Sesso? Secondo uno studio si fa più a Capodanno che a Natale

Salute e Benessere

Lo stress dell'acquisto di regali dell'ultimo minuto e le abbuffate sembrano essere nemiche delle performance amorose. È quanto emerso da una ricerca della Stanford University in California, in base ai dati forniti da un'app per il monitoraggio del ciclo mestruale. Dopo le fatiche natalizie, sembra che l'atmosfera torni a scaldarsi a Capodanno

Un nuovo studio, condotto da un team di ricercatori della Stanford University in California, in base ai dati forniti da un'app per il monitoraggio del ciclo mestruale, ha dimostrato che le  festività e il giorno di San Valentino sono generalmente associati a un picco dell'attività sessuale. Tuttavia, come riporta il Guardian, il periodo che precede il Natale sembra essere escluso da questo trend.
Che si tratti dello stress dell'acquisto di regali dell'ultimo minuto o del consumo eccessivo di cibo e alcol, nel periodo che precede il Natale sembra diminuire la frequenza delle performance amorose. Questo calo è però compensato da un forte aumento dell'attività sessuale all'inizio del nuovo anno.

Lo studio: analizzati i dati dell'app Clue

approfondimento

Cos'è la giornata del benessere sessuale

 

Per giungere a queste conclusioni, i ricercatori, coordinati da Laura Symul della Stanford University in California, hanno analizzato i dati raccolti dall'app Clue, che include registri anonimi delle attività sessuali di oltre 500mila donne nel Regno Unito, Francia, Brasile e Stati Uniti. "Seppur le informazioni siano auto-segnalate, questa piattaforma offre il più grande set di dati in tempo reale sulle attività sessuali delle donne", ha precisato la coordinatrice del team di ricerca. Dall'analisi è emerso che nei tre giorni che precedono il Natale calano drasticamente le attività sessuali segnalate dalle utenti.

 

Le ipotesi degli esperti

 

Nel caso di donne più giovani o senza figli, come ha spiegato Symul, ciò potrebbe essere dovuto al fatto che trascorrono il Natale con i loro genitori. Per le madri, e in particolare quelle che lavorano, potrebbero esserci altri fattori in gioco. "Il Natale porta con sé molto lavoro e aspettative: dall'organizzazione e confezionamento di regali, al voler dare alla casa un aspetto diverso, a preparare cibi speciali", ha spiegato Kate Boyer, docente di human geography all'Università di Cardiff. "Nella maggior parte delle famiglie non c'è qualcuno a casa che possa occuparsi di queste attività, quindi si finisce per dedicare tutto il tempo disponibile ai lavori e alla cura dei bambini". Dopo Natale, invece, le utenti di Clue hanno segnalato un aumento importante dell'attività sessuale, con un picco a Capodanno.

Salute e benessere: Più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24