Coronaviurs, Ema: in valutazione 40 farmaci e 12 vaccini contro Covid-19

Salute e Benessere

L’Agenzia europea del farmaco è in contatto con gli sviluppatori di una dozzina di potenziali vaccini contro Covid-19, due dei quali hanno già iniziato la prima fase di sperimentazione, condotta su volontari sani

Mentre prosegue la corsa al vaccino contro Covid-19 (LE ULTIME NOTIZIE IN DIRETTA), la comunità scientifica di tutto il mondo è costantemente al lavoro per studiare e testare nuove possibili terapie farmacologiche contro il nuovo coronavirus.
In questa corsa contro il tempo anche l’Agenzia europea del farmaco gioca un ruolo fondamentale a supporto del rapido sviluppo e approvazione di potenziali nuovi trattamenti e vaccini contro la patologia derivante dal nuovo coronavirus. Come annunciato sul suo sito ufficiale, l’Ema è attualmente impegnata nella valutazione di 40 farmaci e una dozzina di vaccini potenzialmente efficaci contro Covid-19.

12 vaccini potenzialmente efficaci contro Covid-19

L’Ema è in contatto con gli sviluppatori di una dozzina di potenziali vaccini, due dei quali hanno già iniziato la prima fase di sperimentazione, condotta su volontari sani. Tuttavia, è per ora difficile prevedere quando saranno pronti. “Sulla base delle informazioni attualmente disponibili e dell'esperienza passata con i tempi di sviluppo del vaccino, l'Ema stima che potrebbe essere necessario almeno un anno prima che un vaccino contro Covid-19 sia pronto per l'approvazione e disponibile in quantità sufficienti per consentire un uso diffuso", si legge sul sito dell'Ema.

In valutazione anche 40 farmaci

L’Agenzia europea del farmaco (Ema) sta valutando anche 40 farmaci potenzialmente efficaci contro Covid-19. Tuttavia, al momento, considerando i dati preliminari presentati all’Ema, non ci sono prove dell’efficacia di nessuno di questi farmaci.
Tra i potenziali trattamenti per COVID-19 sottoposti a studi clinici per valutare la loro sicurezza ed efficacia contro la malattia ci sono due antimalarici, due antivirali usati contro l'Hiv, un antivirale sviluppato per Ebola, un farmaco per la sclerosi multipla e un antireumatico.
“L’Ema accoglie con favore il lancio di ampi studi clinici in quanto sono necessari per generare i dati necessari per stabilire prove per cui i medicinali funzionino e quindi per fornire consulenza adeguata agli operatori sanitari e ai pazienti”, riporta il sito ufficiale.  

Salute e benessere: Più letti