Covid, l'ambasciata Usa a Roma sconsiglia di viaggiare in Italia

Salute e Benessere
©Ansa

Lo si è appreso da un “Travel Advisory", un’indicazione legata ad un possibile pericolo per chi decide di viaggiare sia per motivi di turismo sia per spostamenti non essenziali, o anche per lavoro. Lo ha pubblicato, sul proprio sito, l’ambasciata americana a Roma, segnalando che “i Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) hanno emesso un avviso sanitario di livello 4 per l'Italia a causa del Covid-19, che indica un livello molto alto di contagio nel Paese”

Non un vero e proprio divieto assoluto ma un cosiddetto "travel advisory", ovvero un’indicazione legata ad un possibile pericolo per chi decide di viaggiare sia per motivi di turismo sia per spostamenti non essenziali o anche per lavoro. E’ quello che è apparso nelle scorse ore sul sito dell’ambasciata americana a Roma e che, sostanzialmente, sconsiglia ai cittadini americani di viaggiare in Italia a causa dell’alto rischio di contagio da coronavirus.

Un avviso sanitario di livello 4

approfondimento

Covid in Italia e nel mondo: le notizie del 22 aprile

L’invito, come si legge, è dunque quello di “non viaggiare in Italia a causa del Covid-19”. In questo senso, prosegue la nota, “i Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) hanno emesso un avviso sanitario di livello 4 per l'Italia a causa del Covid-19, che indica un livello molto alto di contagio nel Paese” recita l’avviso. E viene ricordato, inoltre, che sono attualmente in vigore una serie di restrizioni che riguardano proprio l'ingresso dei cittadini americani nel nostro Paese. Nello stesso avviso, tra l’altro, viene anche segnalata un’altra questione, relativa al terrorismo. “L'Italia ha un rischio di vecchia data rappresentato da gruppi terroristici, che continuano a tramare possibili attacchi. I terroristi possono attaccare con poco o nessun preavviso, prendendo di mira località turistiche, snodi per il trasporto, mercati, centri commerciali, strutture del governo locale, hotel, club, ristoranti, luoghi di culto, parchi, grandi eventi sportivi e culturali, istituzioni educative, aeroporti e altre aree pubbliche”, riporta ancora l’ambasciata americana a Roma.

I dati legati ai contagi

Il tutto, mentre i casi di Covid nel mondo hanno superato quota 142 milioni, considerando i dati diffusi dalla Johns Hopkins University che quotidianamente monitora la situazione a livello globale. Per quanto riguarda i decessi, invece, è stato confermato il dato per cui gli stessi superano i 3 milioni a partire dall’inizio della pandemia. In Italia, infine, l’ultimo bilancio, relativo proprio a mercoledì 21 aprile, racconta di 13.844 nuovi casi e 364 morti.

Salute e benessere: Più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24