Il 22 aprile si celebra la Giornata nazionale della salute della donna

Salute e Benessere

In occasione della quinta edizione della ricorrenza, istituita nel 2015, è stato anche attivato un numero verde dedicato completamente ai dubbi o ai quesiti legati alla salute femminile. A rispondere saranno oltre 100 dottoresse 

Il 22 aprile si celebra la Giornata nazionale della Salute della donna, ricorrenza istituita nel 2015 per sensibilizzare le donne italiane sui temi legati alla salute e proprio oggi, arriva una novità a loro dedicata, come ha spiegato Sandra Zampa, Sottosegretaria alla Salute. “L’emergenza sanitaria da Covid-19 non può farci trascurare questo importante appuntamento. Un nuovo numero verde gratuito, cui le donne potranno rivolgersi per ricevere risposte a dubbi e quesiti sul Coronavirus e sulla propria salute verrà attivato in occasione delle Giornata”.

Il numero verde per le donne

Le attività in favore delle donne, dunque, non si fermano e anzi si integrano con l’attivazione del numero verde gratuito 800-189441, un servizio di consulenza e ascolto reso possibile grazie ad AIDM, l’Associazione Italiana Donne Medico e a FISM, la Federazione delle Società Medico-Scientifiche Italiane, così come spiega un articolo apparso sul sito del Ministero della Salute. Si tratta, in sostanza, di un call center composto da 100 dottoresse che lavorano per rispondere ai quesiti di tutte le donne italiane. Un servizio, particolarmente importante in questi giorni di grave emergenza sanitaria, dedicato alle risposte a dubbi o quesiti legati alla salute femminile.

Le iniziative

La Giornata nazionale della salute della donna è promossa dal Ministero della Salute insieme alla Fondazione Atena Onlus e prevede molteplici manifestazioni ed incontri per approfondire temi centrali della salute al femminile, per il 2020 rinviate a settembre vista l’attuale emergenza sanitaria. Tra le iniziative degli anni passati quella chiamata “Fiume in Rosa” che, come racconta la madrina dell’evento Rocío Muñoz Morales (VIDEO), ha permesso di far incontrare oltre 100 donne da tutte Italia e che, come recita la locandina pubblicata proprio sul sito di Atena è dedicata in questi giorni “alle donne che come un fiume in rosa lavorano negli ospedali, nei laboratori e nei servizi essenziali e contribuiscono al benessere della collettività”. Tra le nuove iniziative, invece, il Ministero della Salute ha previsto la pubblicazione periodica sul proprio portale di infografiche specifiche su temi legati alla salute al femminile, pagine di approfondimento e di video testimonianze di donne impegnate quotidianamente nella lotta al Covid-19.

Un ringraziamento alle donne

‘’La Fondazione Atena Onlus, che da sempre si occupa di ricerca nel campo delle neuroscienze, promuove anche la cultura di una corretta informazione e prevenzione sanitaria, perché entrambe possono contribuire ad intercettare in tempo le patologie prima che diventi difficile combatterle”, ha spiegato Carla Vittoria Maira, Vicepresidente di Fondazione Atena Onlus. “Il mio ringraziamento va a tutte le donne che si fanno carico della salute delle proprie famiglie, quelle donne che portano sulle proprie spalle la gestione della salute del nostro Paese. E il mio ringraziamento speciale oggi va a quelle donne che, in prima linea, affrontano con determinazione e dedizione l’emergenza sanitaria da Covid-19”, sono invece le parole del Sottosegretario Zampa, che ha voluto anche specificare come la sanità sia gestita per oltre il 70% dalle donne, tra medici, infermiere, ostetriche e altre operatrici sanitarie. “Il loro lavoro è fondamentale per arginare l’emergenza da Covid-19 che il nostro Paese in particolare si trova ad affrontare”, ha detto.  

Salute e benessere: Più letti