Viterbo, arrestati due coltivatori di marijuana

Lazio
©Getty

I carabinieri erano intervenuti a causa di un incendio, poi hanno scoperto la piantagione con 160 piante ben coltivate. In manette padre e figlio, proprietari del terreno

A Viterbo i carabinieri hanno arrestato due coltivatori di marijuana. I militari hanno scoperto la piantagione dopo essere intervenuti a Poggio Musone a causa di un incendio. Una volta domate le fiamme, i carabinieri in una zona vicina hanno rinvenuto un campo di marijuana con 160 piante ben coltivate. Dopo gli accertamenti, sono stati rintracciati i proprietari. Si tratta di due persone, padre e figlio, residenti a Bolsena.

La perquisizione

Nella successiva perquisizione nell'appartamento, sono stati ritrovati altri 500 grammi di marijuana già essiccata oltre al materiale per il confezionamento. Ma la prova che loro si erano presi cura del campo - anche in tempo di restrizioni per il virus - è che sono stati trovati con l’autocertificazione giornaliera per recarsi da Bolsena a Grotte Santo Stefano ad annaffiare e prendersi cura del campo coltivato.

Roma: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24