Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video

Jo Cameron, la donna che non prova dolore e ansia: ecco perché

I Titoli delle 13 del 29/3

2' di lettura

Le mutazioni dei geni limitrofi FAAH-OUT e FAAH hanno permesso alla 66enne di vivere un’esistenza libera dalla paura e dall’angoscia 

Vivere senza provare né dolore né ansia: quello che per moltissime persone è un sogno irrealizzabile, per Jo Cameron è la normalità. Grazie a due modifiche genetiche rarissime, la donna scozzese vive da 66 anni un’esistenza libera dalla paura e dall’angoscia. La sua particolare condizione è stata recentemente studiata da un gruppo di genetisti dello University College di Londra e dell’Università di Oxford. I ricercatori si sono interessati a Jo Cameron dopo aver scoperto che la donna non aveva lamentato alcun dolore in seguito a un intervento chirurgico alla mano. I risultati del loro studio sono stati pubblicati sulle pagine della rivista di settore Journal of Anaesthesia.

L’esperienza di Jo Cameron

Durante un’intervista con BBC Health, Jo Cameron ha dichiarato di non essersi mai resa conto della propria unicità. Pur avendo vissuto molte situazioni incredibili, come partorire senza provare alcun dolore o restare perfettamente calma durante un incidente stradale, la donna ha realizzato di essere nata con un dono straordinario solo da poco. "Sei quel che sei finché qualcuno non ti fa notare che sei diversa. Non te ne rendi conto. Io mi sentivo solo un'anima felice, inconsapevole che vi fosse qualcosa di differente in me", ha dichiarato la 66enne a BBC Health.

Le mutazioni dei geni FAAH-OUT e FAAH

Durante lo studio, i genetisti hanno individuato nel Dna di Jo Cameron due mutazioni in due geni limitrofi: FAAH-OUT e FAAH. Quest’ultimo svolge un ruolo chiave nella sensibilità al dolore, nell’umore e nella memoria. La sua alterazione ha reso la donna molto smemorata, ma anche perennemente felice e del tutto priva di ansia. “Ora ho un buona ragione per non ricordarmi le cose”, ha commentato scherzosamente Jo. Quando la donna ha dichiarato di non provare alcun dolore in seguito ad un intervento chirurgico alla mano, l’anestesista Devjit Srivastava ha controllato la sua storia clinica e non ha trovato alcuna prescrizione per degli antidolorifici. È stato in quel momento che il medico si è resto conto della particolare condizione della donna. “Nonostante i moderni antidolorifici siano particolarmente efficaci, circa un paziente su due prova del dolore al termine di un intervento chirurgico”, spiega il dottor Srivastava. “I risultati dello studio condotto su Jo Cameron potrebbero consentire lo sviluppo di nuovi trattamenti maggiormente efficaci”.

Leggi tutto
Prossimo articolo

SCELTI PER TE

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Schermata Home"

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Home"