Covid, in Lazio 1219 positivi nelle ultime 24 ore: "Roma sta tenendo"

Lazio

Con oltre 20 mila tamponi effettuati, il rapporto tra i tamponi e i positivi è 5,9%. "Si prevede un aumento Rt soprattutto nelle province", dice l'assessore alla Sanità del Lazio Alessio D'Amato

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi nel Lazio

 

Su oltre 20 mila tamponi oggi nel Lazio si registrano 1.219 casi positivi, 16 i decessi e 133 i guariti. Il rapporto tra i tamponi e i positivi è 5,9%. "Si prevede un aumento Rt soprattutto nelle province, Roma sta tenendo", dice l'assessore alla Sanità del Lazio Alessio D'Amato.

Blocco della circolazione e agli spostamenti ingiustificati dalle 24 alle 5 da venerdì 23 ottobre, e didattica a distanza al 50% alle superiori da lunedì 26 ottobre: queste le misure previste nell'ordinanza della Regione Lazio che dovrebbe essere firmata nelle prossime ore per il contenimento del contagio da coronavirus. Le disposizioni saranno valide per trenta giorni. (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - MAPPE E GRAFICI DEI CONTAGI)

19:47 - Lazio prima regione per casi testati ogni 100mila abitanti

"La Regione Lazio, secondo i dati della Protezione Civile di ottobre, risulta essere la prima Regione Italiana per casi testati ogni 100mila abitanti. La media nazionale è di 2.497 casi testati per 100 mila abitanti mentre quella della Regione Lazio è di 4.045 casi". Lo comunica l'Unità di Crisi COVID-19 della Regione Lazio.

19:46 - Anci Lazio: stare attenti e resistere

"Coprifuoco dalle 24 alle 5 di mattina per non danneggiare le attività che fanno servizio al tavolo e limitare al massimo quegli assembramenti che tanto hanno preoccupato nelle ultime settimane. Didattica a distanza nelle scuole superiori e nelle università: DAD al 75% per le università garantendo il 25% in presenza con autonomia organizzativa da parte delle università. Scuole superiori al 50% in DAD, con autonomia organizzativa. Questo provvedimento partirà da lunedì; Nessuna chiusura di esercizi commerciali nel fine settimana, Individuazione di strutture interamente dedicate ai positivi da COVID-19 così da portare il numero dei posti letto dedicati a quasi 3000 di cui 530 tra terapie intensive e subintensive. In questo momento l'indice RT a Roma è a 1,2 e nel resto della regione a 1,5, dobbiamo fare in modo di abbassarlo perché i numeri che stiamo affrontando in queste ultime settimane parlano di 1200 positivi in tutto il Lazio, quando a marzo/aprile ne avevamo appena 232. Anche in questa situazione, sono sicuro che insieme, riusciremo ad uscirne. Dobbiamo stare attenti e resistere." Così Riccardo Varone, presidente di ANCI Lazio dopo una riunione tra i Sindaci dei comuni del Lazio e la Regione Lazio in cui si è discusso della nuova evoluzione della curva della pandemia da coronavirus "che richiede una ripresa di consapevolezza della situazione, e che vede proprio i Comuni protagonisti di un rinnovato impegno, in stretta connessione con la Regione". "Ringrazio ancora una volta la Regione Lazio per l'atteggiamento positivo e propositivo che ha coinvolto i Sindaci del territorio nelle scelte legate a questa ordinanza condivisa con tutti noi. Non sono decisioni facili da prendere ma il contenimento del COVID-19 è la priorità in questa fase, abbiamo davanti i mesi impegnativi e tutti dobbiamo impegnarci affinché non si debba ritornare a un lockdown totale: il sacrificio del "coprifuoco" credo che sia fondamentale soprattutto per contenere i movimenti nel fine settimana. Vorrei esprimere una riflessione sugli aspetti più immediati dello smartworking, una soluzione che al 50% va benissimo ma che deve essere analizzata con la massima attenzione perché, soprattutto nei piccoli Comuni, si rischia di bloccare totalmente i lavori dell'amministrazione e dunque i servizi al cittadino. Inoltre - ha concluso Varone - dobbiamo cercare di avere un maggiore attenzione nelle comunicazioni delle ASL soprattutto rispetto alle segnalazioni dei nuovi positivi e per il ritiro dei rifiuti: un aspetto difficile da gestire se non c'è rapidità di comunicazione. Se la Regione Lazio oggi è quella con il più alto numero di tamponi effettuati in Italia, risolvere queste problematiche renderebbe il processo ancora più efficace". Alla riunione hanno partecipato, oltre al Presidente di ANCI Lazio, Riccardo Varone, anche il vicepresidente della Regione Lazio, Daniele Leodori, l'assessore alla Sanità Alessio D'Amato, il Presidente del Consiglio Regionale del Lazio, Mauro Buschini e il Segretario Generale della Regione Lazio, Andrea Tardiola. Il vicepresidente Leodori ha annunciato l'uscita di una ordinanza regionale che conterrà provvedimenti maggiormente restrittivi rispetto al DPCM dello scorso 18 ottobre "Il confronto con l'ANCI Lazio e con i Sindaci è un momento importante - ha spiegato Leodori - che durante i mesi del lockdown ha portato enorme vantaggio per affrontare insieme questa situazione. Credo che la situazione di queste ultime settimane veda la necessità di riprendere questi momenti di condivisione. Dobbiamo porre rimedio a una situazione preoccupante, stiamo preparando un'ordinanza che sarà firmata stasera o al più tardi domani in cui abbiamo raccolto alcuni provvedimenti ma volevamo prima confrontarci con voi per capire se possono esserci ulteriori possibilità di manovra. Vogliamo essere assolutamente chiari sul fatto che tutte le nuove norme sono state pensate per non pesare ulteriormente sulle attività commerciali, già duramente colpite dal primo lockdown.

19:15 - Calcio, Roma: 4 positivi nell'Under 17

Brutte notizie in casa Roma. Sono quattro, infatti, le positività al Covid-19 emerse nell'Under 17 giallorossa, dopo i tamponi odierni. Casi a Trigoria che si vanno dunque ad aggiungere anche a quelli della prima squadra di Calafiori e Diawara.

18:54 - Pronta ordinanza Lazio, didattica a distanza al 50% alle superiori

Dad al 50% alle superiori con esclusione dei primi anni e al 75% all'Università con esclusione delle attività di laboratorio e delle matricole. E' quanto dovrebbe disporre l'ordinanza già pronta della Regione Lazio che dovrebbe essere firmata in serata.

17:46 -A Pomezia cluster di 45 con sintomi, chiusa scuola

Su richiesta della Asl Roma 6, il sindaco Adriano Zuccalà sta predisponendo l'ordinanza di chiusura in via precauzionale fino al 4 novembre compreso, salvo diverse disposizioni, della scuola primaria Trilussa. La chiusura non interesserà la scuola dell'infanzia, attualmente non direttamente coinvolta da casi di infezione e sita in un edificio distinto e indipendente rispetto alla primaria. All'interno del plesso scolastico e tra la rete di contatti e familiari, si è sviluppato un cluster di circa 45 persone che presentano sintomi riconducibili al Covid-19. Lo rende noto il Comune di Pomezia. 

17:44 - Tar, 'no' stop protocolli per avvio Anno scolastico

Nessuna sospensione cautelare del decreto ministeriale contenente il "Protocollo d'intesa per garantire l'avvio dell'Anno scolastico nel rispetto delle regole di sicurezza per il contenimento della diffusione di Covid-19". L'ha deciso con ordinanza il Tar del Lazio, respingendo una richiesta contenuta in una class action proposta davanti al tribunale amministrativo. Col ricorso in questione si contesta il decreto ministeriale recante l'"Adozione del documento per la pianificazione delle attività scolastiche, educative e formative in tutte le Istituzioni del sistema nazionale di istruzione per l'anno scolastico 2020/2021", nonché il decreto ministeriale contenente il Protocollo d'intesa per l'avvio dell'anno scolastico nel periodo dell'emergenza Covid-19. Il Tar ha ritenuto di confermare l'orientamento già espresso in sede monocratica "sulla base del presupposto che la richiesta di misure cautelari - si legge nell'ordinanza - si basa su opinabili e non dimostrate valutazioni scientifiche in ordine alla diminuita pericolosità del virus Sars-Cov 2 e tenuto conto che le contestate misure sono il risultato di valutazioni tecnico-scientifiche ampiamente discrezionali e razionalmente giustificate dal fondamentale principio di precauzione". 

17:09 - Nel Lazio 1219 positivi, "Roma sta tenendo"

Su oltre 20 mila tamponi oggi nel Lazio si registrano 1.219 casi positivi, 16 i decessi e 133 i guariti. il rapporto tra i tamponi e i positivi e' 5,9%. "Si prevede un aumento Rt soprattutto nelle province, Roma sta tenendo", dice l'assessore alla sanità del Lazio Alessio D'Amato. La rete ospedaliera è entrata nella settima fase e sono programmati a regime circa 3.000 posti riservati a COVID. E' stato avviato il sistema di prenotazione online dei drive-in, da ieri effettuate 5 mila prenotazioni: presto tutti i drive di Roma avranno accesso solo previa prenotazione online. 

14:58 - Sempre stabili i positivi a Fiumicino, 29

Ancora stabili le persone positive nel comune di Fiumicino, che rimangono 29, per il secondo rilevamento consecutivo. "I dati che mi ha da poco fornito la Asl Rm3 sul numero di contagi da coronavirus nel territorio comunale di Fiumicino descrivono una situazione invariata rispetto a ieri: sono sempre 29 i positivi e 32 le persone in sorveglianza attiva", afferma il sindaco di Fiumicino Esterino Montino. "Colgo l'occasione - aggiunge - per ribadire ancora una volta a tutti di seguire dettagliatamente le indicazioni sanitarie per prevenire i contagi: frequente igienizzazione delle mani, uso della mascherine al chiuso e all'aperto, distanziamento fra persone, spostamenti solo se necessari. Si tratta di indicazioni fondamentali per cercare di mantenere basso o nullo il numero di contagiati da Covid-19 nel nostro Comune".

12:50 - Nel Lazio 30 ambulanze 'bloccate' in attesa ricoveri

Sono 30 al momento le ambulanze del 118 'bloccate' fuori a diversi pronto soccorso nel Lazio in attesa che i pazienti vengano ricoverati. Tra i pazienti a bordo ci sarebbero anche sospettI Covid. Lo si apprende da fonti sanitarie. Una delle ambulanze sarebbe ferma dalle 23 di ieri sera fuori al policlinico Casilino di Roma. In vista della seconda ondata di Coronavirus, l'Ares 118 a inizio ottobre ha incrementato con 20 mezzi le 250 ambulanze che aveva a disposizione sul territorio regionale. Si stanno facendo altre procedure per aumentre ancora di più il parco mezzi.

12:34 - Nel Lazio interventi in oltre mille scuole,1.993 positivi

"Report sull'attività di sorveglianza nelle scuole: effettuati 69.757 test sierologici al personale scolastico, docente e non docente. Le ASL sono intervenute in 1.077 istituti. Le scuole con focolaio sono state 75. Il totale dei casi positivi riscontrati sono stati, ad oggi, 1.993, di cui 1.670 studenti, in prevalenza nelle scuole secondarie superiori e 323 tra il personale scolastico. Le scuole chiuse per sanificazione dalle ASL sono state 9". Lo comunica l'Unità di Crisi COVID-19 della Regione Lazio.

12:23 - Nel Lazio più chiamate al 118, 25% casi sospetti Covid

Aumentano le chiamate al 118 nel Lazio e nell'ultimo mese il 25% di queste riguarda casi di sospetto Covid. Secondo quanto si è appreso, infatti rispetto a un anno fa sono cresciute notevolmente le richieste di intervento per patologie infettive e respiratorie passando dal 2% di ottobre 2019 all'attuale 25%, questi ultimi persone che temo di avere contratto il coronavirus. Quindi attualmente una richiesta su 4 è per sospetto Covid. Rispetto all'ottobre dello scorso anno, inoltre, sono aumentate del 10% le richieste complessive di intervento.

11:12 - 67 positivi in Rsa del Reatino, ora isolata

"La Direzione Aziendale della Asl di Rieti formalizza la positività di 52 pazienti e 15 operatori positivi al Covid-19 presso la Rsa S. Raffaele di Borbona. La Struttura è stata isolata. È in corso, da parte del personale sanitario aziendale, l'indagine epidemiologica". È quanto rende noto la direzione generale della Asl di Rieti confermando la presenza di un cluster nella struttura sanitaria per anziani nel comune di Borbona.

10:58 -Confartigianato: critico quadro ristorazione Fiumicino

La situazione in cui versa il settore della ristorazione a Fiumicino, che conta centinaia di attività, si fa "sempre più critica" e Confartigianato Litorale Nord si schiera "al fianco di tutti i ristoratori in difficoltà". Inoltre, chiede al sindaco Esterino Montino di dare seguito alla mozione presentata dal capogruppo di Forza Italia, Alessio Coronas, in merito alla riduzione delle tasse per tutti coloro che, per via delle norme anti-Covid, "non riescono a mantenere lo standard imprenditoriale che hanno sempre avuto".

9:03 - Volontari in bici assistono auto in Drive-in Ciampino

Il "postino" della Misericordia in bici per assistere le auto in fila al drive-in per effettuare il tampone. È quanto sta accadendo al drive-in della rete regionale presso l'Istituto zooprofilattico sperimentale del Lazio e della Toscana, a Ciampino. I volontari della Misericordia di Fiumicino hanno come compito primario l'assistenza alle persone in fila per il tampone Covid, ma l'ampiezza della struttura non permette un'assistenza puntuale utilizzando solo le "ronde" a piedi. Ecco perché la responsabile della Misericordia di Fiumicino, Elisabetta Cortani ed i volontari hanno pensato di utilizzare la bicicletta per portare rapidamente assistenza a chi avesse bisogno di una bottiglietta d'acqua o anche solo di una semplice informazione.

7:13 - Arcinazzo Romano, altri due casi positivi

Registrati altri due casi positivi ad Arcinazzo Romano, lo ha comunicato il Comune. "Siamo venuti a conoscenza, in via ufficiosa, di due nuove positività al Covid-19 di nostri concittadini, entrambi asintomatici - hanno scritto in una nota il sindaco Luca Marocchi e l'amministrazione comunale - Si registrano in totale nel nostro paese 6 casi positivi, tutti in buone condizioni o asintomatici. Auguriamo pronta guarigione ai nostri cari concittadini". L'amministrazione comunale di Arcinazzo ha poi lanciato un nuovo appello ai cittadini: "Si richiede - ha concluso la nota - il massimo rispetto delle consuete norme igienico-sanitarie del caso. Si evitino assembramenti".

Roma: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24