Coronavirus, Sileri a Sky TG24: “Numeri buoni perché sono stabili”

Salute e Benessere

Lo ha riferito il viceministro della Salute in un intervento a Timeline, precisando che i nuovi positivi che si registrano in Italia in questi ultimi giorni “sono prevalentemente soggetti che vengono rinvenuti positivi perché viene fatta un’opera di screening accanto a qualcuno che si è ammalato o perché vengono fatti tamponi in determinate categorie di soggetti”

“I numeri sono buoni ormai da molto tempo, cioè sono stabili grazie all’opera che viene fatta quotidianamente. Mesi fa ci si aspettava un periodo peggiore, invece stiamo vivendo un buon controllo della malattia e dei focolai”. Lo ha riferito il viceministro della Salute Pierpaolo Sileri, in un intervento a Timeline su Sky TG24, precisando che i nuovi positivi che si registrano in Italia in questi ultimi ultimi giorni sono sempre intorno ai duecento e “sono prevalentemente soggetti che vengono rinvenuti positivi perché viene fatta un’opera di screening accanto a qualcuno che si è ammalato o perché vengono fatti tamponi in determinate categorie di soggetti”. 

“I numeri sono tendenzialmente stabili, non sono né migliorati né peggiorati. È quello che vivremo per alcune settimane da oggi, poi vedremo quello che accadrà a ottobre, se il virus rialzerà la testa. Al momento, continuando quello che stiamo facendo, immagino che rimarranno questi i numeri”, ha aggiunto commentando i dati sui contagi.

 

Sileri: “Posti in terapia intensiva rimangono stabili”

 

“Nei nostri ospedali i posti in terapia intensiva rimangono stabili, stanno calando più lentamente ma ieri avevamo cinquanta pazienti in terapia intensiva. Se tutto rimane così, non dico che arriveremo a zero ma credo vicinissimi alle pochissime unità”, ha aggiunto l’esperto, sottolineando che continuano a calare anche i posti occupati nei reparti di malattie infettive, di medicina interna o pneumologia. Un chiaro segnale che “la situazione è sotto controllo e dobbiamo mantenerla così. Forse l’estate ci ha aiutato ma le cose stanno andando secondo programma”.

Sileri: “Viviamo con responsabilità” 

 

Nel corso del suo intervento a Timeline, su Sky TG24, il viceministro della Salute Pierpaolo Sileri ha anche invitato a cittadini a vivere e a divertirti in sicurezza, ribadendo l’importanza delle misure anticontagio. “Cerchiamo di mantenere la distanza, che non significa che all’aperto non si possa stare per qualche minuto vicino a una persona. La mascherina cerchiamo di usarla in ambiente chiuso quando ci sono troppe persone intorno. Non deve diventare una fobia ma un atto normale, per proteggere gli altri e se stessi. Non posso dire non divertitevi, non posso dire di non baciarsi a delle persone che vogliono iniziare a frequentarsi, perché sarebbe una stupidaggine”, ha aggiunto Sileri. “Chi è sposato o chi ha una compagna in questo momento può uscire liberamente, mentre chi dopo molti mesi vuole frequentare delle persone e uscire liberamente che fa? Rimane a casa o non bacia un'altra persona perché deve rispettare un metro di distanza? Non diciamo scemenze. Viviamo, ma facciamolo con responsabilità".

 

Sileri: “Per riapertura scuole serve medico scolastico”  

 

Quanto alla riapertura della scuole, secondo Sileri sarà fondamentale il ruolo del medico scolastico. “Vanno bene i tamponi, vanno bene i test, va bene la distanza, io però metterei al primo posto il medico scolastico, che dà sicurezza agli insegnanti e alle famiglie. Poi da lì si lavora. Il medico scolastico è la chiave di volta”, ha commentato il viceministro della Salute Pierpaolo Sileri rispondendo a una domanda sulla riaperture delle scuole.

Salute e benessere: Più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24