Coronavirus Roma, oggi più voli a Fiumicino con riapertura frontiere

Lazio
©Ansa

Previsti circa 120 voli, tra arrivi e partenze, e dodici paesi europei collegati, in coincidenza con la riapertura delle frontiere interne all'Ue

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi a Roma

 

 

Con la riapertura delle frontiere interne all'Ue, oggi aumentano i collegamenti aerei da e per l'aeroporto di Roma Fiumicino: oltre 100 voli in totale tra arrivi e partenze.

"Stiamo pianificando azioni di prevenzione, controllo e battaglia al coronavirus proiettate sull'autunno. La prima è la campagna 'Scuola sicura' – ha invece detto il presidente della Regione Nicola Zingaretti nella conferenza stampa allo Spallanzani – Lanceremo la campagna per i test sierologici per tutto il personale della scuola, amministrativo e docente, perché sono la fascia più a rischio. Parliamo di circa centomila test". (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI)

18:55 – Tar: “L'interesse prevalente è di eseguire più esami possibile”

L'interesse pubblico è "quello di eseguire quanti più esami possibile, specie se questi vengono fatti senza oneri per le finanze pubbliche e senza limitare l'accesso ai reagenti per le strutture del Servizio Sanitario", è il punto centrale dell'ordinanza con la quale il Tar del Lazio, accogliendo le richieste di un importante laboratorio di analisi capitolino, ha sospeso la nota regionale del 20 maggio scorso con la quale è stato ribadito che il test molecolare per la ricerca del virus SARS-CoV-2 "deve essere eseguito da uno dei laboratori della rete regionale CoroNET Lazio, come da circolare del Ministero della Salute prot. n. 11715 del 3 aprile 2020" e "deve essere eseguito in caso di sospetto, all'interno di specifici percorsi diagnostico-assistenziali". I giudici hanno ritenuto che "nel bilanciamento degli interessi coinvolti l'interesse pubblico prevalente sia quello di eseguire quanti più esami possibile, specie se questi vengono fatti senza oneri per le finanze pubbliche e senza limitare l'accesso ai reagenti per le strutture del Servizio Sanitario, con l'effetto di consentire l'immediato avvio, privatamente e senza oneri per il Servizio Sanitario Regionale, delle operazioni diagnostiche per la ricerca del virus SARS-CoV-2 mediante esami molecolari su tutte le matrici biologiche". In tal senso, la domanda cautelare è stata accolta "essendo, peraltro, ormai consolidata l'opinione connessa alla utilità della rilevazione mediante esami 'altri' rispetto a quelli comunemente previsti ed eseguiti per la individuazione del paziente contagiato".

17:20 - Raggi verso la firma dell'ordinanza per la riapertura delle aree gioco

Secondo quanto si apprende la sindaca di Roma Virginia Raggi a breve firmerà l'ordinanza per la riapertura delle aree gioco nei parchi e nelle aree pubbliche di tutta la città.

16:55 – Zingaretti: “Oggi 3 casi, il minimo dall'inizio”

"Parliamo di circa 110 mila test, di una campagna iniziata l'11 maggio. Uno sforzo che tiene alta l'asta del controllo anche a fronte a dati come quello di oggi che è molto positivo solamente 3 persone positive e che rappresenta credo il dato migliore dall'inizio", ha affermato il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, illustrando i risultati dell'indagine di sieroprevalenza svolta in lazio. "Il sistema di monitoraggio del test ci sta dando i risultati sperati ma il quadro della battaglia resta molto complesso - ha aggiunto - c'è la consapevolezza che dati così bassi al test significa che avremo circa il 97% della popolazione che rimane vulnerabile al coronavirus". Zingaretti ha poi sottolineato: "Riprendiamo la vita ma con le dovute accortezze".

16:32 - Procura di Roma indaga su focolaio San Raffaele

La Procura di Roma ha aperto un fascicolo di indagine, al momento senza ipotesi di reato e indagati, in relazione al focolaio di contagiati da Covid registrato all'interno della struttura Ircss San Raffaele della Pisana. Da alcuni i giorni i magistrati di piazzale Clodio hanno affidato le indagini ai carabinieri del Nas al fine di verificare eventuali anomalie o irregolarità nelle procedure di sicurezza.

15:34 – Zingaretti: “Seggi in luoghi pubblici che non siano le scuole”

"Sulla scuola mi permetto di fare un appello al Governo, ministero dell'Interno, al ministero dell'Istruzione e alle prefetture. Viste le scelte di carattere elettorale che si stanno facendo sarebbe bene uno sforzo, anche per tutelare la salute, che i seggi elettorali si tengano il più possibile questa volta in luoghi separati nelle scuole", ha detto il presidente della Regione Nicola Zingaretti durante una conferenza stampa allo Spallanzani. "Penso a grandi aree come le palestre, o concordandolo con sindaci e prefetture in altri luoghi pubblici che non siano le scuole per evitare di interrompere il ciclo scolastico all'apertura dell'anno scolastico e dopo un anno scolastico colpito del Covid" ha aggiunto Zingaretti.

15:29 – Zingaretti: “Nel Lazio test a tutto il personale delle scuole”

"Stiamo pianificando azioni di prevenzione, controllo e battaglia al coronavirus proiettate sull'autunno. La prima è la campagna 'Scuola sicura'. Avevo chiesto al Governo italiano, e rinnovo la richiesta, ma se non ci sarà risposta positiva il Lazio lo farà: lanceremo la campagna per i test sierologici per tutto il personale della scuola, amministrativo e docente, perché sono la fascia più a rischio. Parliamo di circa centomila test", ha detto il presidente della Regione Nicola Zingaretti nella conferenza stampa allo Spallanzani. "Avvieremo la campagna a fine agosto e primi di settembre per dare un'ulteriore sicurezza e tranquillità alle famiglie", ha aggiunto Zingaretti.

15:13 – Carlo Verdone: “Giusto riaprire le sale ma ci vuole prudenza”

"Voglio essere ottimista ma con prudenza, va bene riaprire le sale, bisogna dare fiducia e non certo pensare agli incassi, bisogna recuperare il rapporto con il pubblico ma certo non sarà facile", ha detto Carlo Verdone commentando all'Ansa la riapertura dei cinema possibile da oggi seguendo le nuove regole di sicurezza. "Vedere risultati al cinema ci vorrà tempo, speriamo che i contagi si fermino, il virus sia meno potente e così a tutti verrà voglia di sedersi a guardare un film sul grande schermo. Al momento non sono queste le condizioni. Ma certo spero nella svolta, anche io ho un film bloccato", prosegue l'artista il cui ultimo film Si vive una volta sola sarebbe dovuto uscire il 27 febbraio ma la cui distribuzione è stata fermata per il lockdown. "Nel giorno del centenario della nascita di Alberto Sordi - aggiunge Christian De Sica a margine dell'omaggio in Campidoglio del grande attore romano - la riapertura delle sale mi suggerisce un buon auspicio".

15:10 – D'Amato: “Finora 108mila test, scoperti 160 asintomatici”

"Sono stati eseguiti finora 108mila test sierologici con una prevalenza del 2,4% di IgG, che era il dato che ci aspettavamo. Sono 160 i tamponi positivi in asintomatici", ha affermato l'assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D'Amato, durante una conferenza stampa in corso allo Spallanzani, per illustrare i primi dati dell'indagine regionale di sieroprevalenza. D'Amato, parlando dei recenti focolai, ha sottolineato che c'è stata una "forte tempestività per contenere questi focolai che sono sotto controllo".

13:44 - Spallanzani, 119 ricoverati e finora 478 dimessi

In questo momento sono ricoverati all'istituto Spallanzani di Roma "119 pazienti. Di questi 52 sono casi confermati Covid-19, di cui 41 attualmente ancora positivi al tampone per la ricerca Sars-CoV 2, 67 sottoposti ad indagini. Sette pazienti necessitano di supporto respiratorio, i dimessi e trasferiti a domicilio o in altre strutture territoriali sono a questa mattina 478", si legge nel bollettino medico di oggi dell'Istituto.

12:59 - D'Amato: "Bene accordo riparto fondi nazionali"

"E' stato sottoscritto l'accordo che riguarda oltre 36 mila addetti nel comparto del Servizio sanitario regionale e che ripartisce i 24 milioni di fondi nazionali a tutti i dipendenti. Per la prima volta l'intesa è stata sottoscritta da tutte le sigle sindacali (FP CIGL, CISL e UIL, la FIALS, il NURSING UP e FSI). Questo accordo segue di alcune settimane quello già precedentemente sottoscritto per il bonus COVID-19 con fondi regionali. Ora siamo a lavoro per l'accordo con le organizzazioni sindacali dei medici e della dirigenza che speriamo di chiudere al più presto. Sarebbe importante che tali somme potessero godere di una fiscalità agevolata per avere più risorse in busta paga per gli operatori sanitari". Lo dichiara l'Assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D'Amato.

12:47 - Fondazione Roma: un milione di buoni spesa per Caritas

La Fondazione Roma ha messo a disposizione la somma di un milione di euro in buoni spesa del valore unitario di 20 euro, che la Caritas di Roma provvederà a distribuire attraverso la propria rete, a partire dalle prossime settimane, a coloro che sono effettivamente nel bisogno. "La Fondazione Roma - sostiene il presidente onorario, Emmanuele Emanuele - dopo aver assicurato all'inizio della pandemia e prima in ordine di tempo tra le fondazioni, il suo sostegno all'Irccs Spallanzani per le attività di ricerca scientifica sul Covid-19, riporta il focus della propria azione solidale a beneficio dell'intervento di prossimità". Il presidente, Franco Parasassi, sottolinea che "la Fondazione Roma conferma, attraverso questa nuova iniziativa propria, realizzata in collaborazione con Caritas Roma, attenzione ed ascolto alle esigenze della comunità di riferimento, rapidità, prontezza, efficacia nella capacità di offrire risposte non burocratiche, ma facilmente ed immediatamente attivabili. La gravità della condizione sociale di tante famiglie provate dalla prolungata forzosa inattività e con incerte prospettive per l'immediato futuro non poteva non sollecitare nuovamente la sensibilità della Fondazione Roma". Il direttore della Caritas di Roma, don Benoni Ambarus, evidenzia come "la pandemia, oltre a causare molte sofferenze, è stata anche un tempo proficuo per creare reti di solidarietà e nuove alleanze tra quanti, e sono molti, nel loro specifico hanno a cuore la città di Roma".

11:01 - A Fiumicino 120 voli con la riapertura frontiere interne Ue

Con circa 120 voli, tra arrivi e partenze, e dodici paesi europei collegati, in coincidenza con la riapertura delle frontiere interne all'Ue, la giornata odierna segna un ulteriore passo verso la graduale ripresa del traffico aereo all'aeroporto di Fiumicino, dopo una lunga fase caratterizzata dall'emergenza Covid 19. Primi significativi movimenti di turisti, in particolare di tedeschi in arrivo nel "Bel Paese". Sono sette oggi, tra Francoforte, Monaco e Dusseldorf, le destinazioni per la Germania raggiungibili dal Leonardo da Vinci con voli Alitalia e Lufthansa. Ed ancora tre voli per la Svizzera operati da Alitalia e Swiss (due per Zurigo ed uno per Ginevra) ed altrettanti per il Belgio (tutti e tre per Bruxelles: due della Brussels Airlines ed uno Alitalia). Due sono poi i voli diretti in Gran Bretagna, nello specifico Londra Heathrow con aerei AZ, così come quelli per Francia (un Alitalia e un Air France per Parigi) e Lussemburgo (un Alitalia e un Luxair). Completano il quadro, Bulgaria, Spagna, Grecia, Paesi Bassi, Bielorussia e Croazia con un volo per ciascuna destinazione operato rispettivamente da Bulgaria Air (Sofia); Alitalia (Madrid); Aegean (Atene); Klm (Amsterdam); Belavia (Minsk) e Croatia Airlines (Zagabria). 

Da oggi, a seguito della pubblicazione dell'ultimo Dpcm con il quale viene rimosso l'obbligo del distanziamento sociale a bordo, a patto però che vengano soddisfatti alcuni requisiti richiesti (l'aria sia rinnovata ogni 3 minuti, i flussi siano verticali e dotati di filtri Hepa così da rendere una elevatissima purificazione dell'aria, ndr), per le compagnie aeree c'è la possibilità di vendere tutti i posti. Per quanto riguarda il bagaglio al seguito, sempre in ottemperanza a quanto previsto dall'ultimo Dpcm per il contenimento del contagio da Coronavirus, i passeggeri in partenza da Fiumicino potranno portare con sé un solo bagaglio a mano (trolley o borsa purché rispettino le misure richieste da ciascun vettore). In stiva, come di consueto, le altre valigie. Domani è invece il giorno della a ripresa di alcuni voli di linea dall'aeroporto G.B. Pastine di Ciampino, interrotti lo scorso 14 marzo a causa delle molteplici cancellazioni dei collegamenti da e per l'Italia per effetto dell'emergenza Covid-19.

7:34 - Oggi più voli a Fiumicino con riapertura delle frontiere

Oggi, con la riapertura delle frontiere interne all'Ue, aumentano i collegamenti aerei da e per l'aeroporto di Roma Fiumicino: oltre 100 voli in totale tra arrivi e partenze. Dodici i paesi europei collegati. La giornata di oggi darà inoltre alle compagnie aeree la possibilità di vendere tutti i posti, a seguito della pubblicazione dell'ultimo Dpcm con il quale viene rimosso l'obbligo del distanziamento sociale a bordo degli aerei, a patto però che vengano soddisfatti alcuni requisiti richiesti (l'aria sia rinnovata ogni 3 minuti, i flussi siano verticali e dotati di filtri Hepa così da rendere una elevatissima purificazione dell'aria). Inoltre, i passeggeri in partenza da Fiumicino potranno portare con sé un solo bagaglio a mano (trolley o borsa purché rispettino le misure richieste da ciascun vettore). In stiva, come di consueto, le altre valigie. 

Roma: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24