Piero Angela: al ristorante ho dovuto chiedere di controllare il mio Green pass

Lazio
©Ansa

"Poco tempo fa sono andato a mangiare in un ristorante a Roma, in una giornata in cui il locale era particolarmente frequentato. Il cameriere, per far prima, non mi ha controllato il Green pass. Ho provato a richiamarlo, ma niente. A quel punto credo di aver anche gridato", ha detto il noto giornalista e divulgatore 92enne

"I locali devono controllare il Green Pass. È sempre importante rispettare le regole, ma in questo momento ancora di più: non possiamo lasciarci travolgere dalla quarta ondata”. Questo è l'urlo d'allarme di Piero Angela a Il Messaggero. (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - TUTTE LE MISURE)

Il racconto

"Poco tempo fa sono andato a mangiare in un ristorante a Roma, in una giornata in cui il locale era particolarmente frequentato. Il cameriere, per far prima, non mi ha controllato il Green pass. Ho provato a richiamarlo, ma niente. A quel punto credo di aver anche gridato. Ho preteso civilmente, e infine ottenuto, il controllo: non bisogna mai vergognarsi di chiedere il rispetto delle norme”, ha detto il noto giornalista e divulgatore 92enne. Per Piero Angela, nessun alibi è valido: “I gestori devono tutelare la salute dei loro clienti. E se questo non avviene, sta a noi segnalarlo".

Roma: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24