uditivi

Salute e Benessere
©Ansa

Per prevenire questo genere di problemi è opportuno asciugare bene le orecchie con un panno morbido non appena si esce dall’acqua. Ecco qualche suggerimento utile per porre fine a questa fastidiosa sensazione

La fastidiosa sensazione di avere acqua nelle orecchie è comune a tutti, sia dopo una semplice doccia che dopo un bagno in piscina o al mare. Si tratta di un fastidio per lo più innocuo, che spesso dura poco e senza conseguenze, ma a cui è meglio rimediare subito. Quando infatti l’acqua non fuoriesce dalle orecchie in maniera corretta, può rimanervi per giorni e talvolta causare problemi, quali infiammazione dell’orecchio. In un articolo, "Ok Salute" elenca una serie di rimedi per prevenire l'acqua nelle orecchie e per agevolare la sua fuoriuscita dai condotti uditivi. Ecco qualche suggerimento utile per porre fine a questa fastidiosa sensazione.

Come prevenire l'acqua nelle orecchie

approfondimento

Estate 2021, le spiagge aperte più belle in Italia. FOTO

Il primo consiglio per proteggere l'orecchio e prevenire eventuali ristagni di acqua al suo interno è quello di pulire subito le orecchie con un panno morbido non appena si esce dall’acqua. "Ok Salute" consiglia a chi ha in programma una giornata al mare o in piscina e prevede di fare tanti tuffi, di agire preventivamente procurandosi delle apposite gocce, a base di tea tree oil e olio di oliva, che creano una sorta di barriera all’interno dell’orecchio prevenendo eventuali ristagni di acqua.

Come favorire la fuoriuscita dell'acqua dalle orecchie

Quanto ai rimedi per far uscire delicatamente l’acqua dalle orecchie, può essere utile provare a inclinare la testa da un lato e tirare gentilmente il lobo dell'orecchio verso la spalla. Si può procedere anche facendo dei movimenti di rotazione e contrazione del braccio del lato interessato, tenendolo ben teso all’infuori.
Se questi rimedi risultano inefficaci, può essere utile muovere la mandibola, sbadigliando o masticando. Per agevolare la fuoriuscita dell'acqua, la fonte consiglia anche di provare a scuotere la testa girando su stessi, o di rivolgere l’orecchio verso il basso e premere con il palmo della mano a brevi intervalli. Un altro rimedio è provare ad assorbire l’acqua con un fazzoletto morbido. Nel caso in cui questi metodi non dovessero risolvere il problema, è opportuno rivolgersi a un medico.

Salute e benessere: Più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24