Obesità, le differenze di genere ed età potrebbero influenzare gli esiti delle cure

Salute e Benessere

Lo dicono i nuovi dati presentati all'European and International Congress on Obesity 2020. I problemi di peso in giovane età sono associati a una malattia più grave e rassegnazione

Le differenze tra uomo e donna nell'affrontare l'obesità, tendenza a sottovalutare la malattia, impatto più grave sulla salute fisica e mentale se la lotta al peso inizia in giovane età, sono le principali barriere alla cura dell'obesità. Il quadro emerge dai dati di un nuovo studio internazionale di Action Io (Awareness, Care, and Treatment In Obesity MaNagement - an International Observation), presentato da Novo Nordisk all'European and International Congress on Obesity 2020. 

Lo studio

 

La ricerca ha coinvolto undici paesi, oltre 14.500 persone con obesità e quasi 2.800 operatori sanitari. L’obiettivo era quello di identificare le percezioni, i comportamenti e gli ostacoli per la cura dell'obesità e capire in che modo fattori come genere ed età ne influenzino la gestione. Negli ultimi tempi sono arrivati infatti campanelli di allarme che, evidenziano come sia fondamentale una migliore comprensione di questi fenomeni, per la precisione il triplicarsi dei tassi di obesità nel mondo dal 1975 e più recentemente la pandemia Covid-19.

 

Le differenze tra uomini e donne

 

I nuovi dati presentati da Novo Nordisk all'European and International Congress on Obesity 2020 mostrano l’esistenza di differenze tra uomini e donne nell’affrontare l’obesità. In particolare, gli uomini hanno maggiori probabilità di segnalare complicanze cardio-metaboliche (10% rispetto al 4%), mentre le donne hanno il doppio delle probabilità di segnalare ansia o depressione (28% contro il 14%). Le donne sono più propense a fare diversi tentativi per perdere peso (4,6 di media rispetto a 3,1) e a sottoporsi al trattamento farmacologico o a quello chirurgico, anche se il 75 per cento riacquista peso dopo 6 mesi, rispetto ad oltre la metà degli uomini. Dalla ricerca emerge che molte persone con obesità sottovalutano la gravità della loro malattia, per questo tendono a non cercare l'aiuto di cui hanno bisogno per perdere peso in maniera efficace o per la cura di complicazioni legate alla malattia. Infine, lo studio dimostra l'urgenza di un intervento precoce: problemi di peso in giovane età sono associati a una malattia più grave e rassegnazione.

Salute e benessere: Più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24