Coronavirus in Lazio, calano i ricoverati allo Spallanzani

Lazio

In regione il trend del contagio scende per la prima volta sotto il 6%. Presso l'Istituto attualmente sono ricoverati 202 pazienti (ieri erano 208), mentre finora sono state dimesse 170 persone. Danneggiato nella notte il laboratorio per test Covid al San Camilo

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi a Roma

Nel Lazio si registrano 46 guariti, due ogni ora, mentre nell'ultimo giorno i contagi sono 169, con un trend per la prima volta sotto il 6%. Questi i dati comunicate dalla Regione, che testimoniano "di una frenata e dell'efficacia delle misure di contenimento". Calano i ricoverati anche allo Spallanzani, mentre al contempo aumentano le dimissioni. Lo evidenzia l'odierno bollettino dell'ospedale romano, dove al momento si trovano 202 persone positive al coronavirus, di cui 24 necessitano di supporto respiratorio. Finora sono 170 le dimissioni: altre ne sono previste in giornata.
Tremila mascherine sono state donate al Comune di Fiumicino che, con l'aiuto dei volontari della Croce rossa, le distribuirà a che ne ha più bisogno. Grave episodio al San Camillo: nella notte sono state sabotate alcune apparecchiature del laboratorio per test Covid-19 che doveva essere attivato oggi. Lo rende noto l'assessore regionale alla Sanità Alessio D'Amato. Intanto, la Procura ha aperto un'inchiesta sul tentato attacco hacker della scorsa settimana allo Spallanzani. (DIRETTA)

19:12 - Nel Lazio 2758 casi, 169 morti, 337 guariti

I casi positivi nel Lazio sono 2758, i ricoverati sono 1131 mentre i pazienti in terapia intensiva sono 177. In isolamento domiciliare si trovano 1450 persone, 169 sono i morti e 337 i guariti. Il totale dei casi esaminati è 3264. E' quanto si apprende dalla Regione Lazio.

18:32 - Raggi: "Ieri 28mila controlli dei vigili, 16 illeciti"

"Effettuati ieri dalla Polizia Locale più di 28 mila controlli per verificare rispetto disposizioni del governo su emergenza coronavirus. Sono 16 gli illeciti riscontrati. Grazie ad agenti in prima linea per garantire sicurezza collettiva". Così su Twitter la sindaca di Roma Virginia Raggi.

18:31 - A Contigliano effettuati i primi 73 tamponi

Sono stati eseguiti, questa mattina, a Contigliano, il comune del Reatino dichiarato 'zona rossa' dopo il boom di contagi da Covid-19 registrato nella casa di riposo Alcim, "i primi 73 screening epidemiologici per individuare eventuali casi sospetti". Tra le novità: "la sperimentazione di un test rapido". "E' stata avviata questa mattina a Contigliano - riferisce in una nota la Asl di Rieti -, presso il centro pastorale di via Polletti, l'attività di prevenzione e contenimento del virus Covid-19. Si tratta di uno screening coordinato dalla Regione Lazio e rivolto alla popolazione a rischio, residente nella 'zona rossa' del comune reatino. Grazie ad un camper e alla presenza di un'equipe medica di specialisti dello Spallanzani e dell'Ordine dei medici di Roma, guidata dal dottor Pier Luigi Bartoletti segretario romano della Fimmg, sono stati eseguiti i primi 73 screening epidemiologici". I risultati del test rapido, spiega ancora l'Azienda sanitaria reatina, "saranno incrociati con l'esito dei tamponi veri e propri, per accertare o meno la positività". "Gli operatori - aggiunge la Asl di Rieti - sono intervenuti con tute speciali e dispositivi di protezione, in modo da velocizzare e potenziare i controlli. Presenti gli uomini della Protezione civile e gli operatori del Comune di Contigliano".

18:29 - Asl Roma 1, tampone si fa stando in auto

E' partito oggi il servizio 'Drive-in' alla Asl Roma 1. Presso il complesso di Santa Maria della Pietà, rende noto la Asl, le persone potranno sottoporsi al tampone nasofaringeo per la diagnosi di Covid -19 direttamente a bordo della propria auto, previo appuntamento concordato con la Unità operativa complessa del Servizio igiene e sanità pubblica. Il tampone dalla propria auto si farà su 'chiamata' del Sisp: sarà il Servizio infatti, sulla base delle segnalazioni che gli arrivano, a convocare il paziente per il tampone 'drive in'. Al telefono, infatti, i medici effettuano una prima valutazione telefonica per capire se il caso è da tampone oppure no. In base alla valutazione, le persone vengono invitate a effettuare il tampone. Oggi il tampone è stato fatto agli operatori sanitari, ma da domani a domenica si procederà con i cittadini, a un ritmo di 50 al giorno. Da lunedì sarà sempre il Sisp a decidere quanti tamponi al giorno verranno effettuati. "Oggi abbiamo iniziato questo servizio con modalità cosiddetta drive-in - afferma il direttore del Sisp dell'Asl Roma 1 Enrico De Rosa - cioè le persone da noi invitate vengono qui con la loro auto e senza uscirne gli viene effettuato il tampone. Questa metodologia consente di ottimizzare l'utilizzo delle risorse sia umane che di dispositivi di protezione - spiega - e consente di aumentare di molto la nostra capacità produttiva. Fino a ora abbiamo fatto complessivamente circa 300 tamponi, mentre nella sola giornata di oggi riusciamo a farne 50. La modalità può essere utilizzata per fare i tamponi al personale sanitario a rischio, che prima di essere rimesso in servizio viene valutato anche dal punto di vista microbiologico".

18:29 - Sabotaggio a San Camillo: rubati cavi e hard disk

Rubati un hard disk e alcuni cavi di collegamento di un computer che doveva gestire un apparato del laboratorio per i test Covid-19 la scorsa notte San Camillo. E' quanto emergerebbe dai rilievi effettuati dai carabinieri della compagnia di Trastevere dopo la denuncia del sabotaggio. Sono in corso indagini per risalire ai responsabili.

18:06 - Il sindaco Montino: "Partenze crocieristi solo se negativi"

"Ho appena concluso la seconda videoconferenza con i rappresentanti di Protezione civile nazionale, Prefettura, Ministeri e Regione. È stato confermato che non ci saranno più partenze delle navi da crociera senza aver prima riscontrato la negatività al tampone e l'assenza di sintomi da Covid-19 di equipaggi e passeggeri". Lo dichiara il sindaco di Fiumicino Esterino Montino. "La partenza dalle navi verso l'aeroporto di Fiumicino per l'imbarco - aggiunge - potrà essere garantita esclusivamente in presenza del volo autorizzato al decollo e all'atterraggio nei Paesi di destinazione, così da evitare che all'ultimo momento ci sia un pernottamento nelle strutture alberghiere locali". "L'aereo previsto per oggi pomeriggio - prosegue il sindaco - per l'imbarco di 156 filippini non è stato confermato, quindi rimarranno imbarcati sulle navi da crociera. I 41 ucraini, invece, ospiti dell'Hotel Mercure di Fiumicino dovrebbero partire entro un paio di giorni con un pullman insieme ad altri connazionali collocati in altri Comuni". "Infine - conclude Montino - ho trasmesso il documento con le richieste della capigruppo a Protezione civile nazionale, Presidenza del Consiglio dei Ministri, Prefetto e Regione Lazio".

17:45- Raggi: "Chi esce senza motivo mette a rischio vite"

"Chi in questo periodo esce di casa senza un valido motivo sta mettendo a rischio la sua vita e, soprattutto, quella degli altri. Non è una persona più furba, anzi". Così su Facebook la sindaca di Roma Virginia Raggi. Raggi pubblica il testo di una mail che le è stata inviata da "una dottoressa impegnata in prima linea in un ospedale per combattere questo maledetto coronavirus. Voglio condividerla con tutti - spiega la sindaca - perché non è il momento di abbassare la guardia. Finora siamo stati capaci di osservare i divieti ma, anche se arrivano le prime notizie incoraggianti, abbiamo ancora molto da fare per fermare il contagio e la diffusione del coronavirus. I sacrifici che tutti noi stiamo facendo non possono essere vanificati". La lettera è definita "un crudo racconto di cosa c'è fuori le nostre case. Di ciò che sta avvenendo nei nostri ospedali. Di ciò che stanno vivendo tantissime persone. Riflettiamo allora, leggiamo bene queste parole. Prendiamo ancora una volta la decisione giusta: restiamo a casa". La dottoressa, nella mail che è riportata integralmente nel post della sindaca, racconta in modo estremamente diretto qual è l'iter ospedaliero di una persona che contrae il virus, non risparmiando dettagli sulle procedure terapeutiche necessarie ma spiacevoli a cui vanno sottoposti i pazienti. L'invito del medico è quindi quello di rispettare le regole. 

17:03 - 11 nuovi positivi nel Reatino e due decessi

"All’esito delle indagini eseguite nelle ultime ore si evidenziano 11 nuovi soggetti positivi al test Covid-19. I nuovi casi sono legati ai cluster delle Case di riposo di Contigliano, Rieti e Greccio. In provincia di Rieti salgono pertanto a 249 i soggetti positivi al test Covid-19". È quanto rende noto la direzione generale della Asl di Rieti nel nuovo bollettino sanitario. Per quanto riguarda i 2 nuovi decessi, che portano il totale a 9, si tratta di un paziente di 68 anni ricoverato presso il Covid Hospital Alcim Contigliano e un paziente di 76 anni ricoverato presso il Covid Hospital S. Lucia - Rieti. "I pazienti erano affetti da patologie croniche pregresse" riferisce la Asl. Risultano in sorveglianza domiciliare 376 soggetti: di questi, 360 sono asintomatici, mentre 16 sono sintomatici e pertanto sottoposti al test COVID 19. 18 i soggetti usciti dalla sorveglianza domiciliare. "Proseguono intanto - aggiunge la Asl di Rieti - le indagini epidemiologiche degli operatori del Servizio di Igiene pubblica (ISP) della Asl di Rieti sul territorio e i controlli e le verifiche degli operatori dell’Unità Valutativa e di Controllo della Asl di Rieti, in collaborazione con la Croce Rossa Italiana, di Roma e Rieti e gli uomini dei Nuclei Antisofisticazioni e Sanità dell’Arma dei Carabinieri sulle 77 Case di riposo e le RSA". 

16:45 - Nel Lazio due guariti ogni ora, trend contagio sotto il 6%

Un totale di 46 guariti, due ogni ora, 169 casi di positività, con un trend per la prima volta sotto il 6%, 7 decessi e 9547 usciti dalla quarantena. Nelle ultime 48 ore, inoltre, l'Azienda San Giovanni non ha registrato nuovi casi Covid. Questi i dati forniti dalla Regione Lazio sulla situazione sanitaria, che testimoniano “di una frenata e dell'efficacia delle misure di contenimento", come osserva l'assessore alla Sanità Alessio D'Amato. Nel Lazio sono stati effettuati inoltre 35 mila tamponi, mentre questa mattina si è aggiunto agli hub dedicati il Covid center del Campus bio-medico, che ha preso in carico primo paziente.

16:30 - Ama: sanificate strade vicine ad ospedali

"Mentre prosegue l'attività massiva di lavaggio e igienizzazione con autobotti delle strade circostanti i siti "sensibili" di tutti e 15 i municipi, Ama è impegnata a ciclo continuo anche in operazioni di sanificazione dei contenitori e dei bidoncini per rifiuti urbani collocati nel perimetro interno di circa 140 presidi sanitari: in particolare policlinici e ospedali oltre a cliniche, case di cura, poliambulatori" Lo comunica in una nota Ama S.p.A. Queste attività mirate di sanificazione sono svolte da 7 squadre dedicate, con l'ausilio di mezzi leggeri e attrezzature dotate di nebulizzatori e atomizzatori che irrorano sostanze igienizzanti a base di enzimi.  

16:13 - Raggi: "È uno sforzo ma ci manca ultimo miglio"

"Stiamo vivendo un periodo di grandi restrizioni ed è faticoso rimanere a casa, col bel tempo c'è voglia di uscire. Abbiamo tutti fatto un grandissimo sforzo. A Roma, vedere le strade vuote ci deve riempire d'orgoglio per essere d'esempio a tutti. Il traguardo è vicino, a portata di mano. Facciamo insieme l'ultimo miglio, altrimenti rischieremo di ricomplicare la situazione". A dirlo è la sindaca di Roma, Virginia Raggi, in una diretta Facebook. "Invece - ha aggiunto - abbiamo tenuto bene. Noi romani abbiamo senso civico e possiamo farlo. Il traffico in città è crollato verticalmente. I blocchi stradali continuano, e dalle verifiche della polizia locale quasi tutta la gente si muove per lavoro e necessità. Le multe sono calate drasticamente. I furbetti non ci sono più. È comunque una città di 3 milioni di abitanti, è inevitabile che ci sia uno spostamento di persone per consentire alla città di avere i servizi fondamentali. Per cui - ha concluso Raggi - non vi allarmate se vedete un po' di traffico".  

15:00 - Procura indaga su attacco hacker allo Spallanzani

La Procura di Roma ha avviato un’indagine sull’attacco hacker tentato la scorsa settimana ai danni dell’Istituto Spallanzani. Il reato per cui si procede è accesso abusivo a sistema informatico. A coordinare l’inchiesta è il procuratore Michele Prestipino.  

14:55 - Raggi: "Non dobbiamo mai abbassare la guardia"

"Il traguardo è vicino ma non dobbiamo mai abbassare la guardia: le immagini di Roma deserta sono tristi, ma ci devono rendere orgogliosi, perchè i cittadini stano rispettando le regole". Lo ha affermato la sindaca di Roma, Virginia Raggi, a Teleradiostereo. Il primo cittadino ha inoltre spiegato che per "accedere ai fondi per i buoni spesa la domanda si può compilare su sito internet del Campidoglio e poi verranno consegnati a casa dalla Protezioen Civile". Chi non ha computer o chi non ha dimestichezza con i supporti informatici, invece, "sarà aiutato a compilarli dalla protezione civile. Allo Stato sono arrivate già migliaia di richieste. Roma Capitale ha già anticipato soldi per velocizzare la consegna a chi ne ha diritto".

14:37 - Didattica online anche per nidi e asili romani

Didattica a distanza anche per nidi e asili a Roma. L'assessora alla Persona, Scuola e Comunità Solidale Veronica Mammì ha firmato la direttiva per l'attivazione della didattica a distanza nei nidi e nelle scuole dell'infanzia di Roma Capitale. Preso atto delle eventuali proroghe della sospensione delle attività educative e didattiche, l'obiettivo dell'Amministrazione è supportare la vicinanza di educatrici e insegnanti ai bambini e alle loro famiglie, privilegiando la dimensione ludica e l'attenzione per la cura educativa in continuità con quanto avviene nei servizi. I Gruppi Educativi e Collegi Docenti saranno incaricati di formulare delle proposte progettuali in linea con il Piano dell'Offerta Formativa e con le diverse età dei bambini, utilizzando la strumentazione elettronica/informatica a disposizione di ciascuno per facilitare lo scambio con i piccoli e le loro famiglie. Le proposte pedagogiche e didattiche dovranno mirare alla positiva partecipazione, da parte di ciascun bambino, al progetto educativo secondo le proprie inclinazioni e possibilità. Le attività si dovranno sviluppare, per quanto possibile in raccordo con le famiglie, sul contatto 'diretto', anche se a distanza, tra educatrice o insegnante e bambina o bambino, anche mediante semplici messaggi vocali o video. Il Dipartimento raccoglierà le 'buone pratiche' che i servizi invieranno e le attività di didattica a distanza realizzate saranno pubblicate sulle pagine dedicate ai Servizi Educativi e Scolastici sul sito di Roma Capitale, per la futura fruizione da parte della cittadinanza.

14:17 - D'Amato: "Quarantena in nave per i passeggeri"

L'assessore regionale alla Sanità, Alessio D'Amato, in videoconferenza stampa, è tornato sul tema degli sbarchi delle navi da crociera: "Chi sta in nave deve fare la quarantena in nave. Il meccanismo finora utilizzato non va bene, non si può scaricare su Roma persone che invece devono ripartire, quando sono pronti i piani di volo queste persone scenderanno e si recheranno in aeroporto. Nessuno sarà lasciato solo, ma pensare di scaricare su Roma e Fiumicino queste persone è un errore che non possiamo accettare".

13:17 - Al San Camillo danni a computer del laboratorio

"Al San Camillo c'è stata la demolizione degli elaboratori, rotti e divelti, hanno staccato cavi, hanno danneggiato l'elaboratore che doveva essere il cuore del laboratorio”, riferisce l'assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D'Amato, nel corso di una video-conferenza stampa. "C'è rabbia e rammarico - ha proseguito - doveva partire oggi con oltre 300 test al giorno, ma sono stati sabotati i computer. Sono sul posto i carabinieri, spero che possano velocemente risalire sia alla cause che ai responsabili. Un atto grave e vigliacco".
"Mi associo allo sdegno - ha aggiunto il governatore Nicola Zingaretti - è gravissimo e mi auguro che presto siano individuati i responsabili”.

12:54 - Posti blocco polizia su consolari e Raccordo

Sono in corso da questa mattina a Roma dei servizi straordinari di controllo del territorio per garantire il rispetto delle norme anti coronavirus. Istituiti posti di blocco sulle vie consolari e sul Grande raccordo anulare. I veicoli vengono fatti incanalare e controllati. All'attività stanno partecipando poliziotti Reparto Mobile, Reparto Volanti, Reparto Prevenzione Crimine e Polizia Stradale. I controlli proseguiranno anche nel pomeriggio. 

12:47 - Indagini sul sabotaggio al San Camillo

I carabinieri hanno avviato le indagini sul sabotaggio delle apparecchiature del laboratorio per test Covid-19 avvenuto stanotte all'ospedale San Camillo di Roma. I militari sono al lavoro per risalire ai responsabili e stanno effettuando i rilievi e tutti gli altri accertamenti del caso, dopo la denuncia presentata in mattinata. Al vaglio eventuali registrazioni di telecamere che potrebbero aver ripreso gli autori del gesto.  

12:41 - Diminuisce il numero dei ricoverati allo Spallanzani

Il bollettino odierno dello Spallanzani comunica che i pazienti positivi ricoverati presso l’Istituto sono 202 (ieri erano 208). Di questi 24 necessitano di supporto respiratorio. Anche oggi sono previste dimissioni di paucisintomatici o asintomatici. I pazienti dimessi finora sono 170: il trend è in aumento parallelamente ad un minor numero di ricoverati positivi.

11:59 - Prefetto Rieti: "Più controlli nelle Rsa"

Il prefetto di Rieti, Giuseppina Reggiani, ha chiesto alla Asl del capoluogo sabino "di assicurare la massima intensificazione dei controlli" nelle Rsa e nelle strutture socio-assistenziali operanti sul territorio "per garantire la puntuale applicazione delle vigenti normative sull'emergenza in atto, a tutela sia dei degenti che del personale sanitario".
"L'allarme - riferisce una nota della prefettura di Rieti-, riguarda la popolazione più fragile e più esposta al rischio di complicanze fatali associate all'infezione da Covid-19. È perciò determinante agire con tempestività, considerata l'estrema vulnerabilità degli ospiti e l'esposizione a cui sono soggetti gli operatori, nonché verificare il rigoroso rispetto delle vigenti disposizioni, con particolare attenzione alle stringenti misure previste per il contenimento della diffusione del virus, attivando una stretta sorveglianza e, se del caso, rafforzando i setting assistenziali".

11:50 - Montino: "Basta equipaggi a Fiumicino"

Dopo i 32 croceristi indonesiani risultati positivi al covid19 e ospitati in un hotel a Fiumicino, scoppia l’ira del sindaco Esterino Montino: "Ieri sera abbiamo appreso per vie informali che 41 ucraini e russi arrivati all'aeroporto di Fiumicino con un volo da Miami, che avrebbero dovuto fare uno scalo tecnico per imbarcarsi su un altro aereo verso i propri Paesi, non sono stati autorizzati a rientrare a casa loro perché facenti parte di un equipaggio di una nave della Costa Crociere - afferma Montino -. Non solo, continuano ad arrivare dalle navi da crociera equipaggi o passeggeri che tentano di imbarcarsi su un aereo che regolarmente non viene autorizzato e, a quel punto, vengono alloggiati negli alberghi della città. Evidentemente - aggiunge il sindaco - i Ministeri competenti, Farnesina e Trasporti, hanno pensato bene di autorizzare anche quelle persone non italiane che via Fiumicino dalla Florida tentano di andare in Ucraina e a Mosca. Sono in corso purtroppo altri tentativi in queste ore per altri equipaggi o altri passeggeri che cercano di fare la stessa trafila, scaricando su Fiumicino, visto la presenza dell'hub internazionale, problemi immensi e il pericolo che la situazione sfugga di mano".

11:27 - Tamponi nella zona rossa di Contigliano

Da questa mattina, sono in corso nella zona rossa di Contigliano (Rieti) i test sierologici disposti sulla popolazione dalle autorità sanitarie dopo gli oltre 70 contagi da Covid-19 registrati nella casa di riposo Alcim. A eseguire i tamponi nel centro pastorale di San Michele Arcangelo sono operatori della Asl di Rieti e gli specialisti dell'Istituto Spallanzani. "La priorità - spiega il Comune di Contigliano - sarà data a persone conviventi con operatori Alcim, che sono pregati di rintracciare e avvertire tutti i loro contatti. Seguiranno coloro che per fondati motivi (in ordine: contatti diretti con persone positive; o con quarantene precauzionali; o immunodepressi e persone debilitate) ritengono necessario effettuare un tampone”.

10:36 - Sabotate apparecchiature al San Camillo

"Ho appreso dal Direttore generale dell'Azienda Ospedaliera San Camillo che questa notte è avvenuto un sabotaggio delle apparecchiature del laboratorio per test Covid-19 che doveva essere attivato oggi. Un fatto gravissimo che ci indigna. È stata presentata denuncia ai carabinieri, i colpevoli dovranno essere puniti". Lo comunica l'assessore alla Sanità e l'Integrazione Sociosanitaria della Regione Lazio, Alessio D’Amato. 

9:49 - Mascherine non a norma, due denunciati a Roma

Due persone, titolari di un mini market in zona Casal Bruciato, alla periferia di Roma, sono state denunciate ieri dai carabinieri perché scoperti a vendere mascherine prive di marchio "CE" a prezzo maggiorato. i militari, nel corso dei quotidiani controlli per garantire il rispetto delle restrizioni anti coronavirus, hanno perquisito l’attività gestita dai due, entrambi del Bangladesh, accertando che erano in vendita Dpi non a norma. Sequestrata una confezione contenente 54 mascherine prive di indicazioni circa il lotto di produzione e anno di fabbricazione. Per i due gestori è scattata la denuncia in stato di libertà, per immissione sul mercato di prodotti non conformi e manovre speculative su merci.

9:18 - Raggi: "Prosegue la consegna delle mascherine"

"Continua la consegna di mascherine negli uffici e nelle strutture di Roma Capitale, da destinare ai dipendenti e agli assistenti sociali che operano sul territorio. La Protezione civile ha completato la fornitura di 4.500 mascherine nei 15 Municipi di Roma, che si aggiungono alle 10mila già distribuite tra Dipartimento del personale, Dipartimento politiche sociali e Farmacap. Altre 5 mila sono già a disposizione e verranno consegnate nei prossimi giorni, secondo le esigenze". Lo fa sapere su Facebook la sindaca di Roma, Virginia Raggi, che aggiunge: "Si tratta di un primo stock di 20mila mascherine chirurgiche che abbiamo acquistato e assegnato ai lavoratori che ogni giorno sono in campo per offrire servizi ai cittadini: vogliamo garantire loro al possibilità di operare in sicurezza e proteggersi dal rischio di contagio da coronavirus. La nostra attenzione è volta al reperimento di un numero sempre maggiore di dispositivi per i nostri dipendenti, che ringrazio per il grande impegno durante questa emergenza".

7:35 - Donate 3mila mascherine al Comune di Fiumicino

Tremila mascherine protettive sono state donate al Comune di Fiumicino. "Un grazie enorme ad Eric Veron di Vailog", ha detto il vicesindaco Ezio Di Genesio Pagliuca che ha consegnato le mascherine alle farmacie comunali di Isola Sacra e Aranova. Le mascherine saranno distribuite dai volontari della Croce rossa a donne incinta, malati cronici documentati da esenzione riconosciuta dalla Asl, pazienti immuno-compromessi, trapiantati e persone con più di 75 anni. "Vogliamo così rispondere alle esigenze delle fasce più vulnerabili della popolazione che in questi giorni ci hanno chiesto aiuto, data la difficoltà, per tutti, di reperire mascherine - ha aggiunto il sindaco Esterino Montino - Ringrazio Eric Veron e Vailog a nome di tutta la città per questo gesto di solidarietà e sostegno, molto importante e apprezzato in questo momento". Le mascherine saranno disponibili, dalle 8.30 alle 20, fino a esaurimento scorte.

Roma: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24