Coronavirus Roma, Raggi: "Tamponi a senzatetto, c’è rischio focolai"

Lazio

In una lettera la sindaca chiede che "la Regione Lazio faccia subito i tamponi ai tanti senza fissa dimora che trovano rifugio nell'area della stazione Tiburtina per evitare il rischio di focolai. Bisogna tutelare i cittadini"

Tamponi ai senzatetto per evitare la formazione di focolai. È la richiesta della sindaca di Roma, Virginia Raggi, contenuta in una lettera sull'emergenza Coronavirus (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - LO SPECIALE - L'EMERGENZA A ROMA) indirizzata al governatore Nicola Zingaretti, al ministro Luciana Lamorgese, al prefetto Gerarda Pantalone e al capo della Protezione Civile Angelo Borrelli . "La Regione Lazio faccia subito i tamponi ai tanti senza fissa dimora - si legge nella missiva - che trovano rifugio nell'area della stazione Tiburtina per evitare il rischio di focolai di infezione da coronavirus. Bisogna tutelare i cittadini". 

"Controlli anche per evitare razzismo"

Nella lettera Raggi chiede di verificare con urgenza tramite tamponi "se queste persone sono positive al Covid-19 e organizzare eventualmente il successivo isolamento, così come prevede il protocollo della Regione Lazio che ha convenzionato alcune strutture per l'emergenza coronavirus". Questi controlli, inoltre, sottolinea la prima cittadina, "eviterebbero possibili deplorevoli fenomeni di razzismo". Gli operatori di Roma Capitale - viene sottolineato - "dotati dei dispositivi di sicurezza, già da settimane offrono assistenza a queste persone, dando loro pasti e beni di sostentamento".

Roma: I più letti