Papa Francesco: "Mafie sono contro Vangelo, arricchite da pandemia"

Lazio

Così il Pontefice nell'Angelus: "Oggi facciamo memoria di tutte le vittime e rinnoviamo il nostro impegno contro le mafie"

"Oggi in Italia si celebra la Giornata della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie". Lo ha ricordato il Papa all'Angelus sottolineando che "le mafie sono presenti in varie parti del mondo e, sfruttando la pandemia, si stanno arricchendo con la corruzione". Papa Francesco le ha definite "strutture di peccato", "contrarie al Vangelo di Cristo", che "scambiano la fede con l'idolatria". "Oggi facciamo memoria di tutte le vittime e rinnoviamo il nostro impegno contro le mafie", ha esortato il Papa.

"L'acqua non è una merce, sia disponibile per tutti"

Inoltre, il Pontefice ha ricordato che "domani ricorre la Giornata mondiale dell'acqua che ci invita a riflettere sul valore di questo meraviglioso e insostituibile dono di Dio. Per noi credenti 'sorella acqua' non è una merce: è un simbolo universale ed è fonte di vita e salute. Troppi, tanti, tanti, fratelli e sorelle hanno accesso a poca acqua e magari inquinata. E' necessario assicurare a tutti acqua potabile e servizi igienici". Infine, il Papa ha invitato i cristiani a portare "la testimonianza di una vita che si dona nel servizio" e a far proprio "lo stile di Dio che è vicinanza, compassione e tenerezza. Si tratta di seminare semi di amore non con parole che volano via, ma con esempi concreti, semplici e coraggiosi. Non con condanne teoriche ma con gesti di amore". I cristiani possono "portare frutto" quando non hanno "pretese di legalismi o moralismi clericali. Questo è terreno arido".

Roma: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24