Covid, Zingaretti: “Accordo con Spallanzani per sperimentare Sputnik”

Lazio

"Questa è un'altra buona notizia che ci permette di fare un salto in davanti rispetto alla necessità di approvvigionamento dei vaccini”, ha detto il presidente della Regione Lazio, in attesa ovviamente “dell'autorizzazione formale dell’Ema"

"Tra qualche giorno verrà stipulato un primo accordo con l'istituto Spallanzani per una sperimentazione in forma scientifica con il vaccino Sputnik, in attesa ovviamente dell'autorizzazione formale dell'Ema per quanto riguarda lo studio sulle varianti". Lo ha annunciato il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, durante una visita all'hub vaccinale dell’Auditorium di Roma. "Questa è un'altra buona notizia che ci permette di fare un salto in davanti rispetto alla necessità di approvvigionamento dei vaccini", ha aggiunto. (COVID: TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - MAPPE E GRAFICI DEL CONTAGIO - LA SITUAZIONE A ROMA)

Il punto sulla campagna vaccinale in regione

leggi anche

Vaccini, Figliuolo: “Da seconda metà di aprile 500mila dosi al giorno”

"La notizia positiva è che registriamo per fortuna una grandissima adesione alla vaccinazione anche per Astrazeneca. È una notizia positiva supportata anche da un grande sforzo organizzativo che ci ha permesso di ricontattare tutti i 14mila che avevano saltato il vaccino bloccato dall’Ema”, ha proseguito Zingaretti parlando della campagna vaccinale, che nel Lazio ”è ripartita al 100% in modo molto positivo. Il dato più importante nel nostro territorio - ha sottolineato - è aver messo in sicurezza l'80 per cento circa degli over 80. Questo vuol dire che funziona la scelta fatta di mettere in sicurezza soprattuto chi rischiava la vita: i nostri anziani. Presto potremo dire che tutti gli over 80 che avevano prenotato nel Lazio saranno vaccinati. Questo vorrà dire abbattere il tasso di mortalità in regione in maniera drastica, visto che era questa la fascia di età da dove purtroppo veniva la maggiore presenza di decessi".

Tra qualche giorno nuovo hub a Cinecittà

"Il prossimo grande hub - ha poi fatto sapere il governatore - sarà negli studi cinematografici di Cinecittà, proseguendo nella tradizione di avere grandi centri vaccinali nei luoghi di vita delle persone. Abbiamo pronto l'accordo e tra qualche giorno verrà aperto, ma per le dosi che attualmente non ci sarebbe fretta.Quello che manca è avere un numero di dosi sufficiente per fare quel salto di qualità che sicuramente ci sarà e per il quale siamo pronti" ha sottolineato. Zingaretti ha ricordato che sono "oltre le 750mila" le vaccinazioni effettuate finora nel Lazio e "saremmo pronti a triplicare le somministrazioni se ci fossero dosi sufficienti".

Roma: I più letti