Roma, saldi al via il 12 gennaio: previsti 90 milioni di incassi in meno

Lazio

Confcommercio stima anche una spesa a famiglia di 254 euro, 70 in meno rispetto al 2020. Sconti del 50% già dai primi giorni. Pesa anche il commercio online

Martedì 12 gennaio i saldi prenderanno il via anche a Roma, ma quest’anno saranno inevitabilmente segnati dalla pandemia (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI). Preceduti da inedite vendite promozionali natalizie, il cui fatturato ha comunque fatto registrare una diminuzione delle vendite del 30-50%, anche le previsioni per i saldi invernali sono negative. Confcommercio stima infatti che, a fronte di un calo del fatturato nazionale da cinque a quattro miliardi di euro, nelle casse degli esercenti romani mancheranno circa 80-90 milioni rispetto all’anno scorso, con una spesa a famiglia di 254 euro, 70 in meno del 2020.

Le previsioni di Confcommercio Roma

leggi anche

Covid, folla e code nel primo weekend di saldi. FOTO

"I saldi restano un evento simbolo che consumatori ed esercenti aspettano - afferma all'AGI il direttore di Confcommercio Roma, Romolo Guasco - ma quelli di quest'anno, per via della libertà di vendita promozionale che li ha preceduti, sono connotati da una minore tensione". I saldi, che iniziano eccezionalmente in una giornata infrasettimanale per scongiurare il rischio assembramenti nel weekend, "sono comunque una preziosa occasione per fare cassa dopo un periodo complicato come questo”, aggiunge Guasco, sottolineando che quest’anno ci saranno sconti del 50% già dai primi giorni, con gli acquisti che si concentreranno soprattutto su abbigliamento e calzature.

Il commercio online

Negozi e grandi catene sono già sulla piazza con pubblicità e cartelli promozionali che annunciano in alcuni casi anche sconti fino al 70%, ma sul commercio tradizionale mai come quest’anno pesa quello online che, sempre secondo Confcommercio, sarà scelto da un 13,7% di consumatori in più rispetto allo scorso anno. “Normalmente i saldi cominciano con un ribassi del 20-30% - spiega all'AGI anche il presidente di Confesercenti Roma, Valter Gianmaria - ma visto che stiamo facendo sconti quasi da un anno con le varie vendite promozionali, è normale abbassare l'asticella. Gli esercenti hanno bisogno di incassare”. Gianmaria ricorda infine che la crisi causata dal Covid ha già provocato la chiusura di undicimila esercizi in tutto il Lazio.

Roma: I più letti