Roma, uomo aggredito e ucciso sulla banchina del Tevere

Lazio

La polizia ha fermato il presunto responsabile: si tratta di un uomo di 45 anni. Ancora da chiarire la dinamica dell'accaduto

Un uomo è stato aggredito e ucciso sulla pista ciclabile che corre sulla banchina del Tevere nei pressi di Ponte Sisto, al centro di Roma. L'allarme è scattato in seguito a diverse segnalazioni. La polizia ha fermato un sospettato.

La ricostruzione dei fatti

Secondo quanto si è appreso, la vittima è stata trovata sulla pista ciclabile con ferite sul volto e sulle mani. La polizia ha fermato il presunto responsabile: si tratta di un uomo di 45 anni. Ancora da chiarire la dinamica dell'accaduto. Sul posto è intervenuta anche la polizia locale. Disposta l'autopsia sul corpo, che verrà effettuata domani.

L'uomo fermato: "Non sono stato io"

"Non sono stato io. Ho visto un uomo a terra e a quel punto mi sono avvicinato, aveva ferite sul volto: ho cercato di sollecitarlo e non rispondeva, era già morto". È quanto raccontato dall'uomo fermato per l'omicidio al suo avvocato. "Ho lasciato degli amici - ha spiegato - sono sceso sotto al ponte con il cane e ho visto da lontano un gruppo di gente intorno al corpo. Dopo avere costatato che era morto mi sono allontanato e sono stato fermato sulle scale. Se cercano vedranno che alcuni testimoni potranno confermare questa versione".

Roma: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24