Le donne nel sonno russano come gli uomini

Salute e Benessere
Dormire (Getty Images)

A suggerirlo è uno studio condotto da un team di ricercatori del Soroka University Medical Center: spesso gli individui di sesso femminile tendono a sottostimare l’intensità del loro russare 

Le donne russano come gli uomini: non c’è alcuna differenza tra i due sessi nell’intensità dei suoni respiratori emessi durante la notte.
A suggerirlo è uno studio condotto da un team di ricercatori del Soroka University Medical Center, in Israele.
Cambia, invece, per le donne la ‘stima’ del rumore da loro emesso rispetto alla sua reale intensità: spesso gli individui di sesso femminile tendono a sottostimare il loro russare.
Un dato che secondo gli esperti potrebbe essere dettato dal pudore, indotto da uno stigma sociale infondato, secondo il quale si è soliti associare il rumore respiratorio, spesso fastidioso per i partner, agli uomini.

Lo studio nel dettaglio

Per compiere lo studio, pubblicato sulla rivista Journal of Clinical Sleep Medicine, gli esperti hanno analizzato un campione con età media di 49 anni composto da 1.913 persone. Nello specifico, grazie a un misuratore digitale, hanno valutato il loro russare in un centro di disturbi del sonno presso un ospedale universitario e hanno confrontato i risultati emersi con le risposte ‘auto valutative’ comunicate dai partecipanti in un apposito questionario. È così emerso che l’intensità media massima del russare degli uomini è pari 51.7 decibel, mentre quella delle donne è di 50 decibel: una differenza assolutamente trascurabile.
In aggiunta, lo studio ha evidenziato che buona parte del campione di sesso femminile ha sottostimato l’intensità del proprio russare. Un risultato che, secondo i ricercatori, nasconde un reale problema da non sottovalutare.

Addio alle notti insonni grazie al cuscino che cancella i rumori

In soccorso a tutte le persone che faticano a dormire per colpa di un partner che russa in modo particolarmente chiassoso arriva il nuovo cuscino che cancella i rumori.
Il progetto si deve ai ricercatori della Northern Illinois University che hanno ideato un innovativo sistema di cancellazione dei rumori, in grado di coprire i suoni della respirazione producendo onde sonore di uguale ampiezza. Il cuscino è per ora un prototipo e comprende tre microfoni, ideati per distinguere il rumore prodotto dalle persone dai suoni di sottofondo, e due altoparlanti. 

Salute e benessere: Più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24