Omicidio Sacchi, fratello: “Rapporti fra Luca e Anastasiya non ottimi”

Lazio
©Ansa

Federico Sacchi ha aggiunto: “Vedevo sempre più spesso Giovanni Princi”. In aula, nel corso del processo che si sta svolgendo a porte chiuse in Corte d’Assise, a Roma, anche un testimone oculare: “Anastasiya colpita due volte col bastone e all’intervento di Luca, Del Grosso ha fatto fuoco”

"Nell'ultimo periodo i miei rapporti con Luca non erano ottimi. Anche con Anastasiya le cose per Luca non andavano bene, li avevo visti allontanarsi. Vedevo sempre più spesso Giovanni Princi. Tra lui e Anastasiya invece i rapporti ultimamente erano sempre più buoni". È quanto ha affermato Federico Sacchi, fratello di Luca ucciso il 23 ottobre scorso a Roma (L’OMICIDIOLE INDAGINILE MISURE CAUTELARI), parlando davanti ai giudici della prima Corte di Assise di Roma dove, a porte chiuse, si sta svolgendo il processo a carico di cinque persone, tra cui la fidanzata del personal trainer. Federico, presente la sera dell'omicidio, ha poi riferiti ai giudici di come quella sera Princi si sia allontanato dal pub, poco prima del delitto avvenuto per mano di due pusher di San Basilio. 

Testimone oculare: “Anastasiya colpita 2 volte, Del Grosso ha sparato”

approfondimento

Omicidio Sacchi, 4 anni a Giovanni Princi: trattò su acquisto droga

Nel corso dell'udienza è stato ascoltato anche Domenico Costanzo Marino Munoz, amico di Sacchi e testimone oculare dell'omicidio. "Anastasiya è stata colpita due volte con il bastone e all'intervento di Luca, Del Grosso ha fatto fuoco", ha riferito.

Roma: I più letti