Conte visita a sorpresa istituto a Roma: "Radar del governo sulla scuola per tutto l'anno"

Lazio
©Ansa

 "Se è andata bene la riapertura? Io mi sento di dire che è inconcepibile che la scuola diventi luogo di sterili polemiche politiche", ha detto il premier dopo aver visitato l'istituto

Visita a sorpresa del premier Giuseppe Conte in una scuola della periferia est di Roma, tra Tor Bella Monaca e Torre Angela, in via Poseidone 66. Conte ha chiesto alla dirigente scolastica dell'Istituto Comprensivo: "Ditemi, quali sono le criticità?". La preside ha spiegato al premier che lunedì hanno ricevuto circa 400 "sedute innovative" (i banchi con le rotelle) e ne attendono altre. Alla visita all'istituto, che comprende anche la scuola media statale Mario Pagano, partecipa anche il presidente dell'associazione presidi di Roma Mario Rusconi. (LO SPECIALE SCUOLA - PODCAST)

"Radar del governo sulla scuola non si spengono"

La visita di oggi segue quella di qualche giorno fa a Norcia e si inserisce - sottolineano a Palazzo Chigi - nella volontà del capo del governo di toccare con mano le criticità della scuola italiana dopo la riapertura. "I radar del governo sulla scuola non si spengono. Anzi, continueranno per tutto l'anno", ha sottolineato il premier dopo aver visitato l'istituto. "Non abbiamo nascosto le criticità. Qui c'è un'alta percentuale di studenti con disabilità ed extracomunitari ma anche qui l'anno è partito in modo ordinato", ha aggiunto. "Se è andata bene la riapertura? Io mi sento di dire che è inconcepibile che la scuola diventi luogo di sterili polemiche politiche. Mi chiedo, gli anni scorsi le criticità le abbiamo nascoste? La verità è che quest'anno l'emergenza ci sfida a fare di più", ha concluso.

Le parole di Conte agli studenti

Conte ha visitato le classi e parlato con gli studenti dell'istituto comprensivo 'via Poseidone'. "Sapete che il primo giorno di scuola quest'anno ha emozionato tutti, non solo voi? Questo è un anno speciale", ha detto il premier agli studenti di una delle classi. "Qui voi siete per realizzare i vostri sogni, ma anche voi dovete fare la vostra parte, dovete rispettare le regole", ha spiegato il premier salutando i bambini che, al capo dell'esecutivo, hanno augurato "buon lavoro". "La scuola può ripartire solo con un grande sforzo collettivo di tutti, noi ci siamo", ha aggiunto. "Sono qui per ringraziarvi, avete lavorato tutta l'estate", ha detto poi rivolgendosi al personale scolastico degli uffici. 

"Gli studenti rispettano le regole con grande disciplina - ha osservato al termine della visita -. Come spesso accade i piccoli sono responsabili e a volte ci insegnano anche qualcosa. Sono tutti entusiasti di essere tornati a scuola. Continuiamo a lavorare e buona parte delle risorse del Recovery Fund saranno destinate a migliorare i nostri percorsi formativi. Abbiamo già dei progetti allo stato embrionale per migliaia di infrastrutture edilizie e digitali. Dobbiamo migliorare il rapporto tra docenti e discenti". "Possiamo trasformare questa emergenza in opportunità", ha sottolineato.

Un fermo immagine tratto da un video di Alenews mostra la visita a sorpresa del premier Giuseppe Conte in una scuola della periferia di Roma, 17 settembre 2020.ANSA/ALANEWS
Un fermo immagine tratto da un video di Alanews mostra la visita a sorpresa del premier Giuseppe Conte in una scuola della periferia di Roma - ©Ansa

Roma: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24