Coronavirus Roma, un milione di mascherine non sicure: due denunce

Lazio
©Fotogramma

I dispositivi sono stati scovati in un deposito situato nel quartiere Prenestino. Le Fiamme Gialle hanno monitorato i canali di approvvigionamento degli operatori economici che hanno subito, di recente, analoghi sequestri, risalendo a una società riconducibile a due persone. Allo Spallanzani 88 ricoverati

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi a Roma

 

Sono oltre un milione le mascherine non conformi alla normativa europea e nazionale sulla sicurezza dei prodotti scovati dalla guardia di finanza di Roma in un deposito situato nel quartiere Prenestino.

Intanto, la stagione balneare 2020 per le spiagge di Roma si apre oggi, 29 maggio, e terminerà il 30 settembre. È quanto prevede un'ordinanza firmata ieri sera dalla sindaca di Roma, Virginia Raggi, che revoca la precedente ordinanza consentendo il libero accesso alle spiagge e l'uso degli arenili.

Allo Spallanzani sono 88 le persone ricoverate di cui 31 positive al coronavirus. Lo rende noto l'Istituto tramite il bollettino odierno. Finora sono 459 i pazienti dimessi. (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI)

17:54 - Fase 2, gelatieri in Campidoglio: "Raggi modifichi orari"

"Oggi pomeriggio, insieme all'Associazione Italiana Gelatieri e diversi operatori del settore, abbiamo effettuato un presidio in piazza del Campidoglio. Una 'protesta dolce' per chiedere alla sindaca di Roma di prorogare l'orario di apertura delle gelaterie anche dopo le 21.30". Così in una nota il presidente della Fiepet-Confesercenti Claudio Pica. "La proroga consentirebbe di sostenere l'economia delle gelaterie e porterebbe maggiore occupazione - aggiunge - sia togliendo i lavoratori dalla cassa integrazione che favorendo la possibilità di assumere gli stagionali. Gli uffici comunali ci hanno fatto sapere che l'Amministrazione sarebbe venuta incontro alle nostre richieste, ma noi aspettiamo la delibera ufficiale con tanto di firma da parte della Raggi, alla quale oggi avremmo volentieri offerto un buon gelato artigianale italiano. Ma non si è presentata".

15:39 - In Lazio 16 casi, a Roma il dato più basso con tre nuovi contagi

Nel Lazio si registrano 16 casi con un trend al 0,2%. È record dei guariti (245) e dei dimessi (218) mentre sono 13 i decessi. A Roma città il dato più basso da inizio emergenza con tre nuovi casi. UN focolaio ad Anzio è stato individuato e circoscritto. Proseguono le attività per i test sierologici agli operatori sanitari e delle Forze dell'Ordine. Ad oggi è stata superata la quota dei 55 mila test di sieroprevalenza con una incidenza pari al 2,5% e grazie ai test sono stati finora individuati tempestivamente 102 positivi al tampone asintomatici, il sistema integrato sta funzionando. Prosegue l'attività ai drive-in per i tamponi ed è stato potenziato il 'contact tracing' con una riunione operativa ogni giorno con le Asl sui tracciamenti. I decessi sono stati 8 nelle ultime 24h ai quali si aggiungono 5 recuperi di notifiche, mentre il numero complessivo dei guariti è di 3.825 totali e i tamponi totali eseguiti sono stati circa 250 mila. Oggi sono in distribuzione presso le strutture sanitarie: 28.500 mascherine chirurgiche, 12.800 maschere FFP2, 1.350 maschere FFP3, 5.000 camici impermeabili, 1.200 calzari, 2.800 guanti.

13:52 - Anzio apre le spiagge: distanza e niente giochi squadra 

Anzio, unica località del litorale romano ad aver conquistato la Bandiera Blu e la Bandiera Verde per le spiagge a misura di bambino, da questa mattina ha aperto la stagione balneare sulle spiagge libere e su quelle sottoposte a concessione. L'accesso alle spiagge libere è consentito nel rispetto delle misure di prevenzione di seguito riportate: divieto di qualsiasi forma di assembramento e dovranno essere sempre rispettate le distanze di almeno 1 metro tra le persone, sia in acqua che nell'arenile; i fruitori delle spiagge libere dovranno recarsi presso gli arenili con mascherine, fino al raggiungimento della postazione scelta. Raggiunta l'area di sosta, dovrà essere assicurato un distanziamento tra gli ombrelloni, ovvero asciugamani, borse ecc., in modo da garantire una superficie di almeno 10,00 mq per ogni zona. In tali zone potranno sostare max. 4 persone (maggiorate a 6 solo se conviventi); sono vietate le attività ludico-sportive di gruppo che possano dar luogo ad assembramenti, nonché praticare qualsiasi gioco (ad esempio calcio, tennis da spiaggia, pallavolo, basket, bocce…..).

13:23 - Sindaco Fiumicino: “Chiesta acquisizione App Seapass”

L'amministrazione comunale di Fiumicino ha deciso di "acquisire" l'app "Seapass - Il Mare di Roma", utilizzata già dal Comune di Roma, per informare, in tempo reale, su cellulari e tablet, i cittadini e visitatori sullo stato di ricettività delle spiagge (23 i chilometri di costa) ed evitare assembramenti. "Abbiamo chiesto l'acquisizione della App e, se funziona, sicuramente la applicheremo e la metteremo a disposizione: sicuramente anche questo aiuterà il lavoro di distanziamento e di programmazione del flusso verso il nostro lungo arenile, dove da oggi, con il debutto della stagione balneare, è scattato il piano straordinario con 100 volontari che presidieranno i varchi per le spiagge libere, accanto a quad, droni e moto d'acqua, lato mare", spiega il Sindaco Esterino Montino.

12:14 - Debutto in sordina per stagione balneare su litorale romano

Ombrelloni in larghissima parte chiusi. Debutto in sordina, per il momento, per la stagione balneare sul litorale romano, tra Ostia, Fiumicino e Fregene, complici il meteo incerto ed il vento che hanno tenuto lontani i bagnanti, romani e non. Poche presenze negli stabilimenti e sulle spiagge libere, qualche canoa, barca da diporto e surf in acqua. I veri banchi di prova, anche per testare afflussi, accessi, disposizioni di distanziamento ed anti assembramento, arriveranno più avanti, con il bel tempo ed i weekend di giugno, con tutta probabilità. Sui 23 chilometri di costa del comune di Fiumicino, 11 dei quali di spiagge libere, da Isola Sacra a Passoscuro, passando per Fregene e Maccarese, il dispositivo messo a punto dall'amministrazione comunale ha visto subito schierato questa mattina larga parte dei 100 volontari, con pettorine colorate, per controllare i varchi d'accesso, oltre all'ausilio di due moto d'acqua, un quad ed un drone, soprattutto nei tratti di arenili liberi più lunghi, come a Passoscuro, Focene. Pattuglie della Capitaneria di Porto in campo sia sugli arenili che sui lungomare, oltre ai mezzi in mare. Nelle oltre 100 attività, tra stabilimenti e chioschi attrezzati, i preparativi, per il distanziamento, le nuove misure e gli avvisi anti covid, le sanificazioni continue ("Quello delle sanificazioni e pulizie di ambienti, tavoli, piscina, ecc. rappresenta tanto lavoro in più, abbiamo dovuto mettere più personale dedicato", spiega un balneare) sono pressoché ultimati: mediamente, le disposizioni anti contagio hanno fatto perdere tra il 20 ed il 40 per cento di postazioni di ombrelloni ma c'è "comunque fiducia, soprattutto grazie alle prenotazioni finora delle famiglie ed agli abbonati: con un po' di accortezza, buon senso e rispetto delle regole, ce la possiamo fare a dare un tono positivo alla stagione. Da noi lo spazio a disposizione per le postazioni è di circa 14 metri quadrati a fronte dei 10 previsti", riferisce una titolare di stabilimento. Non tutte le attività hanno scelto il sistema delle prenotazioni: alcune hanno optato sulla regolazione degli accessi fino ad esaurimento posti. Altri, sui giornalieri, tramite prenotazioni online o via whatsapp. 

11:59 - Allo Spallanzani 88 ricoverati; finora 459 dimessi 

In questo momento sono ricoverati all'istituto Spallanzani di Roma "88 pazienti, di cui 31 positivi al Covid e 57 sottoposti ad indagini. 8 pazienti necessitano di supporto respiratorio. I pazienti dimessi e trasferiti a domicilio o in altre strutture territoriali sono a questa mattina 459". E' quanto emerge dal bollettino medico di oggi dell’Istituto.

10:53 - D’Amato: “Troppe pressioni perché riparta il Nord”

"Ci sono troppe pressioni, anche sul Comitato tecnico scientifico. Se servirà, prenderemo delle contromisure. Non accetteremo forzature". A dirlo, in un colloquio con il Messaggero, è Alessio D'Amato, assessore alla sanità del Lazio. "Voi pensate - rimarca - che, se ci sarà il via libera agli spostamenti interregionali, tutti i milanesi andranno solo in Sardegna? Sapete quanti treni ci sono ogni giorno tra Roma e Milano? Io spero che ci sia grande scrupolo nel prendere le decisioni, vedo troppe pressioni". D'Amato non nasconde qualche preoccupazione per un liberi tutti che penalizzi i territori in cui, almeno per ora, la circolazione del virus è stata sotto il livello di guardia. 

Alla domanda "Pensa che in Lombardia e in Piemonte i confini debbano restare chiusi anche dopo il 3 giugno?", D'Amato risponde: "Lo dico con grande chiarezza: ci siamo dati un metodo, si deve decidere sulla base di una serie di indicatori, sui numeri. Se le decisioni saranno prese su riscontri scientifici, non avremo nulla da eccepire. Se invece si cederà a delle pressioni di tipo politico, prenderemo delle contromisure”.

8:25 - Scoperto un milione di mascherine non sicure, due denunce

Sono oltre un milione le mascherine non conformi alla normativa europea e nazionale sulla sicurezza dei prodotti scovati dalla guardia di finanza di Roma in un deposito situato nel quartiere Prenestino. Le Fiamme Gialle hanno monitorato i canali di approvvigionamento degli operatori economici che hanno subito, di recente, analoghi sequestri, risalendo a una società riconducibile a due cinesi, nel cui magazzino è stato rinvenuto un container contenente mascherine chirurgiche provenienti dalla Repubblica Popolare Cinese, occultate dietro due bancali di capi di abbigliamento. Alcune recavano indebitamente il marchio CE, mentre altre erano prive della prescritta autodichiarazione da inviare all'Istituto Superiore della Sanità e all'Inail per l'attestazione delle caratteristiche tecniche e il rispetto dei requisiti di sicurezza, deroga consentita in via eccezionale dal Governo proprio per fronteggiare l'emergenza sanitaria in atto.

7:18 - Ordinanza di Virginia Raggi: "Al via stagione balneare su litorale"

La stagione balneare 2020 per le spiagge di Roma si apre oggi, 29 maggio, e terminerà il 30 settembre. È quanto prevede un'ordinanza firmata ieri sera dalla sindaca di Roma, Virginia Raggi, che revoca la precedente ordinanza consentendo il libero accesso alle spiagge e l'uso degli arenili. Decise anche una serie di misure volte per monitorare gli ingressi sulle spiagge e verificare la disponibilità di posti disponibili per rispettare le distanze fra le persone. A questo scopo è stato approvato il piano strategico gestione balneare che detta le modalità operative per consentire il regolare svolgimento della stagione balneare in sicurezza rendendo possibile il controllo degli accessi all'arenile, il contingentamento delle presenze su ogni spiaggia fino a una capienza massima definita e il distanziamento sociale.

Roma: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.