Coronavirus Roma, Spallanzani: "86 pazienti ricoverati, 32 positivi a Covid"

Lazio
©Fotogramma

Quattro pazienti necessitano di supporto respiratorio. I dimessi e trasferiti a domicilio o in altre strutture territoriali sono a questa mattina 473

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi a Roma

 

All'istituto Spallanzani di Roma sono ricoverati "86 pazienti. Di questi 32 sono casi confermati COVID-19, di cui 17 attualmente ancora positivi al tampone per la ricerca Sars-CoV 2, 54 sottoposti ad indagini. Lo si apprende dal bollettino medico di oggi dell'Istituto.

"Il nostro compito è stato e sarà sempre quello di tutelare la salute pubblica e coloro che hanno sbagliato dovranno assumersi le loro responsabilità senza alcun pregiudizio. Chi ha tradito gli anziani ha tradito la fiducia del Servizio sanitario regionale", ha invece dichiarato l'assessore alla sanità del Lazio, Alessio D'Amato, riferendosi alle polemiche sul focolaio del San Raffaele. (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI)

19:41 – In Campidoglio riaperti in sicurezza Tourist Info Point

Da oggi riaprono al pubblico i tre Tourist Info Point di Via dei Fori Imperiali, Via Minghetti e Castel S. Angelo, che tornano ad accogliere cittadini e visitatori in tutta sicurezza. L'operatività dei corner turistici dedicati all'accoglienza, spiega il Campidoglio, è garantita dall'adozione di tutte le misure volte alla prevenzione del rischio epidemiologico: ambienti sanificati, dotazione di mascherine per il personale e pannelli in plexiglas sui banconi in corrispondenza di ciascuna postazione. In tutti i Tourist Info Point, strisce distanziatrici a terra consentono il mantenimento della distanza di sicurezza interpersonale, mentre cartelli informativi sulle porte di ingresso informano sul contingentamento degli accessi, sull'obbligo di utilizzo della mascherina e sull'utilizzo del gel disinfettante per le mani, fornito in appositi dispenser. "La riapertura dei Tourist Info Point è un bel segnale di ripartenza per la città, un invito a riscoprirla rivolto anche ai romani. Con le sue bellezze artistiche e i suoi gioielli culturali, Roma è una continua sorpresa per tutti. In attesa del ritorno dei turisti stranieri, questo momento ci vede orientati a un turismo di prossimità: per molti romani e italiani può essere l'occasione per riscoprirla e visitarla con calma, tornando anche a frequentare ristoranti e negozi", dichiara la Sindaca Virginia Raggi. Oltre a ricevere informazioni su eventi e accadimenti cittadini, i visitatori potranno acquistare i biglietti Atac e le tessere Mic Card, per l'accesso dei residenti romani alla rete dei Musei Civici. Dal 14 giugno, torneranno in vendita anche le card turistiche Roma Pass da 48 ore e 72 ore, che propongono sconti per eventi e servizi turistici, nonché l'accesso gratuito illimitato alla rete del trasporto pubblico per l'intera validità della tessera. Si lavora frattanto alla prossima riapertura dei restanti Tourist Info Point degli aeroporti di Fiumicino e Ciampino e della stazione Termini. La fascia oraria di apertura va dalle 9.30 alle 19.00, 7 giorni su 7. Resta operativo, per le indicazioni a turisti e cittadini, anche il servizio telefonico 06. 06. 08, sempre attivo 7 giorni su sette dalle ore 9.00 alle 19.00.

19:36 – Regione, AssessoreDi Berardino : “361 bonus già erogati ai rider”

'Sono 361 i bonus già erogati ai rider del Lazio nell'ambito del bando multimisura "Nessuno escluso". In particolare, abbiamo destinato 1,6 milioni di euro per i rider e per tutti i lavoratori digitali per l'acquisto di dispositivi di protezione individuale. Ogni bonus di 200 euro contribuisce così alla salute e alla sicurezza dei lavoratori che, durante il periodo della pandemia, hanno continuato e continuano a operare. Quella dei rider è un'attività che per troppo tempo è stata regolata dalle mere leggi del mercato; il Lazio è stata la prima regione a definire una legge per garantire diritti e tutele a questi lavoratori e anche durante l'emergenza epidemiologica abbiamo voluto dedicare loro una misura specifica. Entro le prossime settimane saranno liquidate tutte le domande di contributo agli aventi diritto fino a completamento delle risorse disponibili. Nel frattempo continuiamo a lavorare per la piena attuazione della legge regionale per i diritti dei rider e dei lavoratori della gig economy'. Così in una nota Claudio Di Berardino, assessore al Lavoro e Formazione della Regione Lazio.

17:50 - Altri 22 casi al San Raffaele Pisana,in tutto 99 e 5 morti

Si allarga il cluster romano al San Raffaele Pisana. Oggi dei 27 casi rilevati 22 sono riferibili al focolaio dell'istituto di riabilitazione che arriva a 99 casi positivi e 5 decessi, due dei quali nelle ultime 24 ore. Resta alta l'attenzione e l'indagine epidemiologica accurata della Regione punta anche al doppio tampone: dei 22 nuovi casi riferiti al focolaio 16 derivano dai tamponi di controllo effettuati su operatori e pazienti della casa di cura negativi ai primi tamponi. Prosegue l'indagine epidemiologica che andrà a ritroso a partire dal 1° di maggio e già sono stati chiamati i primi 200 pazienti dimessi dalla struttura presso i drive-in per effettuare i test sierologici L'attenzione resta altissima e i pazienti positivi sono stati tutti trasferiti. Proseguono le attività per i test sierologici sugli operatori sanitari e le Forze dell'ordine. I due deceduti nelle ultime 24 ore riferibili al focolaio sono due donne di 82 anni e 89 anni, entrambe proveniente dalla struttura e morte la prima all'ospedale militare del Celio e al seconda al POliclinico Gemelli. I pazienti sono tutti in trasferimento verso l'Istituto Spallanzani ed è stato dato mandato alla struttura San Raffaele di comunicare tempestivamente le informazioni ai famigliari. Intanto nel Lazio è record di guariti: 317 nelle ultime 24h e complessivamente raggiungono le 4.913 unità.

15:45 – Zingaretti: “In Lazio ha funzionato la rete dei controlli”

Il Lazio "ha resistito" grazie "alla fitta rete di controlli del territorio" e sono così stati limitati i contagi da coronavirus, ha sottolineato il Presidente della Regione Nicola Zingaretti a margine di una conferenza stampa per la presentazione dell'Alleanza per Roma. "Il numero delle vittime è stato drammatico", ha aggiunto, facendo presente però che nei primi quattro mesi del 2020 nel Lazio c'è stato un numero di morti inferiore allo stesso periodo dell'anno precedente.

14:11 - Cna Roma: “Aumentano del 10% gli incassi ma c'è ancora sconforto”

Prosegue l'indagine condotta della CNA di Roma nei giorni martedì 9 e mercoledì 10 giugno, a circa 20 giorni dalla riapertura di tutti gli esercizi commerciali. Sono stati intervistati 300 titolari di esercizi commerciali, come era accaduto lo scorso 26 maggio, su due delle principali vie del commercio romano, viale Marconi e via Cola di Rienzo. "È importante continuare a monitorare il 'sentiment' e le necessità dei nostri imprenditori, in questo caso degli artigiani e dei commercianti di Roma, per promuovere le loro istanze verso istituzioni locali e nazionali. Non siamo affatto tornati alla normalità tanto auspicata, si vedono pochi segnali positivi e occorre fare di più perché l'economia della nostra città è ancora fortemente provata dagli effetti della pandemia e con essa anche il morale e la resistenza degli imprenditori del nostro territorio", commenta così Stefano Di Niola, Segretario della CNA di Roma. Circa 60 esercenti che avevano risposto alle domande la volta precedente, non hanno voluto rispondere, testimoniando un'accresciuta insofferenza verso la situazione di crisi che stanno vivendo. Il 40% degli intervistati ha dichiarato di non aver fatto ricorso alla cassa integrazione perché si tratta di esercizi commerciali a gestione familiare. Comparando la percentuale degli incassi dichiarati la volta scorsa, si nota come ci sia stato una leggera crescita di più del 10% del fatturato, passando dal 47% che aveva dichiarato di aver guadagnato più di 250 euro ad un 58% dell'attuale rilevazione.

14:08 - Lazio: ok iter 2,5 milioni di dosi vaccino antinfluenzale 

"La Regione Lazio in vista della prossima stagione autunnale è in prima fila e sta preparando le proprie strategie vaccinali antinfluenzali per gli over 65 anni e gli operatori sanitari per limitare la massimo possibili criticità nell'eventualità di una seconda ondata di contagi per il COVID-19. Ad oggi solo 9 Regioni su 21 hanno avviato le gare per le forniture delle dosi di vaccino e con orgoglio posso dire che il Lazio tra queste è la prima ad aver già concluso le procedure per circa 2,5 milioni di dosi". Lo dichiara l'Assessore alla sanità della Regione Lazio, Alessio D'Amato commentando l'Undicesima puntata dell'Instant Report ALTEMS COVID-19 dell'Università Cattolica del Sacro Cuore. "Il Report è uno strumento utile - ha concluso D'Amato - che ci permette di avere una fotografia della situazione e capire come le diverse regioni si stanno muovendo nella gestione dell'emergenza".

13:48 - Cluster San Raffaele, altri 16 positivi per focolaio: in totale sono 93

Altri 16 casi positivi riconducibili al cluster San Raffaele-Pisana a Roma. Dalla Asl Roma 3 si apprende che "dai tamponi di controllo eseguiti ieri, a distanza di 5 giorni dalla prima tornata, sono emersi altri 16 casi positivi presso l'IRCCS San Raffaele Pisana: di questi 14 sono pazienti, tutti collegabili con i primi pazienti positivi nella struttura, e due sono operatori", comunica l'Unità di Crisi COVID-19 della Regione Lazio. "I pazienti sono tutti in trasferimento verso l'Istituto Spallanzani ed è stato dato mandato alla struttura San Raffaele di comunicare tempestivamente le informazioni ai famigliari. I due dipendenti positivi sono un'OSS e un fisioterapista in sorveglianza a domicilio -prosegue al nota dell'Unità di crisi- E' stato possibile individuare questi nuovi positivi grazie ai tamponi di controllo, eseguiti dopo 5 giorni dai primi tamponi, a tutti i pazienti e gli operatori rimasti nella struttura. Questo focolaio si dimostra impegnativo, ma il sistema dei doppi controlli sta funzionando, grazie alla tempestività degli interventi messi in atto sono stati individuati questi nuovi casi che erano negativi ai tamponi precedenti. Il focolaio raggiunge così al momento un totale di 93 casi positivi destinati ad aumentare".

13:31 - Ad agosto ripartono pellegrinaggi

Ripartono i pellegrinaggi. Tra i primi enti a muoversi è l'Opera Romana Pellegrinaggi che dal 24 al 27 agosto porterà i fedeli a Lourdes, in Francia. Il viaggio, il primo della diocesi di Roma dopo l'emergenza, sarà guidato dal cardinale vicario Angelo De Donatis e dal presidente dell'Orp mons. Remo Chiavarini. Pronto per settembre il pellegrinaggio in Terra Santa e ad ottobre a Fatima, in Portogallo.

13:01 - Industriali Lazio: "Stati Generali? Più corretto dire brain storming"

"Chiamarli Stati Generali è eccessivo, forse è più corretto dire 'brain storming', qualcuno l'ha definita passerella ma io direi brain storming: ognuno va là e espone", sostiene il leader degli industriali del Lazio, Filippo Tortoriello, intervistato dall'ANSA, che poi si domanda: "Ci si rende conto di quale drammaticità sta vivendo il nostro Paese? Servirebbe "un colpo di remi, forte, per ripartire", avverte, ma "il tempo passa, i problemi si acuiscono, e non ci sono soluzioni adeguate". In attesa da anni di riforme, oggi, con il Covid-19 "siamo arrivati al 2020 in una situazione drammatica ed il premier dice che forse ad agosto... 'forse'. Ma è normale?"; "Per misure sulle infrastrutture parla di luglio, di agosto, di settembre... Qui non ci si rende conto della drammaticità della situazione".

12:09 - Spallanzani: "32 pazienti covid ricoverati"

In questo momento sono ricoverati all'istituto Spallanzani di Roma "86 pazienti. Di questi 32 sono casi confermati COVID-19, di cui 17 attualmente ancora positivi al tampone per la ricerca Sars-CoV 2, 54 sottoposti ad indagini. Quattro pazienti necessitano di supporto respiratorio. I pazienti dimessi e trasferiti a domicilio o in altre strutture territoriali sono a questa mattina 473". Lo si apprende dal bollettino medico di oggi dell'Istituto.

9:47 - Domani riapre Museo del Saxofono a Maccarese

Dopo la lunga fase di lockdown, riapre domani a Maccarese, nel comune di Fiumicino, il Museo del Saxofono, fino a questo momento l'unico nel panorama internazionale, dedicato a questo strumento. Ospita una collezione di centinaia di rari esemplari, dal soprillo di 32cm al gigantesco contrabbasso di 2 metri, dal Grafton Plastic agli strumenti dell'inventore Adolphe Sax, dal Conn O-Sax al Selmer CMelody di Rudy Wiedoeft, dal Jazzophone ai Conn Artist, dal tenore Selmer appartenuto a Sonny Rollins all'Ophicleide, dal mastodontico sub-contrabasso J'Elle Stainer fino ai sax-giocattoli. La riapertura sarà "in tutta sicurezza per dipendenti e visitatori", assicura l'ideatore e Direttore del Museo, il musicista, docente e collezionista Attilio Berni. Per festeggiare la riapertura il 20 e il 21 giugno il Museo ha messo nel cartellone "ConverSAXioni", una visita guidata speciale tenuta da Berni accompagnato al pianoforte dal Maestro Alessandro Crispolti. "Racconti, aneddoti, musiche suggestive e strumenti che si trasformano in una sorta di concerto-racconto, per unire storia ed edutainment narrando l'idea costruttiva del Museo e le più avvincenti metamorfosi del saxofono", spiega Berni. Il percorso all'interno del Museo è stato ridisegnato in modo che, in una sorta di tracciato obbligato, non ci siano incroci tra i visitatori. Da fine giugno riprenderanno anche le attività di masterclass, conferenze e, novità assoluta, anche una rassegna di concerti all'aperto.

7:36 - Alessio D'Amato: "A San Raffaele legati 36 morti"

"Respingo al mittente le accuse di bullismo fatte da alcuni parlamentari della Lega in riferimento al mancato pagamento dello stipendio dei lavoratori della San Raffaele di Rocca di Papa attribuendolo addirittura alla responsabilità della Regione: ricordo che alle strutture del San Raffaele sono correlati ad oggi 345 casi positivi e 36 decessi". Così in una nota l'assessore alla sanità del Lazio, Alessio D'Amato. Al San Raffaele Rocca di Papa, spiega D'Amato, "sono attribuibili 166 casi positivi e 21 decessi e complessivamente le strutture afferenti al gruppo San Raffaele operanti nel Lazio (Cassino, Montecompatri, Rocca di Papa e IRCCS Pisana) hanno avuto 345 casi positivi e 36 decessi e due Procure al lavoro. Imputare questo alle decisioni della Regione è assolutamente ignobile. Il nostro compito è stato e sarà sempre quello di tutelare la salute pubblica e coloro che hanno sbagliato dovranno assumersi le loro responsabilità senza alcun pregiudizio. Chi ha tradito gli anziani ha tradito la fiducia del Servizio sanitario regionale".

Roma: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24