Covid Lazio, 990 casi su oltre 28mila test

Lazio
©Ansa

Nell'odierno bollettino della Regione si registrano inoltre 38 decessi e 982 guariti

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi nel Lazio

 

Nel Lazio su oltre 12mila tamponi (+326) e oltre 16mila antigenici per un totale di oltre 28mila test, si registrano 990 casi positivi (-35), 38 i decessi (-3) e +982 guariti.

"Sul vaccino ReiThera la novità è che finalmente Iss e Aifa ieri hanno dato l'ok alla fase 2 per cui speriamo di concludere fase 2 e fase 3 entro l'estate", ha detto l'assessore regionale alla Salute, Alessio D'Amato. (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - MAPPE E GRAFICI DEI CONTAGI)

18:39 – Zingaretti: “Tenere alta l'attenzione”

"Il Lazio resta in zona gialla. Per la nostra Regione è sicuramente una buona notizia. Voglio ringraziare i cittadini del Lazio perchè questo risultato è frutto in primo luogo dei loro sacrifici e del rispetto delle regole. Poi un necessario ringraziamento va agli operatori della sanità regionale che ogni giorno lavorano con impegno e passione per combattere la diffusione del virus".Così in una nota il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti. "Non dobbiamo dimenticare, però, -aggiunge ancora- che il Covid continua a circolare e che dunque l'attenzione deve restare sempre alta. L'appello che rivolgo ancora una volta è quello di evitare assembramenti, indossare la mascherina e mantenere il distanziamento. Dobbiamo rispettare le regole con senso di responsabilità e attenzione, la prevenzione è il primo modo che abbiamo per difenderci in ogni momento della giornata e in ogni luogo, a casa, in ufficio o al bar. La campagna vaccinale nella nostra regione prosegue in modo spedito con oltre 300.000 persone vaccinate. Quando avremo a disposizione un numero maggiori di dosi saremo pronti a triplicare il numero delle vaccinazioni effettuate. Un dato incoraggiante, perché il vaccino è uno strumento fondamentale per combattere la pandemia".

17:00 - Nel Lazio 30mila prof prenotati, 17%over80 ha avuto siero

Proseguono nel Lazio le prenotazioni online degli operatori delle scuole e delle Universita' e dei servizi per l'infanzia. Raggiunta la quota 30 mila prenotazioni, mentre da lunedi' 22 febbraio ci saranno le prime somministrazioni. Oggi andiamo verso quota 325 mila dosi somministrate nel Lazio e sono oltre 118 mila le persone che hanno ricevuto i richiami. Inoltre è stato vaccinato con la prima dose il 17% degli over 80.

16:53 - Vaccini, dal primo marzo al via da medici base per 65enni

Dal primo marzo nel Lazio al via le vaccinazioni dai medici di medicina generale: la novita', in attesa dell'atto ufficiale del ministero, e' che si partira' dai nati nell'anno 1956 (65 anni) con il vaccino Astrazeneca. 

16:46 - Nel Lazio 990 casi su oltre 28mila test

Nel Lazio su oltre 12mila tamponi (+326) e oltre 16mila antigenici per un totale di oltre 28mila test, si registrano 990 casi positivi (-35), 38 i decessi (-3) e +982 guariti. Diminuiscono i casi, i decessi, i ricoveri e le terapie intensive. Il rapporto tra positivi e tamponi è a 8%, ma se consideriamo anche gli antigenici la percentuale scende al 3%. I casi a Roma città sono a quota 500.

15:14 – Zingaretti: “Attivarsi per produzione in siti italiani”

"Per combattere il Covid, oltre alle regole di contenimento, l'impegno prioritario deve essere quello di mettere in sicurezza il Paese attraverso la campagna vaccinale. Per questo obiettivo bisognerebbe attivarsi subito per una conversione verso la produzione dei vaccini nei siti industriali italiani. Una produzione che avrà tempi non brevissimi ma farebbe riferimento a un mercato immenso, mondiale e che durerà per anni. Il Governo potrebbe dunque subito attivarsi con le case farmaceutiche per promuovere accordi e prepararsi a diventare uno dei grandi "produttori" mondiali di vaccini anticovid. Nel Lazio è già prevista la produzione di alcuni tipi di vaccino, noi siamo pronti a fare la nostra parte in questa nuova eventuale sfida". Così il segretario del Pd e presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, in una nota.

14:45 - Vaccini, D'Amato: "Possibile finire in estate con triplo dosi"

"Entro l'estate se le dosi ce lo permettessero potremmo vaccinare tutta la popolazione del Lazio. Questo però significa che bisogna triplicare il numero delle dosi a nostra disposizione". Lo ha detto l'assessore alla Salute del Lazio Alessio D'Amato a margine di un evento al Policlinico Tor Vergata. "Siamo anche fiduciosi che a marzo possa essere approvato il nuovo vaccino di Johnson & Johnson per due ordini di motivi: è quello su cui l'Italia ha fatto l'opzione quantitativa maggiore e, soprattutto, è monodose. Questo consentirebbe di velocizzare i tempi da aprile in poi. Noi possiamo arrivare a oltre 30mila vaccinazioni al giorno ma occorrono i vaccini", sottolinea. 

13:55 - Regione Lazio: “Ok a fase 2 ReiThera da Iss e Aifa”

"Sul vaccino ReiThera la novità è che finalmente Iss e Aifa ieri hanno dato l'ok alla fase 2 per cui speriamo di concludere fase 2 e fase 3 entro l'estate e di iniziare la produzione a settembre. Lo studio che è stato fatto è su 100 milioni di dosi l'anno". Lo ha detto l'assessore alla Salute del Lazio Alessio D'Amato a margine di un evento a Tor Vergata parlando del cosiddetto "vaccino made in Italy".

7:05 - Nel Lazio 1.025 casi su quasi 30mila test

Ieri su oltre 11mila tamponi nel Lazio (meno 417) e oltre 18mila antigenici, per un totale di quasi 30mila test, si sono registrati 1.025 casi positivi (più 154), 41 i decessi (meno 14) e 1.953 i guariti. Aumentano i casi, mentre diminuiscono i decessi, i ricoveri e le terapie intensive. "Il rapporto tra positivi e tamponi è a 8%, ma se consideriamo anche gli antigenici la percentuale scende al 3%. I casi a Roma città sono a quota 500. I ricoveri per la prima volta dal 31 ottobre tornano sotto quota 2 mila (1.995)", le parole dell'assessore alla Sanità della Regione, Alessio D'Amato.

Roma: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24