Tecnologia nemica dell'immaginazione? Per i bimbi meno fantasia

Salute e Benessere
Immagine di archivio (Getty Images)

Lo sottolinea un sondaggio che ha coinvolto oltre 1000 operatori di scuola materna: sempre meno bambini hanno amici immaginari, secondo gli esperti il tempo passato sugli schermi riduce le chance di usare la fantasia 

Secondo gli operatori di scuola materna, la diffusione di device tecnologici tra i bambini potrebbe essere tra i principali responsabili di una perdita di fantasia notata di recente tra i piccoli alunni. Il trend emerge da un sondaggio britannico condotto sul sito daynurseries.co.uk, nel quale gli oltre 1000 partecipanti, tutti impiegati presso asili, sottolineano come siano sempre meno i bambini con amici immaginari, spesso attribuendo la colpa di questa rinuncia al tempo passato davanti agli schermi.

Bambini meno creativi: calano gli amici immaginari

La creatività dei bambini è a rischio, fin dai primissimi anni di età. È questo almeno il pensiero emerso dalle risposte di oltre 1000 persone che quotidianamente sono a stretto contatto con i piccoli alunni dell’asilo. Come riportato anche dall’Independent, soltanto il 48% degli operatori di scuola materna che hanno partecipato al sondaggio ha affermato di avere nella propria struttura bambini che giocano con amici immaginari, un’abitudine sempre più rara e nettamente in calo rispetto a cinque anni fa, come sostenuto dal 72% dei partecipanti. Per oltre sei partecipanti su 10, inoltre, il fenomeno è da attribuire al molto tempo trascorso sugli schermi, che li porterebbe a lavorare sempre meno con la propria immaginazione. Negli ultimi anni, infatti, tablet e smartphone si sono aggiunti alla televisione, dando ai bimbi sempre più occasioni per rimanere con gli occhi attaccati al display.

Troppo tempo sui display

Il proprietario del Paint Pots Nursery group di Southampton David Wright ha spiegato all’Independent che esiste ormai un problema generale legato alla creatività dei bambini e alla loro capacità di sviluppare l’immaginazione. “Penso che ai bimbi non sia più permesso annoiarsi. Quando hanno del tempo libero per sé stessi, i piccoli trovano qualcosa di creativo da fare con la propria mente, come ideare un amico immaginario”. Tuttavia, essere costantemente sottoposti a forme di intrattenimento provenienti da tv, tablet o altri device fa sì che i bambini siano meno abituati a “usare la propria immaginazione, sviluppare il linguaggio o delle storie”. 

Salute e benessere: Più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24