Roma, incendia e danneggia auto: riconosciuto dalle ciabatte

Lazio
©IPA/Fotogramma

L'uomo è ritenuto l'autore di tre incendi appiccati nella notte tra il 16 e il 17 ottobre scorso di alcune masserizie collocate lungo una facciata di un condominio, di un'auto uno scooter e di alcuni cassonetti dell'immondizia

È ritenuto responsabile di una serie di incendi e danneggiamenti di auto nel quartiere Esquilino a Roma. Per questo i carabinieri hanno sottoposto a fermo di indiziato di delitto un cittadino del Togo di 26 anni, già colpito da un decreto di espulsione dal territorio nazionale, per il reato di incendio doloso. Ed è ritenuto l'autore di tre incendi appiccati nella notte tra il 16 e il 17 ottobre scorso di alcune masserizie collocate lungo una facciata di un condominio, di un'auto uno scooter e di alcuni cassonetti dell'immondizia.

Le indagini

Analizzando le immagini dei sistemi di videosorveglianza della zona, i carabinieri hanno notato un uomo giungere a piedi e appiccare le fiamme. La svolta nelle indagini è avvenuta quando i militari il 19 ottobre, sono intervenuti in Piazza Manfredo Fanti per il danneggiamento di nove auto, a cui era stato infranto il lunotto posteriore con una mazza, a opera di un uomo la cui descrizione era perfettamente sovrapponibile all'autore degli incendi. Poco dopo i militari hanno rintracciato il 26enne, riconosciuto grazie alle inconfondibili ciabatte che indossava. Lo hanno perquisito e trovato in possesso di un accendino che è stato sequestrato.

Roma: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24