Colleferro, ragazzo di 21 anni picchiato e ucciso durante una rissa: quattro arresti

Lazio

In manette, stando a quanto si apprende, quattro giovani tra i 22 e i 26 anni, tutti con precedenti di polizia. Ora sono accusati di omicidio preterintenzionale. La vittima sarebbe stata uccisa per aver difeso un amico durante una lite avvenuta poco prima

Sono quattro le persone arrestate dai carabinieri per l'omicidio di Willy Monteiro Duarte, il 21enne picchiato a morte nella notte durante una violenta rissa scoppiata a Colleferro, in provincia di Roma. In manette sono finiti quattro ragazzi tra i 22 e i 26 anni di Artena, che dopo l'aggressione si erano allontanati su un'auto di grossa cilindrata. Tutti con precedenti di polizia, sono ora accusati di omicidio preterintenzionale in concorso. Tra loro anche due fratelli che praticano Mma, sport da combattimento in cui si usano più forme di arti marziali. Dopo la fuga, sono stati raggiunti in pochi minuti grazie alle testimonianze raccolte e alla conoscenza del territorio, in particolare, del comandante di Stazione di Colleferro, arrivato immediatamente sul luogo del pestaggio.

Ucciso per aver difeso un amico

L'aggressione è avvenuta intorno alle 3. Willy sarebbe stato “punito” per aver difeso poco prima un amico durante una lite - forse per una ragazza - nata con uno dei quattro ragazzi poi arrestati. Dopo qualche minuto, la vittima sarebbe stata raggiunta dagli altri giovani, che lo hanno pestato fino a ucciderlo. Secondo quanto si è appreso, altri due coetanei, che assistendo alla scena sono intervenuti per tentare di porre fine al pestaggio, sono stati rimasti feriti e giudicati guaribili in 10 giorni. Inutili i soccorsi per il 21enne, che all'arrivo in ospedale era già morto.

Domani lutto cittadino a Colleferro

"Sconforto e disperazione. Questo è quello che prova in questo momento la nostra Città per la perdita del nostro Willy: uno splendido ragazzo che si è trovato nel posto sbagliato, nel momento sbagliato”, si legge sulla pagina Facebook del Comune di Paliano, dove il ragazzo abitava. "Tutta la Città di Paliano - continua il post - si stringe intorno alla famiglia e ne condivide l'immenso dolore”.

Domani sarà proclamato lutto cittadino a Colleferro e Paliano, mentre stasera i due sindaci, Domenico Alfieri e Pierluigi Sanna, insieme al primo cittadino di Artena, Felicetto Angelini, deporranno una corona di fiori sul luogo dell’aggressione, alla presenza anche del presidente del Consiglio regionale del Lazio, Mauro Buschini, e del suo vice Daniele Leodori.

D'Amato: "Una tragedia assurda"

L’assessore regionale alla Sanità, Alessio D’Amato, ha voluto esprimere il proprio cordoglio e la propria vicinanza alla comunità di Colleferro a seguito di quanto accaduto nella notte: "Si tratta di un omicidio assurdo di un ragazzo perbene e un grande lavoratore - ha dichiarato -. Una tragedia a Colleferro che è una città di persone operose e di grandi lavoratori e non è da mettere al bando. Auspico che vengano consegnati alla giustizia gli esecutori dell'efferato omicidio”, ha concluso D’Amato.

Roma: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.