Covid-19, record di nuovi casi in Svezia: il lockdown è raccomandato

Salute e Benessere

L’unico Paese al mondo a non aver mai imposto il lockdown, secondo quanto riporta il Guardian, ha registrato nelle ultime 24 ore 1.870 nuovi contagi 

Record di nuovi contagi in Svezia. L’unico Paese al mondo a non aver mai imposto il lockdown, secondo quanto riporta il Guardian, ha registrato nelle ultime 24 ore 1.870 nuovi casi di coronavirus, il numero più alto dall'inizio della pandemia di Covid-19 (LE ULTIME NOTIZIE IN DIRETTA). Circa 200 casi in più rispetto al precedente record di casi giornalieri (1.698) registrato a fine giugno. L'agenzia sanitaria del Paese, commentando l’ultimo bollettino, ha affermato che probabilmente il picco durante la primavera è stato molto più alto, ma non è stato registrato a causa della mancanza di test. Quanto ai decessi, il bilancio totale delle vittime con coronavirus in Svezia ha raggiunto quota 5.918.  

Uppsala: lockdown raccomandato 

approfondimento

Coronavirus in Italia e nel mondo, le ultime news

 

Per cercare di arginare la crescita della curva epidemiologica in Svezia, la scorsa settimana l’Agenzia della salute e la regione di Uppsala, dopo aver allentato le restrizioni per gli anziani, hanno introdotto, o meglio suggerito, delle regole più stringenti per i cittadini residenti nella contea di Uppsala, valide fino al 3 novembre 2020. Alla popolazione è stato chiesto di evitare i trasporti pubblici e il contatto fisico con persone non conviventi e di partecipare a feste. La decisione, precisa in una nota l’Agenzia della salute svedese, “include anche linee guida generali più rigide per attività - come negozi e impianti sportivi - e luoghi di lavoro a Uppsala. I datori di lavoro sono invitati, tra le altre cose, a garantire che il personale possa lavorare da casa”.

"Non è un lockdown, in quanto ciò significherebbe chiudere l'intera società”, ha precisato Anders Tegnell, epidemiologo e consulente del governo svedese, in occasione della conferenza stampa di annuncio delle nuove "misure". Si tratta, dunque, di una sorta di lockdown raccomandato, in quanto le nuove regole sono raccomandazioni, non provvedimenti legislativi. 

“Ogni paese sta operando per il meglio ma nessuno sa quale sia la soluzione migliore”, ribadisce Lena Hallengren, il ministro della Salute svedese, in un filmato in cui cerca di chiarire i principi su cui si basa la strategia non coercitiva adottata dal governo svedese.

Nel Paese, infatti, non è obbligatorio l’uso della mascherina, né all’aperto né al chiuso, e continuano a rimanere aperti sia i ristoranti (e i bar) che le scuole.

Salute e benessere: Più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24