Coronavirus Lazio: 3.637 positivi, 662 decessi e 3.259 guariti

Lazio
©Fotogramma

Così l’assessore alla Sanità della Regione, Alessio D’Amato: “Il trend è allo 0,3 per cento, i decessi sono stati 15. Proseguono le attività per i test sierologici agli operatori sanitari e alle forze dell’ordine”

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi a Roma

 

“Nel Lazio sono 21 casi positivi nelle ultime 24h ai quali si aggiungono 4 recuperi di notifiche. Il trend è a 0,3% e il numero dei guariti nelle ultime 24h è cresciuto di 159 unità. Proseguono le attività per i test sierologici agli operatori sanitari e delle Forze dell'Ordine, l'obiettivo è quello di testare, tracciare e trattare. Ad oggi sono stati effettuati 25.371 test sierologici con prelievo venoso e sono risultati con presenza di anticorpi IgG in 590 pari al 2,3% e di questi sono risultati positivi al tampone in 28. È stata emessa la circolare per effettuare il test sierologico gratuito per la ricerca degli anticorpi anti Sars-Cov 2 ai donatori abituali di sangue. I decessi sono stati 15, mentre continuano a crescere i guariti, che sono arrivati a 3.259 totali e i tamponi totali eseguiti sono stati oltre 222 mila". Commenta così l'Assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D'Amato.
In totale, sono 3.637 gli attuali casi positivi al Covid 19 nel Lazio. Di questi, 2.459 sono in isolamento domiciliare, 1110 sono sono ricoverati non in terapia intensiva, 68 sono ricoverati in terapia intensiva. Lo rende noto la Regione. 662 sono i pazienti deceduti e 3.259 le persone guarite. In totale sono stati esaminati 7.558 casi (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI).

18:04 - Regione Lazio: “Così i fondi Ue fronteggeranno Covid-19”

Un finanziamento del 100% dei programmi operativi, effettuato utilizzando le risorse non ancora impegnate dei tre fondi europei, costituisce la nuova strategia d'investimento dei fondi strutturali europei per fronteggiare l'emergenza Covid-19. Il meccanismo di applicazione di questa strategia è stato oggetto dell'audizione congiunta di oggi del vicepresidente della regione Lazio Daniele Leodori davanti alle commissioni Affari europei presieduta da Alessandro Capriccioli (+Europa Radicali) e Bilancio presieduta da Fabio Refrigeri (Pd). Capriccioli ha ricordato che il nuovo regolamento Ue del 23 aprile ha deciso appunto di convogliare le quote non ancora impegnate dei tre fondi Ue sulla lotta al coronavirus, consentendo il trasferimento tra l'uno e l'altro di essi e il finanziamento dei programmi operativi pari al cento per cento, prescindendo quindi dalla quota di cofinanziamento nazionale, attraverso la semplificazione delle procedure e il rimborso retroattivo delle spese già sostenute. Leodori ha spiegato che la cornice dell'azione regionale è costituita anzitutto dai decreti governativi sull'emergenza; importante anche l'accordo Governo-Regioni per la riprogrammazione dei fondi operativi. E' sceso maggiormente nei dettagli il direttore regionale Paolo Iannini: questa copertura del 100% - ha chiarito - vale però solo fino al gennaio 2021. Nello specifico, le amministrazioni titolari di programmi operativi possono ottenere il finanziamento integrale delle spese valendosi dello Stato non come cofinanziatore, quale era il meccanismo precedente, ma solo come anticipatore di una parte al fine di garantire la continuità dell'erogazione, coprendo i tempi tecnici necessari per il rimborso da parte dell'Unione (la cosiddetta "bollinatura"). Iannini ha parlato di cinque 'famiglie' di interventi di contrasto al Covid: sanità, istruzione, formazione, lavoro e sociale; Iannini ha detto anche che una quota fissa, dapprima quantificata al 50 per cento, ma soggetta a essere rivista, deve essere destinata a interventi specifici, tra cui in primis quelli sanitari.

17:47 – Raggi: “Cercherò di aumentare e anticipare le corse della metro”

"Sicuramente cercheremo di aumentare le corse delle metro e vedere di anticipare le aperture". Lo ha detto a Pomeriggio 5 la sindaca di Roma Virginia Raggi. Alla sindaca è stato mostrato un servizio realizzato alle 4,30 del mattino alla stazione Anagnina, nel quale si evidenziavano lunghe file e assembramenti. Molti cittadini al microfono, lamentandosi, chiedevano un servizio più efficiente. Sui bus di rincalzo, ha spiegato la sindaca, "abbiamo aperto una interlocuzione con i privati per poter avere un aumento dei bus di superficie per intercettare la domanda che per effetto delle nuove norme non può essere caricata sui normali bus. Andremo a mettere altre corse - ha aggiunto Raggi - mi farò portavoce di questa richiesta". Alcuni cittadini inoltre hanno chiesto che fosse verificata all'ingresso in metro la temperatura corporea. "Febbre all'ingresso? Non c'è stato chiesto e non lo fa nessuna città - ha risposto Raggi - Si fa invece alla stazione ferroviaria di Termini, sono stata la prima a chiederlo e a farlo, e già il primo giorno sono state trovate 3 persone con la febbre. Stiamo provando a lavorare per inserire queste misure anche sulla metro ma non è istantaneo e la spesa non è banale. Io conosco la vita della periferia - ha concluso Raggi - ho viaggiato per anni con i mezzi. Faremo di più per le norme anti-assembramento".

17:40 – D'Amato: “Oltre 25mila test, 28 positivi a tampone”

“Proseguono le attività per i test sierologici agli operatori sanitari e delle forze dell'ordine. L'obiettivo è quello di testare, tracciare e trattare. Ad oggi sono stati effettuati 25.371 test sierologici con prelievo venoso e sono risultati con presenza di anticorpi IgG in 590 pari al 2,3% e di questi sono risultati positivi al tampone in 28”. Così l'assessore regionale alla Sanità, Alessio D'Amato. “E' stata emessa la circolare per effettuare il test sierologico gratuito per la ricerca degli anticorpi anti SARS-CoV 2 per i donatori abituali di sangue” aggiunge D'Amato.

17:34 - Nel Lazio 3.637 positivi, 662 morti e 3.259 guariti

In totale, sono 3.637 gli attuali casi positivi al Covid 19 nel Lazio. Di questi, 2.459 sono in isolamento domiciliare, 1110 sono sono ricoverati non in terapia intensiva, 68 sono ricoverati in terapia intensiva. Lo rende noto la Regione. 662 sono i pazienti deceduti e 3.259 le persone guarite. In totale sono stati esaminati 7.558 casi

17:29 – Sindaco Ciampino: “Preoccupata per indotto aeroporto”

"L'aeroporto è stata riaperto: purtroppo adesso abbiamo tutta una serie di persone che lavorano nell'indotto aeroportuale, precari e interinali, che oggi si trovano in grande difficoltà perché nessuno rinnoverà i loro contratti". Lo ha detto il sindaco di Ciampino, Daniela Ballico, nel programma Gli Inascoltabili in onda su Nsl Radio e Tv, riporta una nota della radio. "Nei dpcm ai sindaci hanno lasciato la possibilità solo di restringere in merito alle direttive del Governo - ha aggiunto - ma non possono riaprire ne decidere nulla. Se ci siamo sentiti aiutati? Purtroppo devo dirle che fino ad oggi no. Intanto c'è stata poca chiarezza su ogni cosa. Sono state scaricate sui sindaci tutta una serie di responsabilità e di prescrizioni assolutamente inattuabili. Faccio un esempio per tutti - ha detto ancora - nel dpcm si dice che i parchi per i bambini si possono riaprire ma nell'allegato numero 8 si legge che i giochi per i bambini devono essere puliti dal gestore, quindi dal Comune, tutte le sere con un sapone neutro. Ditemi come fanno a pensare che io tutte le sere mandi qualcuno a pulire i giochi".

17:26 – Lazio: 21 positivi, 15 decessi e 159 guariti in 24 ore

“Nel Lazio sono 21 casi positivi nelle ultime 24h ai quali si aggiungono 4 recuperi di notifiche. Il trend è a 0,3% e il numero dei guariti nelle ultime 24h è cresciuto di 159 unità. Proseguono le attività per i test sierologici agli operatori sanitari e delle Forze dell'Ordine, l'obiettivo è quello di testare, tracciare e trattare. Ad oggi sono stati effettuati 25.371 test sierologici con prelievo venoso e sono risultati con presenza di anticorpi IgG in 590 pari al 2,3% e di questi sono risultati positivi al tampone in 28. È stata emessa la circolare per effettuare il test sierologico gratuito per la ricerca degli anticorpi anti Sars-Cov 2 ai donatori abituali di sangue. I decessi sono stati 15, mentre continuano a crescere i guariti, che sono arrivati a 3.259 totali e i tamponi totali eseguiti sono stati oltre 222 mila". Commenta così l'Assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D'Amato. I dispositivi di protezione individuale oggi sono in distribuzione presso le strutture sanitarie: 32.100 mascherine chirurgiche, 14.500 maschere FFP2, 4.620 maschere FFP3, 3.850 camici impermeabili, 3.200 tute idrorepellenti, 75.000 guanti.

16:12 – Roma, riapre la Biblioteca della Pontificia Università Gregoriana

Lunedì 18 maggio la Biblioteca della Pontificia Università Gregoriana, a Roma, ha riaperto al pubblico le sue sale di lettura, adottando le misure sanitarie previste (ingressi su prenotazione, distanziamento sociale, ecc.), oltre ad aver potenziato i servizi di prestito e le risorse online nelle settimane del lockdown. Un segnale-chiave da parte dell'ateneo affidato alla Compagnia di Gesù, noto per la sua internazionalità, e che fin dall'inizio della crisi aveva applicato con rigore i protocolli di sicurezza.

15:27 - Sindaco Fiumicino: "Misure antiassembramenti al mercato"

Per ragioni di sicurezza e per evitare assembramenti, a Fiumicino il tradizionale Mercato all'aperto del sabato, che ospita 148 banchi, cambia disposizione dal 23 maggio, allungandosi da via Foce Micina anche su via del Canale. Lo comunica il sindaco Esterino Montino. "Nel pieno di un'emergenza sanitaria come quella che stiamo vivendo, il Comune si deve fare carico di prendere provvedimenti che tutelino il più possibile la salute delle persone - spiega il sindaco - Per questo, fino a quando sarà necessario, il mercato di Foce Micina si allungherà su tutta via del Canale". "Per garantire alle persone di muoversi lungo i banchi senza che si creino assembramenti - sottolinea Montino - è necessario disporre i banchi su un'unica fila. Cosa che, invece, non è necessaria per gli altri mercati come quello di piazzale Borsellino dove gli spazi sono molto più ampi". "So che ci sono alcuni malumori - aggiunge il sindaco - come sempre avviene davanti ad una novità che cambia un'abitudine vecchia di anni. Questa, però, è la soluzione migliore possibile. Avremo il doppio senso di circolazione su entrambe le strade interessate dal mercato senza che nessuno corra rischi perché i furgoni dei gestori dei banchi faranno da barriera tra le auto di passaggio e i banchi stessi. Davanti ai banchi, poi, i clienti potranno scorrere agevolmente avendo tutto lo spazio necessario a vedere la merce e ad acquistarla senza creare assembramenti". I commercianti dovranno posizionare il proprio mezzo esclusivamente alle spalle dei relativi banchi lasciando liberi tutti gli altri parcheggi nelle strade e zone limitrofe, con l'obiettivo di compensare l'inevitabile perdita di parcheggi su via del Canale. "Abbiamo ascoltato i commerciati del mercato, ma questa rimane la soluzione migliore per conciliare lo svolgimento del mercato con tutti i 148 banchi e la sicurezza delle persone. Rimanere solo su via della Foce Micina avrebbe significato dimezzare i banchi presenti con un danno evidente a chi sarebbe rimasto escluso", conclude Montino.

15:12 - Fiumicino, ristoratori: primi dati "incoraggianti"

Tra lunedì ed oggi la quasi totalità delle attività di ristorazione di Fiumicino, oltre 600 comprese pizzerie e pub, hanno riaperto. I dati sulle affluenze sono "incoraggianti", riferisce una rappresentanza della categoria. Naturalmente non c'è il tutto esaurito e la capienza delle sale si è ridotta notevolmente. "La voglia di tornare a lavorare e continuare un percorso che qui a Fiumicino portiamo avanti da oltre 50 anni supera ogni ostacolo - dichiara a nome dell'Associazione Lungomare ed Esercenti di Fiumicino, Massimiliano Mazzuca - I ristoranti hanno tutti adottato regole ferree e il marchio 'Covid Free' che stiamo portando avanti è un passo importante per far capire ai nostri clienti che non c'è alcun pericolo. Lavorare con tutte le prescrizioni non è facile però lo stiamo facendo con tanta abnegazione. Stiamo programmando il futuro che ci porterà da qui ai prossimi mesi a doverci confrontare con queste nuove modalità di lavoro ma siamo abituati a rimboccarci le maniche e dare ai nostri clienti il meglio. La ristorazione di Fiumicino è famosa in tutto il Lazio, è uno dei cuori pulsanti dell'economia di questo Comune e di questo territorio. Abbiamo fatto delle richieste al sindaco Montino e stiamo cercando con le altre associazioni di fare in modo che questo importantissimo comparto possa ripartire in maniera sana, sicura e continuativa". "Il fine settimana è vicino, invitiamo tutti i romani a venirci a trovare senza problemi. Qui troveranno la solita accoglienza e le solite attenzioni. Anche se nascosti dalle mascherine e con quale precauzione in più, il sorriso non ci manca", conclude Mazzuca.

12:57 - Lo Spallanzani: "98 ricoverati, 445 dimessi finora"

In questo momento sono ricoverati allo Spallanzani di Roma "98 pazienti, di cui 48 positivi al Covid-19 e 50 sottoposti a indagini. Tredici pazienti necessitano di supporto respiratorio. I pazienti dimessi e trasferiti a domicilio o in altre strutture territoriali sono a questa mattina 445". Lo rende noto l'Istituto nel bollettino di oggi.

12:53 - Il sindaco di Fiumicino: "Aiuti finora a 12mila persone"

Sono 12mila le persone che, nel comune di Fiumicino, hanno ricevuto finora aiuti di prima necessità dall'inizio dell'emergenza Covid-19. Questo è quanto emerso al termine dalla riunione oggi del Centro operativo comunale dove il sindaco Esterino Montino ha fatto il il punto della situazione, soprattutto in vista dell'apertura della stagione balneare il prossimo 29 maggio.

11:59 - Raggi: "Da vigili Centro mille euro di aiuti a bisognosi"

"Durante questa emergenza gli agenti della polizia locale hanno dimostrato una grande dedizione e un forte senso di responsabilità, rendendosi disponibili anche oltre il loro consueto orario di lavoro e impiegando uomini e mezzi a sostegno dei cittadini". Così su Facebook la sindaca di Roma, Virginia Raggi. Poi: "Li abbiamo visti protagonisti di diverse azioni di solidarietà. Oggi voglio raccontarvene un’altra. Gli agenti del I Gruppo Centro hanno acquistato beni di prima necessità, farmaci e dispositivi di protezione per un totale di circamille euro".

10:35 - Raggi: "Centri estivi aperti da giugno-luglio, attendo ok ministero"

"Le scuole riapriranno a settembre e su questo stiamo lavorando con la ministra Azzolina. I nostri studenti e i nostri insegnanti sono stati bravissimi con le lezioni a distanza ma non può essere la normalità. Quello a cui stiamo lavorando adesso è però l'apertura degli spazi per i centri estivi". Così a Radio Rock la sindaca di Roma Virginia Raggi. "Dovremo farlo per luglio, se riusciamo anche da giugno, se troviamo spazi consoni. Aspettiamo di capire cosa ci dice il ministero - ha aggiunto - se ci danno l'ok da giugno partiamo a giugno, se a luglio da luglio. Vogliamo consentire ai bimbi di tornare a giocare con gli amichetti: non possiamo avere dei piccoli 'licantropi' a casa, sempre da soli".

7:22 - Alessio D'Amato: "In busta paga bonus a 13mila operatori"

Saranno circa 13mila gli operatori che vedranno nella busta paga del mese di giugno il 'bonus' economico nella misura che è stata concordata con le organizzazioni sindacali. Nello specifico saranno 9.893 infermieri e 3.095 medici per un totale di 12.988 operatori sanitari. Le somme messe a disposizione dall'amministrazione regionale sono pari a circa 12 milioni di euro che era il tetto concordato. "L'individuazione dei beneficiari è stata fatta dal datore di lavoro che sono le diverse aziende sanitarie". Lo dichiara in una nota l'Assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D'Amato.

Roma: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.