Covid, Ue: possibile autorizzazione emergenza anche su vaccini in attesa di approvazione

Salute e Benessere
©Ansa

Lo ha appreso l'Ansa a Bruxelles. La Commissione europea sarebbe già al lavoro su questa ipotesi, che tuttavia presenta degli ostacoli legali

L'autorizzazione d'emergenza Ue per l'uso dei vaccini anti-Covid, oltre agli adeguamenti per le varianti del coronavirus, potrebbe riguardare anche i nuovi farmaci che già rientrano nella strategia dell'Unione ma che non sono ancora stati approvati in Europa. Lo ha appreso l'Ansa a Bruxelles.
La Commissione europea sarebbe già al lavoro su questa ipotesi, che tuttavia presenta degli ostacoli legali.

Il programma Ue

approfondimento

Covid in Italia e nel mondo, le notizie del 3 marzo

L'ipotesi è già stata discussa in un primo giro di tavolo con i 27 leader.
Nel programma Ue, ancora da approvare, oltre al vaccino di Johnson&Johnson, che dopo il via libera dalla Fda potrebbe essere autorizzato dell'Ema (Agenzia europea del farmaco) l'11 marzo, rientrano anche Curevac e Sanofi. La Commissione europea dovrebbe siglare altri due contratti con Novavax e Valneva.

Vaccini: Ema, l'11 marzo possibile via libera a Johnson&Johnson

Come detto, il via libera dell'Agenzia europea del farmaco al vaccino monodose Johnson&Johnson potrebbe arrivare l'11 marzo, data in cui è fissata una sessione straordinaria del suo comitato per i medicinali per uso umano.  
"Quel giorno potrebbe essere emesso un parere sull'autorizzazione all'immissione in commercio di questo vaccino, a condizione che i dati presentati sulla qualità, la sicurezza e l'efficacia del vaccino siano sufficientemente solidi e completi e che qualsiasi informazione aggiuntiva richiesta per completare la valutazione sia prontamente presentata", ha reso noto l'Ema. Il vaccino, negli scorsi giorni, è stato autorizzato all'uso di emergenza dalla statunitense Food and Drug Administration. La Johnson&Johnson ha promesso di fornire agli Stati Uniti 100 milioni di dosi del suo vaccino entro la fine di giugno. Il presidente Joe Biden, salutando con entusiasmo il terzo farmaco approvato in Usa dopo quelli di Pfizer-BioNTech e Moderna, ha invitato gli americani a "non abbassare la guardia": "Questa è una fantastica notizia, nonché uno sviluppo incoraggiante nei nostri sforzi per porre fine alla crisi. Non è il momento, non possiamo pensare che oramai la vittoria contro il virus sia inevitabile".

Salute e benessere: Più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.