Mascherine, quali usare con il caldo: i consigli dell’esperto Bassetti

Salute e Benessere

L’esperto, citando uno studio pubblicato sull'International Journal of Enviroment Research and Public Health, consiglia di indossare quelle chirurgiche anziché le N95 o Ffp2, in quanto queste ultime, oltre ad essere più scomode e ad aver minor aderenza, aumenterebbero la temperatura facciale 

Uno dei disagi che stanno affrontando i cittadini in queste settimane estive è legato proprio al dover indossare la mascherina con il caldo. Questi dispositivi di protezione rappresentano un’arma efficace nella lotta contro il coronavirus e il loro utilizzo è fondamentale soprattutto quando non è possibile rispettare le misure di distanziamento, ma doverli indossare per tante ore al caldo può essere poco piacevole, soprattutto se si opta per l’uso di modelli pesanti e poco aderenti al viso. 

In un post su Facebook l'infettivologo Matteo Bassetti, direttore della clinica Malattie infettive del Policlinico San Martino di Genova, citando i risultati di uno studio delle Università di Chieti-Pescara e Bari pubblicato sull’International Journal of Enviroment Research and Public Health, suggerisce di indossare quelle chirurgiche anziché le N95 o Ffp2. 

 

Bassetti: “Le N95 lasciamole agli operatori sanitari”

 

Nel post pubblicato sul suo profilo ufficiale, Bassetti, riferendosi ai risultati della ricerca, sconsiglia ai cittadini l’utilizzo delle mascherine N95 o Ffp2, specie ora che è comparso il caldo, in quanto oltre ad essere più scomode e costose e ad aver minor aderenza, non lascerebbero fluire il calore aumentando la temperatura del viso.

“Per strada vedo ancora troppa gente con le N95 perché pensano siano migliori. Lasciamole agli operatori sanitari e continuiamo ad usare, quando servono, le mascherine chirurgiche”, scrive l'esperto sul social.

 

Mascherine, le ultime linee guida dell’Oms 

 

Nell’ultimo aggiornamento delle raccomandazioni sull’utilizzo delle mascherine, l’Organizzazione Mondiale della Sanità ribadisce l’importanza del loro utilizzo e invitano i governi a incoraggiare il loro uso dove c'è un'ampia diffusione del virus e la distanza fisica è difficile da mantenere, come i trasporti pubblici, i negozi o in altri ambienti chiusi e affollati. 

Nel documento, gli esperti dell’Oms invitano le persone di età superiore a 60 anni e quelle con patologie pregresse a indossare una mascherina medica in situazioni in cui il distanziamento sociale non può essere mantenuto. Il resto della popolazione può indossare anche mascherine di tessuto a tre strati.

Salute e benessere: Più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24